Michele Santoro e la battuta su Nicole Minetti: “Riaprire i casini? Chiedetele una consulenza”

By on gennaio 18, 2013

text-align: center”>Michele Santoro insulta Nicole Minetti

Michele Santoro si è tolto parecchi sassolini dalle scarpe durante l’anteprima di Servizio pubblico della puntata di ieri (guarda il video), la prima dopo il ciclone Berlusconi. A far discutere oggi non è solo l’autodifesa lunga ed appassionata contro chi lo ha attaccato ferocemente per una settimana. Ai telespettatori non è sfuggita una battuta del giornalista pronunciata durante la puntata, nel bel mezzo del dibattito con gli ospiti in studio, Salvini, Landini e Fini. Protagonista della frase incriminata è Nicole Minetti, paragonata dal conduttore, senza mezzi termini, ad una maitresse. Forse un po’ troppo, anche per una col curriculum della Minetti.

Tutto è iniziato con le dichiarazioni dell’esponente della Lega Nord Matteo Salvini, che illustrando il programma della Lega per incrementare le entrate dello Stato ha ipotizzato un provvedimento molto particolare che ha fatto scattare l’ironia di Santoro:

…abbiamo idee molto concrete, magari a qualcuno non piaceranno: la tassazione della prostituzione.  In 7 Paesi europei si tassa la prostituzione, in Germania portano a casa 4 miliardi di euro: facciamolo. Il Vaticano non è d’accordo? Il Vaticano prenda atto che funziona in tanti paesi europei, altrimenti oggi la prostituzione c’è, non è controllata, non è tassata, non è regolamentata e ce l’abbiamo sotto casa. Il sistema bancario…

A quel punto è intervenuto il conduttore, invitando l’esponente leghista a chiedere il parere di quella che evidentemente ritiene un’esperta del tema, Nicole Minetti appunto:

Insomma bisognerebbe organizzare un pò di casini, magari chiedere una consulenza alla Minetti sarebbe interessante (…) in senso tecnico, intendo

La battuta è di per sè piuttosto forte e non ha mancato di scandalizzare qualce telespettatore. Dai social network in tanti si sono chiesti il perchè di una frase così maschilista e di cattivo gusto. Qualcuno invece ha rivendicato la possibilità di giudicare la Minetti senza il condizionamento di un’accusa di sessismo. Perchè in effetti, va detto, la battuta di Santoro non è (solo) un libero insulto basato sull’antipatia personale nei confronti del personaggio. La Minetti, infatti, è imputata per induzione e sfruttamento della prostituzione a Milano, nel processo cosiddetto Ruby2, il secondo filone del procedimento principale che vede imputato Silvio Berlusconi per concussione  e prostituzione. Nicole Minetti, igienista dentale del San Raffaele candidata ed eletta al Consiglio Regionale della Lombardia nel listino bloccato di Formigoni due anni fa, è stata rinviata a giudizio proprio perchè accusata di essere l’organizzatrice del giro di ragazze che frequantava la residenza di Arcore dell’ex premier Berlusconi e che potrebbe configurare il reato di prostituzione. Fatta salva, s’intende, la presunzione di innocenza che vale per tutti fino a condanna definitiva, la battuta di cattivo gusto di Santoro potrebbe non essere andata a parare troppo lontano dalla realtà. Almeno “in senso tecnico“, come dice lui.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

One Comment

  1. mauri

    gennaio 19, 2013 at 00:43

    se fossi la Minetti chiederei un risarcimento milionario a quell’inutile di Santoro.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *