Enrico Mentana su La7: “Telecom venderà, se cambia la linea editoriale me ne vado”

By on febbraio 10, 2013

text-align: center”>La7 in vendita, parla Enrico Mentana

Enrico Mentana è convinto che la vendita di La7 andrà in porto: nelle ore febbrili di trattativa tra Telecom e i potenziali acquirenti che hanno presentato offerte vincolanti per l’emittente tv, il direttore del TgLa7 è intervenuto sulla questione con un breve editoriale nell’anteprima del suo giornale. In corsa ci sono Urbano Cairo con la sua Cairo Communications, che già si occupa della raccolta pubblicitaria per La7, e il fondo Clessidra guidato da Claudio Sposito. Il primo acquirente in vantaggio sul secondo, sembrerebbe. Ma come ha confermato lo stasso direttore del TgLa7, altri soggetti potrebbero introdursi nella trattativa per la cessione dell’emittente tv e dei multiplex di frequenze, come l’editore di Europa7. La decisione del cda di Telecom è stata rinviata al possimo 18 febbraio.

Enrico Mentana, nell’incertezza del momento, ha scelto di rafforzare l’offerta informativa della sua testata, con un nuovo spazio dal titolo TgLa7 Cronache, un approfondimento che segue l’edizione del telegiornale delle 13.30 e sostituisce in parte quella fascia un tempo occupata da Cristina Parodi e dal suo programma cancellato per bassi ascolti. E allo stesso tempo ha voluto rassicurare quanti temono che l’arrivo di un nuovo editore possa minacciare l’equilibrio della rete, soprattutto sul versante della qualità e dell’indipendenza dell’informazione. Lo ha fatto nell’anteprima del suo telegiornale, confermando che la vendita di La7 non influirà sul lavoro dei giornalisti e che sarebbe disposto perfino a lasciare il suo incarico qualora la proprietà dovesse risultare in conflitto con l’attuale linea editoriale.

Enrico Mentana si dice ottimista sulla conclusione della trattativa per la cessione di La7, ma non nasconde le difficoltà derivanti dal passivo della società. Conosce bene i conti di La7, Mentana, ma conferma l’indipendenza della sua testata rispetto all’imminente cambio di proprietà: una dichiarazione d’intenti che vale per il presente e per il futuro.

Ci sono preoccupazioni ben motivate perchè il conto economico de La 7 è in passivo si andrà a momenti difficili di confronto. È altrettanto certo però che non bisogna avere paura del nuovo (…) Noi solo questo mestiere sappiamo fare e continueremo a farlo. E ci ostiniamo a pensare che nessuno verrà per tacitare queste voci. Un’ impresa ha bisogno del segno piu nelle sue voci e il telegiornale sta nel segno più

Mentana non sarebbe disposto a rimanere sulla rete a tutti i costi se il nuovo azionista, per quanto legittimato ad intervenire sulla linea editoriale dell’emittente, dovesse mettere a rischio l’indipendenza dell’informazione di La7. Mentana, in quel caso, sarebbe perfino disposto a lasciare la direzione del tg:

Continueremo a fare il nostro mestiere, se verrà qualcuno che vorrà cambiare la nostra linea, allora forse sarà meglio andarsene, ma io non credo che sarà così. E l’ottimismo non è solo di facciata“.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *