Servizio pubblico nella classifica Top Social: unico format italiano, 16° posto a livello mondiale

By on gennaio 31, 2013

text-align: center”>Servizio pubblico programma più commentato sui social

Servizio pubblico ha raggiunto un altro record: dopo lo storico traguardo di quasi nove milioni di telespettatori conquistati tre settimane fa con la puntata-evento che ha visto ospite Silvio Berlusconi, il programma di Michele Santoro può vantare un nuovo trofeo, stavolta sul fronte dei social media. Nonostante la formula del programma sia rimasta fedele al classico talk show d’appprofondimento in stile Santoro, l’interattività è sempre stato un aspetto importante della trasmissione sin dalla nascita di Servizio pubblico, che nella sua prima stagione è stata trasmessa attraverso un’inedito sistema multipiattaforma basato sull’integrazione di web 2.0, tv locali e digitale terrestre. E la sua popolarità in rete è andata crescendo nel tempo, fino a conquistare lo scettro di programma leader nei social network.

Servizio pubblico è l’unico programma italiano in classifica tra quelli più commentati nei social network e raggiunge il sedicesimo posto a livello mondiale. La stima è contenuta nel report 10 Trends for Social Tv in 2013 – The new shows the world will be talking about, effettuata dal del team di The Wit–World Information Tracking, che ogni anno stila la classifica dei programmi più social in vista dell’appuntamento col mercato internazionale di format televisivi di Cannes. Ebbene, l’analisi delle premières di tutti i programmi tv da settembre a dicembre 2012, con la comparazione del numero dei commenti generati in rete, ha decretato il successo della trasmissione di Michele Santoro.

Servizio pubblico, con la prima puntata della seconda stagione in onda su La7, è risultata la sedicesima trasmissione televisiva più commentata a livello globale, nonchè unico programma italiano in classifica. Una bella soddisfazione per il team di Santoro, considerando che l’elenco dei programmi più seguiti in rete è praticamente monopolizzato dall’intrattenimento e, in particolare, dai talent show e dal genere fiction: quello di La7 infatti è anche l’unico programma di approfondimento politico presente in classifica. Di Santoro si è sempre detto e scritto che in tv è il solo a saper fare ascolti da partite di calcio trattando la politica e l’attualità. Il genere del talk in studio con i collegamenti esterni nelle piazza, in sostanza, se l’è inventato lui negli anni ’80. Nel nuovo millennio, con la sua ultima creatura, ha raggiunto anche il traguardo di programma più seguito dai social network, mentre in tv continua a macinare ascolti puntata dopo puntata, confermando sempre l’ottima media di oltre tre milioni di telespettatori a puntata.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *