Paolo Bonolis: “Complimenti a Fazio, anche se la Rai si dimentica di Morandi e della Clerici”. E su Stasera mi tuffo

By on febbraio 26, 2013
foto di paolo bonolis

text-align: justify”>foto di paolo bonolisBONOLIS SU SANREMO 2013. Paolo Bonolis, tra i migliori conduttori del panorama televisivo italiano, sul nuovo numero di Chi in edicola domani, rilascia alcune dichiarazioni, alquanto piccanti, sulla edizione appena terminata del Festival della canzone italiana: “credo che la Rai abbia trovato la strada giusta con Fazio. Mi spiace solo che la cassa mediatico-politica abbia dovuto spegnere il lavoro e il successo delle precedenti edizioni di Morandi e della Clerici. Si può essere bravi senza cancellare dall’anagrafe o mortificare altri esseri umani”. Bonolis, rivendica l’ottimo lavoro svolto nel 2005 e nei quattro anni precedenti all’ultimo, tanto da lui quanto dal suo agente Lucio Presta che in accoppiata con il direttore artistico musicale Gianmarco Mazzi, ha realizzato le ultime quattro edizioni della kermesse canora: tutti Festival di grande successo. In realtà il direttore di Raiuno Leone in tutte le varie conferenze stampa ha ribadito di voler dare una svolta radicale alla manifestazione rispetto al passato, pur non dimenticando di sottolineare il successo delle edizioni precedenti. Bonolis continua l’attacco, ricordando anche alcune scelte artistiche che lui stesso apportò alla manifestazione nel 2009: “Non credo sia colpa di Fazio, che ha fatto un lavoro eccellente, ma qualcuno ha dimenticato qualche cosa. La valletta, per esempio, non c’era neppure nella nostra edizione del 2009, anche noi avevamo proposto la musica classica con Mozart e i Pink Floyd, non parliamo degli ascolti”.

Si complimenta con Fazio per i buoni risultati in termini di ascolti e di qualità, ma ricorda che lui per primo nel 2009 aveva fatto delle scelte di qualità. Da non sottovalutare, che l’edizione in questione, fu molto delicata da realizzare, in quanto succedeva a quella del 2008 condotta da Pippo Baudo, che risulta ad oggi essere la meno vista in assoluto. Sul suo futuro professionale che lo vorrebbe prossimo conduttore di Stasera mi tuffo, Bonolis non conferma ne smentisce: “Non ho mai fatto un talent, ho sempre condotto programmi artigianali, ma prima o poi vorrei vederne i meccanismi da vicino”. Dovrebbe essere proprio lui a prendere le redini del talent sui tuffi, previsto in primavera su Canale5. Proprio in questi giorni si sta mettendo a punto un possibile cast di concorrenti, e una giuria di esperti. Staremo a vedere come si svilupperà il progetto. Per ora facciamo i nostri complimenti ad un indiscusso professionista del piccolo schermo, che riesce sempre a portare al successo qualsiasi prodotto realizzi.

About Salvatore Petrillo

Avellino gli ha dato i natali, sotto il segno del Toro. La sua passione per la conduzione televisiva e tutto quanto fa spettacolo è nata con lui e fin da piccolo partecipa a feste, recite e saggi. All’età di 8 anni comincia lo studio del pianoforte frequentando poi il Conservatorio “D.Cimarosa” di Avellino. Laureatosi prima in Scienze della Comunicazione presso l’Università degli studi di Salerno e poi in Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo presso l’Università La Sapienza di Roma con il massimo dei voti, continua ad approfondire e conoscere meglio tutte le varie sfaccettature del mondo televisivo. Collabora con il quotidiano a tiratura regionale Corriere dell’Irpinia scrivendo di attualità, cronaca, spettacolo e con l’agenzia di organizzazione eventi ADVS di Roma. Dopo una parentesi di un anno e mezzo a Londra, dove ha cercato di rubare i trucchi del giornalismo anglosassone, torna in Italia per frequentare un corso di dizione e uso della voce e uno di conduzione televisiva presso l’Accademia 09 di Milano. In futuro sogna di farsi strada nel mondo della conduzione televisiva e dello spettacolo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *