Michele Santoro ed Enrico Mentana: lite dopo Servizio pubblico?

By on gennaio 22, 2013

text-align: center”>Enrico Mentana, Michele Santoro: lite per Servizio pubblico?

Michele Santoro ed Enrico Mentana sarebbero in rotta di collisione: parola di Dagospia. Secondo il sito di Roberto D’Agostino, le due star del giornalismo di La7 avrebbero avuto un duro scontro a causa di Servizio pubblico e, nello specifico, della puntata del programma di Santoro che ha vsto come ospite Silvio Berlusconi. La vicenda dovrebbe risalire ai giorni successivi alla fatidica puntata del 10 gennaio scorso, quando la pubblicazione dei primi sondaggi attestava una presunta rimonta di qualche punto da parte del Pdl: cifre che Santoro ha contestualizzato nella sua copertina di Servizio pubblico del giovedì successivo, spiegando come in realtà i dati si riferissero ad un arco temporale di almeno un mese (ergo, comprendevano i possibili effetti di tutte le numerose trasmissioni tv cui il Cavaliere ha partecipato).

Santoro e Mentana, secondo Dagospia, sarebbero stati protagonisti di una “telefonata di fuoco” avvenuta “mercoledì, dopo il sondaggio che dava Silvio ringalluzzito di due punti dopo lo show a Servizio Pubblico“. Il contenuto nessuno lo conosce, ma si allude ad una possibile sfuriata di Mentana in merito all’effetto di Servizio pubblico sui sondaggi. Più plausibile, a parere di chi scrive, che la telefonata (ammesso che ci sia stata) abbia riguardato il sondaggio realizzato per il Tg La7 e citato polemicamente dallo stesso Santoro il giovedì successivo. Una rilevazione che calcolava i punti in più raccolti dal Pdl confrontandoli con i risultati di un mese prima: “Come a dire che la presenza televisiva record di Berlusconi rilevata dall’Agcom nell’ultimo mese non conta una mazza, come a dire che contiamo solo noi“. Sarà stato questo il motivo dello scontro?

Michele Santoro, secondo Dagospia, sarebbe addirittura propenso ad un ritorno in Rai. Un’ipotesi che sembra davvero fantasiosa, perchè al netto delle polemiche sulla puntata che ha ospitato Berlusconi, Servizio publico su La7 si conferma un successo: la media del programma è costantemente oltre il 10% di share e con oltre 2 milioni e 300mila telespettatori, soglia spesso superata, come con l’ultima puntata che ha visto ospite in studio Gianfranco con Fini (3 milioni 496mila spettatori e share del 15,42%). Per non parlare del record assoluto di quasi nove milioni di spettatori e il 33,59% di share portato a casa con Berlusconi. Numeri assolutamente inediti per La7. Si aggiunga anche che Mentana è stato uno dei promotori dell’arrivo di Santoro sulla rete, ha messo da parte qualche attacco di troppo del conduttore di Servizio pubblico (all’epoca della trattativa con La7 lo definì “diversamente libero“), ha glissato sulle recenti polemiche sollevate sempre da Santoro dopo le dichiarazioni di Berlusconi sul giornalismo fazioso di La7. E ancora, se non bastasse, Enrico Mentana, almeno in pubblico, era stato uno dei primi a difendere Santoro dalle polemiche sul presunto “regalo” in termini di consensi che il conduttore avrebbe fatto a Berlusconi invitandolo nella sua trasmissione. Il messaggio a favore del collega era arrivato da Twitter:

Accusano Santoro di non aver ammazzato Berlusconi, facendo un programma piaciuto anche a chi non odia il Cav e visto da tutti. Felix Culpa…“.

Gli elementi per parlare di una separazione in casa tra Santoro e Mentana, o addirittura di un possibile abbandono del conduttore di Servizio pubblico per tornare in Rai dopo le elezioni, sono davvero pochi. La verità è che sul rapporto di stima tra i due, che spesso si prendono le misure a vicenda come se fossero animati da una specie di rivalità tra primedonne, si è sempre discusso tanto. A volte sulla base di fatti concreti. Spesso a vanvera.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *