Sanremo 2013, Fazio: “Sarò il Re del Carnevale per tutta la settimana”. Littizzetto: ” Non diamo al Festival valenze che non ha”

By on febbraio 5, 2013
foto di fabio fazio e di luciana littizzetto

text-align: justify”>foto di fabio fazio e di luciana littizzettoLE DICHIARAZIONI DEI CONDUTTORI A POCHI GIORNI DAL DEBUTTO. Manca solo una settimana alla partenza della 63? edizione del Festival della Canzone Italiana. Martedì prossimo alle 21.10 su Raiuno, si accenderanno i riflettori sulla  kermesse canora. Ieri mattina in quel di Sanremo, c’è stata la conferenza stampa di presentazione di tutte le novità che caratterizzeranno questo Festival. Al settimanale TV Sorrisi e Canzoni i due conduttori, Luciana Littizzetto e Fabio Fazio raccontano i loro stati d’animo e i loro obiettivi a pochi giorni dal debutto. Fazio, ha accettato di tornare a Sanremo dopo 13 anni: “per divertirmi. Dopo anni di carriera ci si può anche permettere il lusso di fare il Re del carnevale per una settimana”. La parola d’ordine sarà allegria e leggerezza: “stiamo vivendo anni bui, questo è un periodo di tensione emotiva per le elezioni, per la crisi economica. Vorrei regalare una settimana di spensieratezza nella quale si fa festa con quello che si ha” –dichiara Fabio. Quest’anno Sanremo dovrà fare i conti con la spending review varata dalla Rai, che ha portato alla progressiva diminuzione dei vari eccessi e super ospiti internazionali delle edizioni precedenti. La Littizzetto promette spontaneità e divertimento: “Sanremo è un gioco non diamogli valenze che non ha. Abbiamo la responsabilità di far divertire gli italiani possibilmente con intelligenza, ma facciamo pur sempre varietà. Dobbiamo solo decidere la canzone che ci piace di più”.

Tra le novità di maggiore rilievo di questa edizione c’è sicuramente l’idea della doppia canzone. In questo modo tutti i quattordici big in gara, potranno fare una vera e propria performance. Le due canzoni sono state pensate per far osare maggiormente i cantanti, nella scelta dei brani da presentare al Festival. È una novità assoluta e “un modo di riportare al centro la musica”– sottolinea Fazio. Al termine delle prime due serate, sarà scelta solo una tra le due canzoni proposte, che concorrerà in questo modo alla vittoria finale. Non più dunque una eliminazione di cantanti, come accadeva negli ultimi anni, ma una gara tra canzoni, dove la più bella avrà la meglio sulle altre. La tensione di fare bene, di non deludere le aspettative del pubblico e di riuscire a tenere alto l’ascolto dopo le ultime quattro edizioni di grande successo, è tanta. Questo rappresenta il Sanremo della svolta, dopo i quattro anni di accoppiata Mazzi-Presta e le varie conduzioni di Bonolis prima, Clerici poi e Morandi alla fine. Riuscirà Fazio e la sua squadra a mantenere alto l’interesse sulla manifestazione canora più popolare del nostro Paese?

About Salvatore Petrillo

Avellino gli ha dato i natali, sotto il segno del Toro. La sua passione per la conduzione televisiva e tutto quanto fa spettacolo è nata con lui e fin da piccolo partecipa a feste, recite e saggi. All’età di 8 anni comincia lo studio del pianoforte frequentando poi il Conservatorio “D.Cimarosa” di Avellino. Laureatosi prima in Scienze della Comunicazione presso l’Università degli studi di Salerno e poi in Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo presso l’Università La Sapienza di Roma con il massimo dei voti, continua ad approfondire e conoscere meglio tutte le varie sfaccettature del mondo televisivo. Collabora con il quotidiano a tiratura regionale Corriere dell’Irpinia scrivendo di attualità, cronaca, spettacolo e con l’agenzia di organizzazione eventi ADVS di Roma. Dopo una parentesi di un anno e mezzo a Londra, dove ha cercato di rubare i trucchi del giornalismo anglosassone, torna in Italia per frequentare un corso di dizione e uso della voce e uno di conduzione televisiva presso l’Accademia 09 di Milano. In futuro sogna di farsi strada nel mondo della conduzione televisiva e dello spettacolo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *