Bianca Balti su Sanremo 2013: “mai stata interessata alla gara perchè ho altri gusti musicali. Ho rifiutato l’anno scorso con Morandi”

By on febbraio 13, 2013
foto di bianca balti

text-align: justify”>foto di bianca baltiBALTI, VALLETTA DELLA PUNTATA FINALE DI SANREMO. Bianca Balti, 28 anni, lodigiana è tra le top model più gettonate del momento. Un matrimonio alle spalle e una figlia avuta alla giovane età di 21 anni, sabato sera calcherà il palco dell’Ariston, in qualità di special guest. Vestita rigorosamente in Dolce&Gabbana, la Balti si racconta in un’intervista al settimanale Vanity Fair, a pochi giorni dal debutto. “Confesso, ho sempre guardato Sanremo, solo per vedere come erano vestite le presentatrici e fare pettegolezzi. Della competizione musicale me ne sono sempre fregata, perché ho altri gusti”. Come si dice la persona giusta nel posto giusto. Succede tutti gli anni che le vallette chiamate a Sanremo dicono di non apprezzare la musica italiana, ma allo stesso tempo accettano l’invito al Festival. Se proprio la musica di Sanremo vi fa così tanto schifo, potete almeno evitare di dirlo durante la kermesse e far finta di essere interessate? In compenso però la famiglia sarà molto contenta della sua partecipazione: ”per la mia famiglia Sanremo ha una certa importanza. Sono molto contenta che quest’anno verranno all’Ariston in pompa magna tra il pubblico”. La Balti che pur era stata contatta nelle edizioni precedenti: “me lo avevano offerto altre volte ma io l’ho sempre rifiutato. Non so se mi sarei sentita a mio agio con Gianni Morandi, dice di avere un maggiore feeling con i conduttori di questa edizione: “Fabio Fazio e Luciana Littizzetto mi somigliano di più, mi piace il loro modo di fare televisione, e quindi credo che mi troverò bene”.  Bianca ammette di essere un po’ dispiaciuta di essere presente solo nella serata finale: “avrei voluto fare tutto il periodo, ma la formula di quest’anno è così”.

Interrogata sulla storia della farfallina dello scorso anno di Belen Rodriguez dichiara: “con quel gesto desiderava far parlare di sé, e ci è riuscita, quindi ha ragione lei”. Tra la show girl sud americana e la Canalis, dichiara di aver apprezzato maggiormente Elisabetta, in quanto ha dimostrato di non prendersi troppo sul serio. Sul suo compito in quel di Sanremo Bianca promette spontaneità: “ci proverò, anche se sarà difficile, perché dalle riunioni con gli autori, ho capito che non è che si possa improvvisare molto. È tutto abbastanza preparato e scritto. Il mio obiettivo è non fare troppe figuracce, anche se so benissimo che tutta l’attenzione è sugli errori, non certo sul merito”.

La top model con molta onestà conferma che per fare il suo lavoro non ci vuole alcun talento: “anche le deficienti lo possono fare”. Sul suo futuro professionale è ancora molto incerta, anche se dice di aver imparato ad amare la sua professione, che prima non apprezzava molto. Futuro da attrice? “Mi piacerebbe molto ma per essere un’attrice bisogna avere talento e io non credo proprio di essere all’altezza”. Finalmente qualcuno che riconosce i suoi limiti e non prova ad innalzarsi a qualcosa che non è. Evviva la sincerità. Sabato sera, aspettiamo di vederla all’opera, per ora la promuoviamo almeno per la sua schiettezza.

About Salvatore Petrillo

Avellino gli ha dato i natali, sotto il segno del Toro. La sua passione per la conduzione televisiva e tutto quanto fa spettacolo è nata con lui e fin da piccolo partecipa a feste, recite e saggi. All’età di 8 anni comincia lo studio del pianoforte frequentando poi il Conservatorio “D.Cimarosa” di Avellino. Laureatosi prima in Scienze della Comunicazione presso l’Università degli studi di Salerno e poi in Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo presso l’Università La Sapienza di Roma con il massimo dei voti, continua ad approfondire e conoscere meglio tutte le varie sfaccettature del mondo televisivo. Collabora con il quotidiano a tiratura regionale Corriere dell’Irpinia scrivendo di attualità, cronaca, spettacolo e con l’agenzia di organizzazione eventi ADVS di Roma. Dopo una parentesi di un anno e mezzo a Londra, dove ha cercato di rubare i trucchi del giornalismo anglosassone, torna in Italia per frequentare un corso di dizione e uso della voce e uno di conduzione televisiva presso l’Accademia 09 di Milano. In futuro sogna di farsi strada nel mondo della conduzione televisiva e dello spettacolo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *