Quelli che: la Cabello fa il verso al TG1, con la parodia della rubrica Do Re Ciak Gulp di Vincenzo Mollica

By on gennaio 14, 2013
foto del cast di quelli che, raidue

text-align: justify”>foto del cast di quelli che, raidueIERI POMERIGGIO NUOVO APPUNTAMENTO CON QUELLI CHE. Da quando la Cabello ha preso in mano le redini della trasmissione, quest’ultima non ha mai brillato negli ascolti (1.589.000 telespettatori, 8,12% di share nella puntata di ieri), la Ventura faceva ben altri risultati. Nonostante i numeri se c’è una cosa che si deve riconoscerle, tanto a lei quanto al suo staff di autori, è la sperimentazione di linguaggi e formati sulla seconda rete. Una rete che avrebbe nel suo DNA quello di rivolgersi ai giovani, ma che nella realtà lo fa poche volte e quando ci prova non sempre gli riesce benissimo. Tra i programmi che fanno eccezione c’è proprio il Quelli che versione Cabello. Ogni settimana nascono delle chicche, con dei filmati davvero esilaranti. Complice la bravissima Virginia Raffaele che nelle ultime puntate è passata all’imitazione di Lady Goga, fidanzata di Lapo Elkann (alias Ubaldo Pantani), la Cabello è riuscita a mettere insieme un cast molto variegato e ben composto (Trio Medusa, Marcello Cesena) e si percepisce che dietro la trasmissione vi è un meticoloso lavoro di scrittura, come è giusto che sia. Allo stato attuale considerata la versione di Domenica Live firmata Barbara D’urso e la celebrazione della messa domenicale della Cuccarini, Quelli che resta l’unico programma di evasione e divertimento del dì di festa.

Merita una nota di approvazione, una rubrica che proprio ieri è stata presentata all’interno del programma. Ospite Gabriele Muccino, in promozione con il suo ultimo film Quello che so sull’amore, la Cabello ha lanciato, proprio durante l’intervista che faceva al regista, un filmato che si è assicurato tutta la nostra attenzione per quanto divertente e geniale. Nel video viene presentata una rubrica dal titolo Dorina Chao Gulf, che vuole essere la parodia dell’altra rubrica del Tg1 Do Re Ciak Gulp di Vincenzo Mollica. Nella pratica Dorina e Chao , sono due persone che vanno a vedere il film di Muccino e all’uscita ne fanno un resoconto, secondo il loro punto di vista. Nulla di strano direte voi, se non fosse che lui è orientale e ha qualche problemino con l’italiano e lei è una signora un po’ in là con gli anni, già dal volto molto buffo. I due vanno avanti a spiegare il film con un italiano che non è proprio tale, e ne vien fuori un siparietto comico molto divertente, a cominciare dalla sigla ricreata sullo stesso modello di quella di Mollica (questo il video, dal minuto 00:08:30: http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-d85a71a4-4ddc-46ca-b156-222162b0bbd8.html#p=). Nonostante i bassi ascolti la trasmissione merita davvero di restare dove è, proprio per l’effetto di riuscire a stupirci, seppur con piccole cose, ogni domenica. Ormai è l’unico show festivo che riesce a farlo, che altri prendano esempio dalla Cabello.

About Salvatore Petrillo

Avellino gli ha dato i natali, sotto il segno del Toro. La sua passione per la conduzione televisiva e tutto quanto fa spettacolo è nata con lui e fin da piccolo partecipa a feste, recite e saggi. All’età di 8 anni comincia lo studio del pianoforte frequentando poi il Conservatorio “D.Cimarosa” di Avellino. Laureatosi prima in Scienze della Comunicazione presso l’Università degli studi di Salerno e poi in Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo presso l’Università La Sapienza di Roma con il massimo dei voti, continua ad approfondire e conoscere meglio tutte le varie sfaccettature del mondo televisivo. Collabora con il quotidiano a tiratura regionale Corriere dell’Irpinia scrivendo di attualità, cronaca, spettacolo e con l’agenzia di organizzazione eventi ADVS di Roma. Dopo una parentesi di un anno e mezzo a Londra, dove ha cercato di rubare i trucchi del giornalismo anglosassone, torna in Italia per frequentare un corso di dizione e uso della voce e uno di conduzione televisiva presso l’Accademia 09 di Milano. In futuro sogna di farsi strada nel mondo della conduzione televisiva e dello spettacolo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *