Mara Venier: “Contatta da Maria de Filippi per Amici, sarà la Rai a decidere. Apprezzo Alessandra, Emma e Chiara Galiazzo”

By on

text-align: justify”>foto di mara venierMARA VENIER AD AMICI? Si erano nei giorni scorsi diffuse voci di un possibile approdo di Mara Venier al talent show Amici, nelle vesti di giurata. Quello che sembrava sulla carta, un corteggiamento impossibile della bionda conduttrice Mediaset alla signora dei pomeriggi Rai, trova conferma nelle parole della diretta interessata. È stata, infatti, la stessa Venier, dalle pagine del settimanale Fama a confermare la notizia: “sul fronte Amici è vero, c’è una proposta che mi ha fatto Maria De Filippi; Lucio Presta, il mio agente, ne sta parlando qui in Rai, naturalmente devo avere un permesso anche se non ho un contratto di esclusiva. A me piacerebbe, sarà poi il mio direttore generale, Luigi Gubitosi, a decidere se farò Amici o no; è vero che c’è una trattativa”. La Venier manca a Mediaset dal 2009, quando fu l’inviata dell’ultima edizione della Fattoria condotta da Paola Perego. Ammette che le piacerebbe molto poter partecipare ad Amici, e che segue i talent: “li seguo, mi divertono e credo che sia giusto dare spazio ai giovani. I talent offrono loro la possibilità di venire fuori: ad Amici abbiamo visto Alessandra Amoroso, Emma. Sono una grande opportunità per questi ragazzi, ai miei tempi non esistevano, per cui ben vengano. Dopo la Amoroso, bravissima, ed Emma Marrone, mi piace molto anche Chiara Galiazzo, che ha vinto X-Factor ed è stata protagonista di Sanremo. E trovo bravissimo il conduttore Alessandro Cattelan. Ha dei tempi perfetti, tra i giovani è onestamente il più bravo di tutti e quello che mi piace di più”.

Nell’intervista spazio anche al recente Festival di Sanremo e alle polemiche dei giorni scorsi sugli alti cachet percepiti dai protagonisti: “penso che ognuno meriti il proprio: Luciana Littizzetto per me è fantastica, un mito; Fabio Fazio è un bravissimo conduttore. Hanno dato molti soldi anche prima, mi pare che i conduttori di questa edizione ne abbiano presi meno e che ci sia stato un taglio del 10 per cento su tutto il Festival complessivamente. In questo Sanremo ci sono stati artisti di grandissima qualità, da Elio e le storie tese ai Modà; un cast fortissimo anche se non popolarissimo”. Come darle torto: un personaggio allegro, irriverente, spontaneo come la Littizzetto che ha monopolizzato le cinque serate e che è stata la vera rivelazione di Sanremo, non ha avanzato alte pretese, se si considera il lavoro svolto all’Ariston.

Riguardo alla possibilità di tornare a condurre il contenitore domenicale che le ha dato tanto successo Mara dichiara: “la mia prima Domenica In risale a 20 anni fa, per cui è chiaro che sono cambiati i tempi. Probabilmente le mie edizioni di Domenica In sarebbero non attuali, non contemporanee, forse da rottamare, anche se sono rimaste nel cuore degli italiani”. Tale dichiarazione non fa sperare in un ritorno alla trasmissione che le ha dato la celebrità, e probabilmente è anche giusto così. La vita è fatta di stagione e cambiamenti; cercare di replicare un successo che si è avuto in passato, non darebbe gli stessi frutti.

Mara Venier in questo arco di vita è il volto perfetto per il contenitore pomeridiano di Raiuno: La vita in diretta è un programma vincente da 20 anni, non ha bisogno di cambiamenti: quando sono arrivata io ho dato una mia caratteristica, un mio modo di essere e di fare, ma La vita in diretta è il programma leader del pomeriggio ormai da 18 anni; va da solo, poi ovviamente il conduttore in qualche modo lo personalizza con il suo modo di essere; è una macchina da guerra con un grande comandante che si chiama Daniel Toaff.” Le piacerebbe moltissimo tornare a lavorare con il suo partener Lamberto Sposini, che non ha per nulla dimenticato e che continua ad aspettare: “Lamberto è sempre con me, prima di tutto; è come se da un momento all’altro dovesse entrare in studio. Io l’ho detto allora e lo dico adesso: sono qui che lo aspetto”.

Mara è uno dei volti migliori della televisione italiana. Sempre garbata, preparata, professionale ma allo stesso tempo allegra, spontanea e mai scontata, ci regala tutti i pomeriggi quel giusto mix tra informazione e intrattenimento. Sperando di continuare a vederla quotidianamente al timone de La vita in diretta, ci piacerebbe molto poterla apprezzare anche ad Amici. In attesa che mamma Rai capisca di avere tale professionalità e la utilizzi anche in prime time.

About Salvatore Petrillo

Avellino gli ha dato i natali, sotto il segno del Toro. La sua passione per la conduzione televisiva e tutto quanto fa spettacolo è nata con lui e fin da piccolo partecipa a feste, recite e saggi. All’età di 8 anni comincia lo studio del pianoforte frequentando poi il Conservatorio “D.Cimarosa” di Avellino. Laureatosi prima in Scienze della Comunicazione presso l’Università degli studi di Salerno e poi in Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo presso l’Università La Sapienza di Roma con il massimo dei voti, continua ad approfondire e conoscere meglio tutte le varie sfaccettature del mondo televisivo. Collabora con il quotidiano a tiratura regionale Corriere dell’Irpinia scrivendo di attualità, cronaca, spettacolo e con l’agenzia di organizzazione eventi ADVS di Roma. Dopo una parentesi di un anno e mezzo a Londra, dove ha cercato di rubare i trucchi del giornalismo anglosassone, torna in Italia per frequentare un corso di dizione e uso della voce e uno di conduzione televisiva presso l’Accademia 09 di Milano. In futuro sogna di farsi strada nel mondo della conduzione televisiva e dello spettacolo.
Articolo aggiornato il

One Comment

  1. Rossella

    febbraio 21, 2013 at 13:46

    Non seguo spesso i suoi programmi ma devo ammettere che dal mio punto di vista è la conduttrice che meglio incarna lo spirito goliardico della televisione.
    Si potrebbe discutere sullo stile ma sarebbe comunque un giudizio conformistico. Rimangono la coerenza e lo spirito di adattamento che non sono cosa da poco! Accettare di partecipare ad Amici è una scelta coraggiosa perché ogni artista sa che gli esordi non sono contrassegnati da consensi tanto ampi, quì al massimo criticano il talent come genere televisivo! Dunque potrebbe apparire surreale come programma!
    Io al suo posto avrei declinato l’invito ma una donna di spettacolo è consapevole che esiste un solo palco, una sola scena oltre la vita: brava Mara!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *