E’ Stato la Mafia, il nuovo spettacolo teatrale di Marco Travaglio debutta il 4 e il 5 febbraio a Bologna

By on febbraio 2, 2013
Marco Travaglio e Isabella Ferrari a teatro

text-align: center”>Marco Travaglio e Isabella Ferrari a teatro

MARCO TRAVAGLIO E ISABELLA FERRARI TORNANO A TEATRO CON E’ STATO LA MAFIA. Il famoso giornalista e vicedirettore del Fatto Quotidiano, Marco Travaglio, si cimenta in una nuova avventura teatrale attraverso uno spettacolo dal titolo E’ Stato la Mafia, prodotto da Promo Music di Marcello Corvino. In realtà il progetto iniziale doveva essere Votare informati, ma le ultime turbolente vicende politiche hanno costretto il giornalista a ripiegare per un altro format, sebbene integrerà all’interno di esso anche questa prima scelta. Durante lo spettacolo è infatti previsto un prologo dal titolo Votare informati. Il Parlamento è anche tuo, aiutaci a tenerlo pulito, attraverso la lista di tutti i candidati impresentabili che si presentano alle imminenti elezioni, con l’obiettivo di mettere in guardia il pubblico presente in sala. Dopo il successo di Anestesia totale nel 2011, Marco Travaglio, che recentemente ha querelato Silvio Berlusconi, ha voluto ancora una volta Isabella Ferrari al suo fianco. Il debutto è previsto per il 4 e 5 febbraio al Teatro Europauditorium di Bologna. Le tappe successive saranno a Roma, Torino, Firenze e Milano. Di seguito le date complete del tour.

4 e 5 febbraio Bologna, Teatro Europauditorium

6 febbraio Trieste, Politeama Rossetti

8 febbraio Pescara, Teatro Massimo

9 febbraio Roma, Gran Teatro

22 febbraio Taneto di Gattatico, Circolo Arci Fuoriorario

23 e 24 febbraio Torino, Teatro Colosseo

27 e 28 febbraio Genova, Teatro Politeama Genova

1 marzo Bergamo, Teatro Creberg

9 marzo Forlì, Pala Credito di Romagna

10 marzo Padova, Gran Teatro Geox

15 e 16 marzo Milano, Teatro dal Verme

22 marzo Modena, Palasport G.Panini

Lo spettacolo intende indagare e informare sulla trattativa Stato Mafia, avviata nel lontano 1992 e proseguita fino ad oggi. L’accordo stipulato dal nostro governo e Cosa Nostra sarebbe avvenuto subito dopo le tristi vicende avvenute nel biennio 1992/1993. Una frase di Salvatore Borsellino racchiude l’intento di tutto lo spettacolo: La trattativa è il peccato originale della Seconda Repubblica. E senza verità e giustizia sulle stragi non ci possiamo definire un paese civile. Uno spettacolo ricco di documenti, fatti di cronaca in grado di far luce sui patti inconfessabili che hanno caratterizzato la Seconda Repubblica e continueranno ad interessare sicuramente anche la Terza Repubblica, che nascerà dopo le prossime elezioni. La storia ci insegna come l’Italia abbia sempre avuto un rapporto molto anomalo e conflittuale con la verità. Marco Travaglio, grazie alla voglia di diffondere le informazioni tipica di un giornalista, ci regala questo percorso fra le trame più oscure e nascoste della criminalità italiana.

About SimonaBerterame

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *