Servizio Pubblico, show senza precedenti di Silvio Berlusconi

By on gennaio 11, 2013
Silvio Berlusconi ospite di Michele Santoro

text-align: center”>Silvio Berlusconi ospite di Michele Santoro

SERVIZIO PUBBLICO è appena terminato e chi ha avuto la curiosità e la pazienza di seguirlo (chi non l’ha fatto può rivedersi la nostra diretta) sicuramente ha assistito a un pezzo di storia della televisione che rimarrà negli annali. Un colpo grosso quello di La7 di ospitare Silvio Berlusconi tra Michele Santoro e Marco Travaglio, e la trasmissione, partita con i soliti convenevoli, con forse un po’ di imbarazzo e timore reverenziale, un po’ come quando nel duello i due litiganti prima si studiano attentamente, si è scaldata poi a lungo andare tra ironia disarmante, comicità e punzecchiamenti raggiungendo livelli di forte pathos che hanno certamente coinvolto chi, davanti il piccolo schermo, non aspettava altro.

SILVIO BERLUSCONI ci è rimasto attaccato a quella sedia, senza se e senza ma, nonostante Travaglio, nonostante Santoro, giornalisti che finalmente non si sono fatti problemi a interloquire con lui sulla verità, malcelata e contraffatta, dell’italia intera. Ma a Servizio Pubblico stasera sono andate in scena ben due verità, quelle professate dai giornalisti, dai piccoli imprenditori, dall’Italia ferita e stanca e la verità di Silvio Berlusconi, Cavaliere senza macchia e senza paura (secondo il suo punto di vista) che non ha ceduto mai, nonostante qualche momento di difficoltà, fino ad arrivare all’ultimo minuto, proprio lì su quella sedia.

La stessa sedia che si diceva avrebbe abbandonato molto presto, alla prima domanda scomoda, al primo monologo di Marco Travaglio, e invece no perché mascherato con un sorriso da “faccia da schiaffi” non è stato lui a perdere le staffe come successo precedentemente in altre trasmissioni, ma è stato lui a far arrabbiare Michele Santoro, nel momento piuttosto patetico della lettera di Berlusconi sui precedenti di Marco Travaglio, colui, come ha detto, che ha costruito la sua fortuna sulla propria persona. Addirittura ha dichiarato che fu proprio Travaglio a farlo litigare con Indro Montanelli e queste come altre, sono state le tante esternazioni dell’ex Premier che, riuscito però a non lasciare la trasmissione,  lo ha ribadito a fine puntata come un trionfo.

Il momento più bello e che ha rivelato il volto di quell’Italia ferita da anni e anni di Berlusconismo lo ha fornito un grande Marco Travaglio, con tono sempre signorile e mai impazientito, nel suo rinvangare le amicizie dell’ex Premier e dell’Italia che avrebbe potuto essere e non è stata. Non tanto per le cose dette e vomitate in campagna elettorale, consuetudine piuttosto nota dei tanti politici, ma piuttosto per le cose non dette, che avrebbero potuto realizzare un’Italia diversa “pulita prospera, ricca”. Ecco il video sull‘intervento di Marco Travaglio a cui uniamo sinceramente la nostra ovazione:

About Alessia Onorati

E' laureata in Lettere indirizzo Discipline dello Spettacolo con una tesi sul metalinguaggio nel cinema documentario. Sin dalla tenera età amante della scrittura, è approdata al mondo del giornalismo con uno stage post universitario in un giornale locale della sua zona di residenza per poi iniziare varie collaborazioni da free lance con mensili di spettacolo e siti web. Appassionata di letteratura, viaggi, teatro e cinema, non può fare a meno della tv e soprattutto adora i programmi gialli e horror, nonché di mistero e approfondimento culturale "di qualità".

One Comment

  1. Pingback: Silvio Berlusconi ricoverato d’urgenza in ospedale: gravi problemi alla vista | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *