Monica Bellucci a Milano: “Porto le mie figlie sul set”

By on gennaio 27, 2013

Monica BellucciMonica Bellucci ha avuto due figlie dal marito e collega Vincent Cassel: la prima, Deva, è nata quando lei aveva quarant’anni; la seconda, Léonie, ha aperto gli occhi sul mondo il 20 maggio 2010.  Per Monica hanno la priorità su tutto. Ospite speciale nell’atelier di Dolce e Gabbana di Milano, acclamatissima e ammiratissima, “sono italiana – ha detto a Tgcom – e come per tutte le italiane la famiglia è il punto di riferimento. Adoro il mio lavoro, ma le mie figlie sono più importanti. Le porto anche sul set“.

Monica Bellucci, magnifico simbolo della bellezza senza bisturi (evviva!), ha poi parlato del suo lavoro di attrice: “Non si è mai arrivati e c’è sempre un percorso da fare. Quando ho iniziato non avrei mai pensato di poter lavorare con grandi registi di Paesi diversi. Diventa un’esperienza non solo professionale, ma anche umana”. Questa donna venuta da Città di Castello ha lavorato con nomi del calibro di Francis Ford Coppola, Tornatore, Spike Lee, Mel Gibson, Zeffirelli, Paolo Virzì: è un fatto di sinergia, commenta a proposito di queste esperienze: “quando dico di sì a un copione è perché mi fido del regista e lì bisogna essere capaci di abbandonarsi”.

Monica Bellucci ha già tutto il 2013 impegnato: girerà un film francese, uno iraniano e poi uno con Kusturica in Serbia. Consapevole di essere considerata un’icona, dice di considerarlo come un gioco: “L’immagine è una parte minuscola e non si deve credere all’immagine di sé”. Ormai è imminente il suo trasferimento in Brasile con il resto della famiglia: “Le mie basi sono l’Italia l’Inghilterra e la Francia, ma amo il Brasile ed è un luogo che frequento. Mio marito me lo ha fatto conoscere e le mie figlie parlano perfettamente portoghese“. Infine, un amarcord: “L’Italia è meravigliosa. Sono molto legata a Milano perché qui è iniziata la mia storia da modella. Andavo in giro con il mio book come tutte le modelle che iniziano ed ero molto ansiosa di conoscere l’ambiente“.

About Nad

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *