Berlusconi annulla l’intervista ad Otto e mezzo con Gruber e Travaglio. Andrà da Mentana

By on febbraio 18, 2013

text-align: center”>Berlusconi rinuncia a Otto e mezzo con Marco Travaglio

Silvio Berlusconi ha annullato la sua partecipazione ad Otto e mezzo: incredibile a credersi, ma anche il Cavaliere che non ha mai rinunciato a rilasciare dichiarazioni ed interviste da quando ha iniziato la campagna elettorale, ha deciso di dare forfait proprio come Grillo a SkyTg24. Il leader del Pdl avrebbe dovuto prendere parte alla puntata di martedì 19 febbraio, in cui era prevista anche la partecipazione del vicedirettore del Fatto Quotidiano Marco Travaglio. Un nuovo incontro, il primo dopo la puntata-show di Servizio pubblico dello scorso 10 gennaio, cui però Silvio Berlusconi ha fatto sapere che non parteciperà. Nella stessa serata sarà però ospite, in prime time, del programma di Enrico Mentana Bersaglio mobile, in cui sono previsti interventi separati anche di Monti e Bersani.

Silvio Berlusconi sarebbe stato il secondo ospite di Lilli Gruber a Otto e mezzo, in una settimana caratterizzata dalla presenza dei diversi leader che si sfideranno alle elezioni del 24 e 25 febbraio in qualità di candidati premier o capi di coalizioni: si comincia lunedì 18 con Antonio Ingroia, candidato alla Presidenza del Consiglio per Rivoluzione civile, mercoledì invece è previsto l’intervento di Mario Monti, poi l’intervista ad Oscar Giannino di Fare per fermare il declino e infine, venerdì 22 febbraio, il leader del centrosinistra Pierluigi Bersani.

Lo staff di Silvio Berlusconi ha fatto sapere con una nota ufficiale che non c’è alcun timore per il confronto con Travaglio alla base della cancellazione dell’intervista, ma semplicemente una cattiva organizzazione in seno all’emittente di Telecom Italia, visto che Berlusconi ha ricevuto ed accettato l’invito del direttore del TgLa7 a partecipare nella stessa sera a Bersaglio mobile:

Ci dispiace ma non è colpa nostra la impensabile mancata comunicazione tra la signora Gruber e il direttore della sua stessa testata giornalistica“.

Intanto si intensifica il dibattito sul confronto tv tra candidati: l’attenzione si è spostata da La7 (dove Mentana si era detto più volte disposto ad ospitare i vari candidati) alla prima rete Rai. Paolo Bonaiuti, portavoce di Berlusconi e membro della commissione di Vigilanza, ha chiesto al direttore generale Gubitosi di prendere in considerazione la proposta del Cavaliere di un duello con Bersani, l’unico ritenuto utile in quanto Pd e Pdl sarebbero le sole forze a contendersi la vittoria alle urne. E c’è già chi ipotizza che l’attacco a Gubitosi (indicato da Bonaiuti come “portavoce” di Monti e del Pd) sia nient’altro che una mossa del Pdl per far saltare il giro di nomine di dodici vicedirettori di rete previsto al cda Rai di mercoledì, rinviando tutto a dopo il voto per guadagnare tempo utile.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *