Servizio pubblico, “Impresentabili”: Antonio Ingroia e Mara Carfagna ospiti della puntata di giovedì 24 gennaio

By on gennaio 24, 2013

text-align: center”>Servizio pubblico del 24 gennaio su La7

Servizio pubblico dedica la sua dodicesima puntata stagionale ai cosiddetti “Impresentabili“: giovedì 24 gennaio su La7 si discute di liste elettorali, di candidature scomode e dei grandi esclusi dalla corsa al Parlamento. Primo fra tutti, Nicola Cosentino: il coordinatore regionale campano è stato escluso a sorpresa proprio quando sembrava aver spuntato ancora una volta un posto in lista con il Pdl per il voto del 24 e 25 febbraio. Coinvolto in due processi, accusato di corruzione e collusione con la camorra (“il referente nezionale del clan dei Casalesi” si legge in una delle richieste d’arresto), è scampato due volte all’arresto grazie al voto contrario della Camera, ma stavolta dovrà rinunciare all’immunità. La pressione di Alfano e la paura di Berlusconi per i sondaggi che danno in vantaggio il centrosinistra, hanno fatto sì che l’ex sottosegretario all’economia fosse escluso dalle liste nell’ultimo, convulso pomeriggio prima che scadesse il termine ufficiale di presentazione. Tanto convulso che le agenzie di stampa hanno perfino dato Cosentino in fuga con i documenti elettorali: lui nega, ma qualcosa deve essere successo, visto che molti candidati sono stati convocati in un hotel a Napoli e costretti a rifirmare gli elenchi in gran velocità.

Servizio pubblico proverà a spiegare chi è “il re degli impresentabili” (ipse dixit) Cosentino, su cosa sono fondate le accuse di collusione con la camorra a suo carico, qual è il suo peso specifico nella politica locale:

Perché il deputato Pdl Nicola Cosentino è al centro di un’indagine sui Casalesi? E cosa faceva mentre il parlamento negava il suo arresto? A incastrarlo, secondo lui, sono stati “i soliti pentiti”, che lo indicano come garante politico del potente clan camorrista“.

Servizio pubblico se ne occupa questa sera con il magistrato Antonio Ingroia, candidato premier con la lista Rivoluzione civile, l’eurodeputata del Pd Lara Comi e soprattutto l’ex ministro delle Pari Opportunità del governo Berlusconi, Mara Carfagna, nota sostenitrice del “nemico interno” di Cosentino, il governatore campano Stefano Caldoro. Già due anni fa la Carfagna aveva chiesto la testa di Cosentino, sostenendo che dovesse “dimettersi per ragioni di opportunità politica“, mentre di recente si è espressa a favore della linea di Alfano sulle primarie, definendole “un passaggio irrinunciabile di quel percorso verso la pulizia“, per fare del Pdl  il “partito degli onesti e delle persone pulite, al di sopra di ogni sospetto“. Intervistata la scorsa settimana proprio da Servizio pubblico, aveva scelto di non rispondere alla domanda su Cosentino, limitandosi a dire che in merito alla sua candidatura avrebbe deciso la Commissione guidata dall’ex guerdasigilli Nitto Palma. Ma l’esclusione di Cosentino, almeno per lei, era certamente nell’ordine delle cose.

La nuova puntata di Servizio Pubblico è in onda giovedì 24 gennaio alle 21.10 su La7 e in streaming su www.serviziopubblico.it

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *