Sandro Ruotolo si candida con Antonio Ingroia nella lista Rivoluzione civile

By on gennaio 13, 2013

text-align: center”>Sandro Ruotolo si candida con Antonio Ingroia

Anche Sandro Ruotolo si candiderà alle prossime elezioni politiche: l’inviato di Michele Santoro ha deciso di accettare la proposta di Antonio Ingroia di far parte della lista Rivoluzione civile. L’annuncio è arrivato con una lettera aperta in cui il giornalista spiega le motivazioni della sua scelta: “Caro Antonio, accetto con entusiasmo la candidatura nella lista di Rivoluzione Civile che tu e Luigi De Magistris mi avete proposto – ha scritto Ruotolo – “Ci ho pensato e riflettuto dopo aver firmato l’appello “Io ci sto” con il quale donne e uomini della società civile si sono impegnati a sostenere il progetto per costruire un alternativa di governo al berlusconismo e alle politiche liberiste del governo Monti“.

Un’adesione entusiasta quella di Ruotolo, manifestata fin dalla fondazione del Movimento arancione di Ingroia e De Magistris, con la firma del loro manifesto elettorale: tra le tante istanze che il giornalista vuole portare nel programma di Rivoluzione civile c’è quella della libertà di informazione, insieme alla lotta a tutte le mafie e le “cricche che hanno impoverito la nostra terra. Penso alle parole di Norberto Bobbio che, dopo aver visto Samarcanda, scrisse che se non si era liberi in un piccolo paese del Sud non si era liberi nel resto del Paese“. La criminalità organizzata Ruotolo l’ha raccontata per anni nei suoi servizi, prima come inviato della Rai, poi come collaboratore di tutti i programmi di Michele Santoro, fino ad oggi con Servizio pubblico (a proposito, nella puntata-show con Silvio Berlusconi il grande assente, inspiegabilmente, era proprio lui, relegato in un angolo a tenere il minutaggio degli interventi in studio).

La candidatura di Ruotolo è solo l’ultima in ordine di tempo tra i tanti giornalisti (televisivi e non) che si daranno alla politica: il premier Monti candiderà nelle sue liste il direttore del Tempo Mario Sechi (che peraltro non era mai parso un’entusiasta dell’esecutivo tecnico), il giornalista economico del Corriere della Sera Massimo Mucchetti sarà candidato nelle liste del Pd, così come l’ex direttore di Rainews Corradino Mineo, capolista per il Senato in Sicilia (sostituito alla direzione del canale all-news da Monica Maggioni). Oscar Giannino è candidato premier per la lista Fermare il declino, mentre la cronista anti-camorra Rosaria Capacchione, ha accettato anche lei di candidarsi col Pd. Infine, oggi è arrivato l’annuncio della Candidatura di Ruotolo con Ingroia.

Chissà cosa ne pensa Michele Santoro, che peraltro si candidò all’Europarlamento nel 2004, dopo essere stato cacciato dalla Rai a causa dell’editto bulgaro berlusconiano, e venne eletto con un discreto numero di voti. Una candidatura dettata proprio dalle necessità di portare avanti quella battaglia per la libertà di informazione nel nostro Paese che il duopolio Rai-Mediaset e il conflitto di interessi di Silvio Berlusconi metteva (mette?) in serio pericolo. Poi però non riuscì a resistere al richiamo della tv e tornò a fare il suo mestiere, ma solo dopo aver vinto la sua battaglia legale con la Rai. Peraltro lo stesso Ingroia, alla cerimonia di fondazione del Movimento Arancione, aveva invitato tanti personaggi della società civile a scherarsi apertamente col nuovo soggetto politico, magari candidandosi al Parlamento: tra i nomi fatti c’era anche quello di Michele Santoro, ma adesso i tempi sono diversi e le possibilità che il giornalista si ripresenti alle urne da candidato sono pressocchè nulle.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

One Comment

  1. annunci immobiliari

    gennaio 14, 2013 at 17:08

    meno male, penso proprio sia una brava persona e ritengo che in politica ce ne sia proprio bisogno.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *