Berlusconi contro Sanremo: “andava spostato. Hanno preparato qualcosa contro di me”

By on
foto di silvio berlusconi

text-align: justify”>foto di silvio berlusconiBELUSCONI ATTACCA SANREMO E LA RAI. Sanremo uguale polemiche. A pochi giorni dall’inizio della 63? edizione del Festival della Canzone italiana, che debutterà martedì in prima serata su Rai1, continuano le mille discussioni che accompagnano ogni edizione della kermesse canora. Questa volta a tuonare contro il Festival e i suoi organizzatori è il leader del PDL Silvio Berlusconi, secondo il quale era più giusto che la Rai spostasse la manifestazione al dopo elezioni, onde infastidire la campagna elettorale sempre più rovente. “Sanremo andava assolutamente spostato ed è incomprensibile la decisione della Rai, tanto più che ci stiamo giocando il nostro futuro con le prossime elezioni”. Secondo il Cavaliere, la scelta della Rai di confermare la manifestazione a ridosso delle prossime politiche del 24 e 25, è assolutamente fuori luogo, e costituirebbe un reale impedimento al procedere della campagna elettorale, giunta quasi all’epilogo. L’idea di spostare le date del Festival era già stata oggetto di discussione qualche mese fa. Berlusconi prosegue poi nel corso della videochat a Il Messaggero ancora più deciso: “Il Festival di Sanremo si aggiunge alla par condicio e complica la possibilità di comunicare. La par condicio è la legge più assurda che si poteva immaginare e che vige solo nel nostro sistema. Anche il più piccolo partito ha lo stesso spazio in tv del grande”. L’affermazione in questione non è del tutto vera, in quanto sia Berlusconi che gli altri leader dei partiti principali, hanno avuto sicuramente più spazio rispetto a quelli dei partiti minori.

Il conduttore della manifestazione Fabio Fazio ha ironicamente commentato le parole di Berlusconi tramite il social network twitter: “Berluconi ha detto che Sanremo andava spostato? Ma dove! Aspettiamo proposte”. Nell’ospitata di ieri sera, al programma Leader di Lucia Annunziata, il Cavaliere è tornato sull’argomento ribadendo: “essendoci una signora come la Littizzetto hanno preparato qualcosa contro il centrodestra e in particolare contro di me. Ma io non ho paura”. La presenza di molti artisti vicini notoriamente ad ambienti della sinistra (Dandini, Crozza, Marcorè, Bisio) non deve essere andata giù a Berlusconi, che teme per la sua rimonta. Da canto suo il neo direttore di Raiuno Giancarlo Leone, promette uguale trattamento a tutti i principali leader poitici e su twitter ribatte: “Monti, Berlusconi e Bersani sorteggiati per conferenze stampa Vigilanza su Rai2, il 12, 13 e 14 Febbraio, durante il Festival”. Da lunedì sera infatti, e per i prossimi quindici giorni, la seconda rete di stato ospiterà in prima serata, dal lunedì al venerdì le conferenze stampa a cura di Rai Parlamento. Quali polemiche cadranno ancora su Sanremo a tre giorni dalla premier?

About Salvatore Petrillo

Avellino gli ha dato i natali, sotto il segno del Toro. La sua passione per la conduzione televisiva e tutto quanto fa spettacolo è nata con lui e fin da piccolo partecipa a feste, recite e saggi. All’età di 8 anni comincia lo studio del pianoforte frequentando poi il Conservatorio “D.Cimarosa” di Avellino. Laureatosi prima in Scienze della Comunicazione presso l’Università degli studi di Salerno e poi in Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo presso l’Università La Sapienza di Roma con il massimo dei voti, continua ad approfondire e conoscere meglio tutte le varie sfaccettature del mondo televisivo. Collabora con il quotidiano a tiratura regionale Corriere dell’Irpinia scrivendo di attualità, cronaca, spettacolo e con l’agenzia di organizzazione eventi ADVS di Roma. Dopo una parentesi di un anno e mezzo a Londra, dove ha cercato di rubare i trucchi del giornalismo anglosassone, torna in Italia per frequentare un corso di dizione e uso della voce e uno di conduzione televisiva presso l’Accademia 09 di Milano. In futuro sogna di farsi strada nel mondo della conduzione televisiva e dello spettacolo.
Articolo aggiornato il

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *