Lancio di sedie e insulti al comizio di Ruotolo: la campagna elettorale si fa sempre più accesa

By on febbraio 12, 2013

text-align: center”>

Lancio di sedie e insulti al comizio di Ruotolo: la campagna elettorale si fa sempre più accesa. Mancano poco meno di due settimane alla concitata campagna elettorale e i toni si fanno sempre più caldi. Ne sa qualcosa Sandro Ruotolo. Il politico di Rivoluzione Civile è stato insultato e gli sono state lanciate contro delle sedie ieri a Civita Castellana dove si trovava per un comizio. A rivendicare il gesto sarebbe stato un gruppo di manifestanti di Casa Pound che ha stigmatizzato l’evento parlando di goliardica manifestazione di dissenso. Come ha specificato la capolista democratica in Lazio 2 Donatella Ferranti, non si è trattato affatto di goliardia ma di un vero e proprio attacco personale al candidato di Rivoluzione Civile a cui lei e il suo gruppo hanno espresso solidarietà. Ciò che colpisce è il fatto che i gruppi di centrodestra sembrano non esprimere pareri a riguardo preferendo mantenere il silenzio. 

La Ferranti si riferisce sopratutto a Storace, che preferisce mantenere le distanze. Ecco come sarebbero andate le cose. Sul palco stava parlando un rappresentante della coalizione politica di Ingroia, poi è toccato a Ruotolo e a quel punto un gruppetto di giovani di Casa Pound avrebbe rivolto insulti a Ruotolo. Ne è nato un diverbio con i gruppi di Rc e a seguito sono stati chiamati i carabinieri. Ad essere ascoltato è stato proprio il candidato di Rivoluzione Civile. Le registrazioni video di quanto avvenuto sono agli atti. La solidarietà per Ruotolo è venuta da vari gruppi politici. Antonio Ingroia  ha manifestato a Sandro Ruotolo la sua vicinanza, ribadendo la sua posizione di anti-fascista.  Ingroia si auspica che i candidati politici siano tutelati per proseguire questi ultimi giorni di campagna elettorale.

Anche Antonio Di Pietro, candidato a Rivoluzione Civile e leader di Italia dei Valori si unisce alla solidarietà con Sandro Ruotolo. Solidale lo è stato anche Fini che ha telefonato a Ruotolo. Anna Finocchiaro, per il bene dell’Italia, si augura che il clima dell’aggressione a Ruotolo non si ripeti più, sperando che si tratti solo di un fatto isolato. Che dire, un evento davvero spiacevole. Le elezioni sono alle porte e ci auguriamo davvero che un fatto così spiacevole non si ripeta da nessuna classe politica

About Dario Ghezzi

Dario Ghezzi nasce il 28 Giugno 1988. Fin da bambino matura la passione per la scrittura e il mondo dell’arte. Dopo il Liceo Classico si iscrive alla facoltà di Letteratura musica e spettacolo dell’Università la Sapienza di Roma laureandosi nel 2011. Nel 2012 si iscrive alla magistrale di Cinema Televisione e Produzione Multimediale dell’università Roma 3 e nello stesso anno ha frequentato una scuola di recitazione. E’ autore di tre romanzi usciti con ilmiolibro.it

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *