Bruno Arena: prime reazioni alle cure ma la prognosi resta riservata

By on febbraio 20, 2013
foto-bruno-arena

text-align: center”>Bruno Arena

Sono poche le novità su Bruno Arena, il comico dei Fichi D’India che poche settimane ha subito un’emorragia celebrale durante la registrazione di una puntata di Zelig. Il comico  stato da poco trasferito dall’Ospedale San Raffaele di Milan in un centro di riabilitazione milanese dove ha iniziato le cure e, nonostante qualche piccola reazione, la prognosi resta riservata. A confermarlo è anche Massimo Zoli della Ridens Management: “Mi rendo conto che da giorni non diamo informazioni nuove sulle sue condizioni. Purtroppo i medici non hanno novità da comunicare, non si sbilanciano assolutamente e non riusciranno a sciogliere la prognosi fino a quando si sarà svegliato completamente. Ora Bruno è nel miglior centro in cui potrebbe essere e la cura riabilitativa è iniziata, continua ad avere piccole reazioni che ci fanno sperare ogni giorno di più”.

Piccole reazioni che fanno fanno ben sperare familiari e amici che stanno sostenendo in qualsiasi modo Bruno Arena. In primis c’è il suo amico Massimiliano Cavallari che sul proprio profilo facebook continua ad aggiornare i fan dei Fichi d’india e non si risparmia nel postare foto con l’amico. Inoltre la Ridens Management ha diramato un comunicato stampa in cui ringrazia tutti coloro che in questi giorni stanno combattendo con loro e con Bruno Arena e per l’affetto dimostrato dal pubblico sperando che da un momento all’altro il comico possa risvegliarsi e tornare a far ridere.

“Ad un mese dal malore che ha colpito Bruno Arena mentre era sul palco di Zelig con il suo inseparabile socio Max Cavallari, le richieste di informazione sul suo stato di salute e le testimonianze d’affetto nei confronti dei Fichi D’India non accennano a diminuire. Questo mi conferma che in 25 anni di carriera, nei quali hanno fatto ridere tutta Italia, sono riusciti ad entrare nei cuori di milioni di fans appassionati, non soltanto perchè autentici fuoriclasse della risata, ma anche per il grande cuore con il quale da sempre si donano al loro pubblico. Quante volte alla fine di una serata ho dovuto trascinarli via dopo ore di foto, autografi e chiacchiere con chi li aveva aspettati paziente fuori da un teatro! Bruno ha sempre un saluto per tutti, un sorriso, una battuta, sempre il primo ad arrivare e l’ultimo ad andar via: Bruno non si può non amare”

 

 

About Federico Ranauro

Nato e residente in provincia di Salerno ma da cinque anni vive a Parma. Ha conseguito la laurea triennale in Scienze della Comunicazione e la specializzazione in Giornalismo e cultura editoriale presso l’Università di Parma. Ha la passione per la scrittura e lavora come giornalista da circa tre anni, in particolare nel settore sportivo e televisivo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *