Gabriele Cirilli da maggio su Rai1 con C Factor. In giuria Carlo Conti

By on febbraio 28, 2013
foto di gabriele cirilli

text-align: justify”>foto di gabriele cirilliIL MOMENTO D’ORO DI GABRIELE CIRILLI.  Dopo aver preso parte alla prima e alla seconda edizione di Tale e quale show, ed essersi distinto per una esilarante imitazione del rapper sudcoreano PSY con la hit Gangnam Style, per il comico romano si sono spalancate le porte di Rai1. Prima ospite dell’Anno che verrà, la trasmissione che ha accompagnato i telespettatori di Rai1 nel 2013, poi interprete di Claudio Villa (che aveva anche imitato qualche mese prima a Tale e quale) nella fiction record di ascolti Volare, con Beppe Fiorello; venerdì scorso ha debuttato nelle insolite vesti di conduttore al fianco di Fabrizio Frizzi, nel nuovo game di prima serata Red or Black, Tutto o Niente? Gli impegni di Cirilli, con la tv di Stato, non sono però finiti qui. Domenica tornerà a vestire i panni di Dante Piccione, nell’ottava serie di Un Medico in famiglia. Quanto al ruolo che interpreta da tre edizione, nella fiction di Raiuno Cirilli dichiara: “Il mio personaggio è molto spiritoso e presente in tutte le puntate, ma dovrebbe aumentare il proprio spessore nella storia. È quel che mi auguro, altrimenti, pur essendo legato a cast e produzione, mi vedrei costretto a lasciare, dopo tre splendide stagioni” (fonte il Tempo). Questa risposta potrebbe rappresentare la sintesi perfetta di quello che Gabriele sta cercando di fare sul suo personaggio. Da semplice comico, quale lo abbiamo conosciuto agli esordi a Zelig, continua a poco a poco a guadagnare di credibilità, dedicandosi solo a  progetti molto importanti.

Terminato l’impegno con Red or Black, pensa già al suo futuro lavorativo. Non ha alcuna intenzione di smettere le vesti da conduttore, infatti, già nel maggio prossimo dovrebbe debuttare con una nuova trasmissione comica su Rai1, dal titolo provvisorio C Factor, (dove C indica appunto Comicità): “Sarà una trasmissione dedicata ai comici di casa nostra. Saranno 4 puntate durante le quali giovani comici sconosciuti avranno modo di farsi conoscere e valutare da una giuria nella quale, per adesso, l’unico nome certo è quello di Carlo Conti“. L’idea di partenza è dello stesso Conti e Cirilli, che promette di essere una spalla per i vari artisti, sullo stile di Bisio a Zelig. Il programma ricorda vagamente i format di nuova generazione, con una giuria e una gara ad eliminazione. Chi siederà al fianco di Conti? Quest’ultimo dopo il fortunato esperimento di qualche stagione fa con Voglia d’aria fresca, cerca di riportare la comicità sulla rete ammiraglia Rai, questa volta lasciando la conduzione ad un comico di professione.

Non solo programmi televisivi nel futuro di Cirilli, ma anche fiction: “Una miniserie dal titolo Il sindaco che rappresenta la versione moderna di Don Camillo e Peppone. È ambientata nella provincia italiana di cui voglio raccontare i problemi più attuali e scottanti. Non ci saranno i casi gialli, ma tutto ciò che ruota intorno alla provincia italiana e ai suoi personaggi. Io sarò il protagonista, il sindaco che è anche il farmacista del paese”. Al suo fianco, per questo nuovo progetto, vorrebbe coinvolgere Flavio Insinna ed Enrico Brignano, due amici nonchè alunni della stessa scuola di recitazione di Gigi Proietti.

Quanto allo show che lo ha lanciato e che nell’edizione attualmente in onda, stenta a decollare, Cirilli sottolinea: “Devo a Zelig popolarità e successo. Ma la tv è fatta di alti e bassi. Probabilmente quest’anno non c’è stato ancora un ricambio di comici che abbia colpito favorevolmente il pubblico”.  Il direttore di Raiuno, ha più volte ribadito quello che è il suo obiettivo principale: abbassare l’età media del pubblico della rete. Probabilmente Leone ha intercettato in Cirilli, il personaggio giusto per dare inizio a questa mission. Siamo sicuri sia lui quello di cui Raiuno ha bisogno?

About Salvatore Petrillo

Avellino gli ha dato i natali, sotto il segno del Toro. La sua passione per la conduzione televisiva e tutto quanto fa spettacolo è nata con lui e fin da piccolo partecipa a feste, recite e saggi. All’età di 8 anni comincia lo studio del pianoforte frequentando poi il Conservatorio “D.Cimarosa” di Avellino. Laureatosi prima in Scienze della Comunicazione presso l’Università degli studi di Salerno e poi in Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo presso l’Università La Sapienza di Roma con il massimo dei voti, continua ad approfondire e conoscere meglio tutte le varie sfaccettature del mondo televisivo. Collabora con il quotidiano a tiratura regionale Corriere dell’Irpinia scrivendo di attualità, cronaca, spettacolo e con l’agenzia di organizzazione eventi ADVS di Roma. Dopo una parentesi di un anno e mezzo a Londra, dove ha cercato di rubare i trucchi del giornalismo anglosassone, torna in Italia per frequentare un corso di dizione e uso della voce e uno di conduzione televisiva presso l’Accademia 09 di Milano. In futuro sogna di farsi strada nel mondo della conduzione televisiva e dello spettacolo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *