SANREMO 2013: gli abiti della finale del Festival della canzone italiana

By on febbraio 17, 2013
sanremo-2013-littizzetto-bianca-balti-mengoni-foto

text-align: justify”>sanremo-2013-littizzetto-bianca-balti-mengoni-fotoSANREMO 2013 – Si è conclusa la 63° edizione del Festival della canzone italiana e finalmente è calato il sipario sulle passerelle sanremesi che talvolta ci hanno fatto rabbrividire. Potevano gli abiti della serata finale fare eccezione? No, quindi vediamo subito cosa hanno indossato gli artisti sul palco del teatro Ariston di Sanremo. Luciana Littizzetto è volata sul palco vestita da farfalla in onore della farfallina di Belen: esilarante. Ha poi deciso di omaggiare la Regina di Cuori indossando un abito rosso e nero tutto “sbrilluccicoso” con piume nere sul fondo che facevano molto Moulin Rouge. Altro omaggio (involontario) al mondo della danza con il terzo outfit: gonna celestina con applicazioni brillanti e bustier nero con piume in stile Natalie Portman nel film “Il cigno nero”. Per concludere, top nero a maniche lunghe con profonda scollatura e gonna rossa lunga da principessa. Ah, ovviamente le scarpe e le calze coprenti c’erano anche ieri sera. C’è però da dire che gli abiti indossati da Lucianina per la finale sono stati i più belli tra tutti quelli scelti per condurre questo Festival. Fate un pò voi.  In ogni caso, è sempre meglio una donna vera come la Littizzetto che una top model che inciampa come Bianca Balti.

Prima di vedere il meglio del peggio in fatto di moda femminile a Sanremo, dedichiamoci agli uomini. Su Fazio ormai abbiamo poco da dire: siamo certi che stasera a “Che tempo che fa” si vestirà allo stesso modo e probabilmente anche per andare a pranzo fuori la domenica. Daniele Silvestri invece ha deciso di indossare un completo a righe sui toni del grigio e del nero. Simone Cristicchi ha abbandonato la sua cravatta rossa ma non al colore della passione ed ha optato per un completo nero con giacca rossa e cravatta a contrasto nera. Non possiamo non nominare Max Gazzè, che ha deciso di vestirsi da mangiamorte di Harry Potter (o forse da Jack Sparrow, non abbiamo ancora ben capito) e, come se non bastasse ha anche messo una lente a contatto completamente bianca. Ma poichè l’abito non fa il monaco, dobbiamo fargli un applauso per il suo modo travolgente di svegliare l’Ariston. Se non fosse stato per lui e per Elio e le storie tese (fantastici!) sarebbe stata una finale un pò spenta. Sul gradino più alto del podio dell’eleganza  sale l’ospite Andrea Bocelli, impeccabile come sempre. A fargli compagnia al secondo posto troviamo il vincitore del Festival Marco Mengoni. Completo grigio scuro elegantissimo. Ed ora passiamo alle donne.

Dobbiamo fare una premessa: questo Festival di Sanremo è stato caratterizzato dalla moda del “senza reggiseno”, moda che purtroppo in molte hanno deciso di seguire, a partire da Malika Ayane che, anche ieri sera, si è presentata in scena con l’ennesimo abito nero e con quei capelli ricci biondi che non le donano per niente. Almeno la canzone era bella ed è arrivata quarta.

Reggiseno rimasto in albergo anche per Chiara Galiazzo, inguardabile nel suo abito nero con bustier nude che la faceva sembrare senza capezzoli e con un seno fin troppo abbondante.

L’esplosiva Maria Nazionale ha messo in evidenza il suo decollete con un abito a sirena color petrolio con trasparenze sul fondo. Forse il miglior vestito portato dalla cantante napoletana sul palco dell’Ariston. Forse.

Concludiamo con Annalisa Scarrone che ieri sera ha deciso di vestirsi con un abitino corto a palloncino e capelli sciolti, mantenendo fede al trend “La casa nella prateria” iniziato la prima sera della kermesse. Non abbiamo molte parle, invece, per descrivere l’abito bronzo di Simona Molinari con ali incorporate.

Alla maggior parte di questi artisti possiamo solo dire “Grazie!” per averci dato alcuni esempi di moda da non seguire. All’anno prossimo con la 64° edizione del Festival di Sanremo.

About Marinella Aiello

Nasce nel 1986 a Praia a Mare in provincia di Cosenza. Dopo essersi laureata in scienze della comunicazione decide di proseguire i suoi studi diventando dottoressa magistrale in Informazione, Editoria e Giornalismo presso l’Uniroma3. La televisione è una delle sue passioni più grandi, insieme ai social network e alle serie tv americane. È diplomata in danza moderna e si occupa di organizzazioine di eventi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *