La prova del cuoco, puntata del 28 gennaio: tra le ricette del lunedì treccia rustica, mezzemaniche ai gamberi e ravioli dolci

By on gennaio 28, 2013

text-align: center”>La prova del cuoco Antonella Clerici

LA PROVA DEL CUOCO, PUNTATA DEL 28 GENNAIO. Nuova settimana in compagnia di Antonella Clerici (pronta a volare in America con Lorenzo Crespi?) e La prova del cuoco che ieri, come ogni domenica, ha caduto il testimone a Linea Verde trasmessa dall’Abruzzo e dal Molise con Eleonora Daniele e Fabrizio Gatta che è rovinosamente caduto da cavallo. Ore 11.55: anteprima condotta da Marco Di Buono oggi in compagnia della dottoressa Sara Farnetti. I due hanno risposto alla mail di Gina, una telespettatrice che ha scritto da Firenze chiedendo se è vero che i broccoli sono degli antinfluenzali naturali. La dottoressa ha confermato, consigliando alla telespettatrice di non bollire le verdure ma di mangiarle crude, stufate nel tegame con un pò d’olio oppure cotte al vapore. Ore 12:00 in punto: Antonella Clerici è entrata in studio sulle note di “E’ mezzogiorno, tutti a tavola!” salutando il pubblico proveniente dalla provincia di Bari e chiedendo poi ai telespettatori con Marco Di Buono di postare sulla pagina Facebook del programma le foto delle loro ricette preferite.

la-prova-del-cuoco-antonella-clerici-casa-clerici

IL DIAVOLO E L’ACQUA SANTA: PATATE RIPIENE E CIAMBELLE ALLE TRE SALSE. Sfida tra il Diavolo e l’Acqua Santa oggi nelle cucine de La prova del cuoco (qui tutte le ricette presentate la settimana scorsa) tra lo chef Andrea Mainardi e suor Stella. Sulla tavola della religiosa una ricetta bosniaca, patate ripiene alla “catarina” realizzate con patate cotte al 20%, 2 uova, 4 cucchiai di burro, acciughe, basilico e pepe. Per il cuoco bergamasco invece ciambelle di patate alle tre salse, preparate con 250 grammi di farina, 30 grammi di burro, 10 grammi di lievito di birra, 5 grammi di zucchero, sale, mortadella tritata, salvia, acciughe, un uovo e un pò di latte, il tutto per preparare un impasto da far lievitare per 20-25 minuti (nella gallery le foto di entrambe le pietanze). Le tre salse per le ciambelle preparate dallo chef ricordano la bandiera italiana: la salsa rossa è stata realizzata con ketchup, curry e peperoncino, la salsa verde con pesto e formaggio spalmabile e la salsa bianca con tonno, acciughe e formaggio spalmabile. A decretare il vincitore della sfida sono stati gli spettatori presenti in studio che al termine della gara hanno premiato suor Stella e le sue patate ripiene alla “catarina”.

LA TRECCIA RUSTICA DI PALMA D’ONOFRIO. Ospite di Antonella Clerici nelle cucine più amate dagli italiani oggi è stata anche Palma D’Onofrio. La cuoca tarantina ha portato in tavola una deliziosa treccia rustica di mele e salsiccia, realizzata con farina integrale, ricotta di mucca, sale e acqua (per la pasta brisé) e una mela renetta, una salsiccia di tipo luganega, 2 tuorli, panna fresca, grana grattuggiato, sale e olio extravergine d’oliva (per il ripieno). Per la scheda completa con gli ingredienti consultare la gallery dove sono disponibili anche le foto relative alla preparazione della ricetta. Per la realizzazione della pietanza la cuoca ha consigliato l’utilizzo di mele acidule (ideali sono le greensmith). Si procede mettendo la salicce tagliate a pezzetti nel tegame e scaldandole a fuoco basso senza aggiungere subito l’olio, per far sì che la salsiccia elimini il grasso. Dopo la cottura attendere che la salsiccia si raffreddi un pò e aggiungerla insieme ai pezzetti di mela sulla pasta stesa, unendo poi il parmigiano e i tuorli d’uovo. Praticare delle incisioni laterali all’impasto e chiudere le singole strisce a spirale in modo da formare una treccia (nella gallery sono disponibili le foto che illustrano le varie fasi di quest’operazione). Spennellare poi il tutto con un tuorlo d’uovo e infornare alla temperatura di 180 gradi per circa 40 minuti. La pietanza può essere consumata con il vino proposto dalla sommelier Roberta Begossi che ha abbinato al piatto un raffinato torbato di Sassari, originario dei Pirenei portato in Italia dagli spagnoli durante la dominazione catalana.

I RAVIOLI DOLCI DI ANNA MORONI. A presentare una squisita ricetta nelle cucine de La prova del cuoco oggi è toccato anche ad Anna Moroni che ha preparato in diretta i ravioli dolci, ideali per Carnevale, per il cui impasto (da friggere con olio di arachidi) occorrono farina, latte, burro, zucchero, uova e sale. Il ripieno si prepara invece con latte, tuorli d’uovo, zucchero a velo, fecola di patate, una stecca di vaniglia e cacao amaro in polvere (nella gallery la scheda completa con tutti gli ingredienti e le foto che illustrano le varie fasi della preparazione del piatto). La cuoca umbra ha consigliato di preparare la crema con un giorno d’anticipo e tenerla in frigo affinchè diventi più densa. Se al momento della preparazione dei ravioli la crema dovesse essere ancora lenta, si può aggiungere dell’altra fecola di patate. Metà della crema (sostituibile con ricotta) va mescolata con il cacao in modo da ottenere poi ravioli bianchi e ravioli neri. Affinchè non si aprano durante la cottura nell’olio caldo i ravioli devono essere chiusi bene. Per una buona preparazione della pietanza la cuoca ha suggerito di stendere la pasta un pò alla volta. I ravioli cotti possono essere decorati con zucchero a velo e alchermes.

LA RICETTA DI “CASA CLERICI”: MEZZEMANICHE AI GAMBERI E RADICCHIO. Anche oggi sui fornelli di “Casa Clerici” è stata preparata una pietanza tratta dal libro “Le ricette de La prova del cuoco” (pagina 284): oggi a tavola un piatto invernale, le mezzemaniche ai gamberi e radicchio (nella gallery le foto relative alle varie fasi della preparazione della ricetta). Per la realizzazione del piatto bisogna far imbiondire la cipolla in padella con olio e aggiungervi poi il radicchio. Cuocere il tutto per 10 minuti e unirvi successivamente sale, pepe, i gamberi (interi o tagliati a pezzetti), brandy e panna. Versare poi la pasta cotta e insaporirla con del formaggio grattuggiato. Ideali per la realizzazione della ricetta sono anche le tagliatelle integrali.

GARA DEI CUOCHI. Nuova settimana, nuovi concorrenti. Oggi nelle cucine de la La prova del cuoco sfida tra Divia Paternò per la squadra del pomodoro e Renato Brancaleoni per la squadra del peperone. Sulla tavola della squadra rossa capitanata da Cristian Bertol oggi spats con ricotta e noci e pollo fritto con salsa di yogurt. Nelle cucine della squadra verde invece zuppa di ceci con cicoria e acciughe e baccalà arrosto con barbabietole e robiola (nella gallery le foto di tutte e quattro le pietanze). A decretare i vincitori è stato Nicola Santini che ha premiato Divia Paternò della squadra del pomodoro. Ricordiamo che le ricette de La prova del cuoco sono disponibili sul sito della trasmissione o alla pagina 759 di televideo.

About Emanuele Fiocca

Nato a Soveria Mannelli (Catanzaro) il 7 Luglio 1987, è un calabrese doc. Attratto dalla televisione fin da bambino, ha maturato negli anni esperienze in diversi programmi della RAI come Uno Mattina in Famiglia, Mezzogiorno in Famiglia, Alle Falde del Kilimangiaro, L'Arena e Domenica In, affiancando la passione per il piccolo schermo a quella per la scienza, che ha sempre caratterizzato il suo percorso di studi. Caporedattore de LaNostraTv dal 2014 al 2017, è il Responsabile Editoriale del sito.

One Comment

  1. Rossella

    gennaio 28, 2013 at 18:12

    Mi piace molto la struttura di questo programma: mi sembra intrattenimento puro. Adesso, ad esempio, sono certa che – come di consueto – ci saranno delle puntate speciali dedicate alla cucina di San Valentino e poi a quella di Carnevale, di Pasqua, ecc.
    In questo programma la cucina diventa un espediente per non assuefarsi al passare del tempo nascondendosi dietro la convinzione che questi aspetti conviviali della vita rappresentano un qualcosa di puramente esteriore e comunque “commerciale”, termine di cui spesso si abusa e che vede come soluzione l’indifferenza e l’individualismo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *