Beppe Grillo ha scelto il suo Presidente della Repubblica. E’ Dario Fo

By on febbraio 4, 2013
Beppe Grillo vuole Dario Fo come presidente

text-align: justify”>Beppe Grillo vuole Dario Fo come presidente

BEPPE GRILLO continua nella sua campagna elettorale, già ridefinita Tsunami Tour. E in effetti la carica del comico e la sorprendente partecipazione di Piazza sta caratterizzando i suoi comizi come oggi a Reggio Emilia in cui il leader del Movimento 5 Stelle, famoso per non avere peli sulla lingua, ha tuonato ancora contro tutto e tutti, dai politici della vecchia guardia rappresentati da Pd e Pdl “che per vent’anni hanno rovinato il Paese” alla stampa nazionale come Repubblica con cui il comico ce l’ha particolarmente dopo che il giornale in questione ha ricamato, e forse preso troppo sul serio le dichiarazioni riguardo un possibile bombardamento di Roma.  Non solo critiche  (nonostante l’ultima eclatante bocciatura di Servizio Pubblico e della stessa rete di La7) ma anche proposte, quelle di Beppe Grillo, che in piazza oggi pomeriggio ha annunciato il suo Presidente della Repubblica.

BEPPE GRILLO effettivamente non ha mai nascosto la sua insofferenza nei confronti dell’attuale capo dello Stato Giorgio Napolitano e a lui Beppe Grillo propone un’alternativa del tutto nuova. Non un politico né un giornalista ma un uomo di spettacolo, grande attore teatrale e straordinario drammaturgo e comico d’autore. Si tratta di Dario Fo, premio Nobel della Letteratura del 1997, che si è guadagnato l’approvazione di Grillo che vede in lui il Presidente ideale per rappresentare al meglio l’Italia,  tanto da affermare senza indugio: “Sosterremo Dario Fo come prossimo presidente della Repubblica”.

Una vera e propria crociata contro i mulini a vento quella di Beppe Grillo, sempre inopportuno e allo stesso tempo centrato nel suo obiettivo, autoritario e violento ma ugualmente propugnatore di un risveglio democratico, c’è chi dice che alle prossime elezioni arriverà terzo anche se per lui le cose andranno in modo diverso, come ha affermato oggi nel comizio di Reggio Emilia. “Chiunque vinca le elezioni se ne starà al Governo al massimo per sei mesi. Poi ci saranno nuove elezioni, e prenderemo tutto noi”.

About Alessia Onorati

E' laureata in Lettere indirizzo Discipline dello Spettacolo con una tesi sul metalinguaggio nel cinema documentario. Sin dalla tenera età amante della scrittura, è approdata al mondo del giornalismo con uno stage post universitario in un giornale locale della sua zona di residenza per poi iniziare varie collaborazioni da free lance con mensili di spettacolo e siti web. Appassionata di letteratura, viaggi, teatro e cinema, non può fare a meno della tv e soprattutto adora i programmi gialli e horror, nonché di mistero e approfondimento culturale "di qualità".

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *