Glee accusato di plagio e intanto gli attori si spogliano. Jake parla della prossima piccante puntata

By on febbraio 3, 2013
glee naked

text-align: justify”>Glee 4 è la serie della discordia: o la si ama o, molto spesso, la si odia. Accusata di non seguire più una linea narrativa coerente, additata per gli ascolti in calo rispetto alle precedente edizioni, il nuovo fulmine nel cielo della Fox viene scagliato da un tale Jonathan Coulton. Secondo quanto riportato dal cantante, il brano “Baby got back” cantanto nell’ultimo episodio, Sadie Hawkins, sarebbe un plagio della sua versione. Uguale l’arrangimento e gli accordi, Coulton scrive su twitter:“Hey guardate, @GLEEonFOX mi ha rubato la cover di Baby got Back.. Non mi hanno mai contattato.. Che classe!!”.

Solo successivamente Coulton spiega di essere stato contatto dai producers di Glee che hanno precisato di avere tutto il diritto di poter fare quanto fatto e anzi, si vantano pure di aver dato gran visibilità al brano (non citato neanchè nei titoli di coda).

Ma per una polemica che si accende ci sono migliaia di teenager in fiamme per la puntata trasmessa negli Usa (che noi in Italia vedremo giovedì su Fox) intitolata “naked” (nudi). (di seguito spoiler)

Dopo essere rientrati in corsa per le Nazionali (grazie all’inganno dei Warblers svelato), le Nuove Direzioni sono ancora alle prese con la classica raccolta fondi per pagarsi il viaggio. Così, dopo aver organizzato fiere, aste e cori, la nuova proposta è quella di realizzare un calendario. Inutile dire che sotto quei personaggi da sfigati, gli attori di Glee celano pettorali e tartarughe scippate da una passerella o da un book fotografico. Per la prima volta, gli attori si mostrano sexy e le fan dimostrano di apprezzare notevolemente. In merito alla puntata parla Jacob Artist, new entry tra i protagonisti nel ruolo di Jake.

“Ci siamo divertiti molto ma è stato anche un pò imbarazzante” dice. “Gli autori mi hanno proposto di infilarmi una zucca al posto delle mutande ma devo dire che tutti avevamo dei vestiti davvero buffi. Ci siamo presi in giro per tanti giorni a seguire”.

“Ci siamo messi a nudo non solo fisicamente ma anche metaforicamente. Il mio personaggio, ad esempio, mostrerà un lato ancora inedito e rafforzerà il suo legame con Marley”.

Vedere per credere, è il caso di dire. Appuntamento quindi a giovedì sera, in prime time, su Fox (111 Sky).

About Simone Rausi

Quando nacque a Catania nel 1986, Pippo Baudo urlò “Fantastico!”. Già, la settima edizione era in onda su Raiuno in quel momento. Ha divorato decenni di fiction e programmi tv prima di laurearsi in Scienze della comunicazione. Ha fatto lo speaker, il giornalista, il blogger e attualmente è copywriter presso un’agenzia di pubblicità (ma sua nonna dice in giro che fa il copriwater). Ha scritto un romanzo sui carciofi ma non ne mangia uno da anni. Lo trovate su tutti i social network del mondo… o davanti qualche schermo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *