SANREMO 2013: gli abiti della terza serata

By on febbraio 15, 2013
sanremo-2013-luciana-littizzetto-foto-terza-serata-simona-molinari

text-align: justify”>sanremo-2013-luciana-littizzetto-foto-terza-serata-simona-molinariSANREMO 2013 – Ed anche la terza serata del Festival della canzone italiana è andata. Tra colori accesi, pizzi, maniche svolazzanti e orrori stilistici abbiamo deciso di ricordare in quest’articolo solo quelli degni di nota nel bene e nel male. Partiamo subito con la padrona di casa Luciana Littizzetto, che ieri sera in apertura di serata sembrava una Winx in versione nera. Quelle maniche in organza, quella gonna luccicante, le ormai immancabili scarpe nere… A proposito di scarpe, la Littizzetto decide di dare una botta di vita al suo look con un paio di scarpe rosse durante il monologo sulle donne (i colori ufficiali del One Billion Rising sono proprio il rosso ed il nero, ndr). Sembrava Dorothy del Mago di Oz ma almeno lo ha fatto per una giusta causa.

Migliora il look di Simona Molinari, ribattezzata dal web la “pattinatrice di Sanremo” a causa del suo primo outfit: molto bello il suo abito color Maria Nazionale o, se preferite, Rosa Schiapparelli meglio noto come fucsia acceso. senza spalline, bustino stretto e con scollo a cuore, un tripudio di balze per la gonna lunga ed una gonna corta che faceva capolino dallo spacco. Capelli mossi e rossi. La sua capigliature ricordava vagamente Marco Mengoni per due motivi: il rosso delle meches era uguale alla sfumatura di rosso scelta per l’outfit del cantante mentre i ricci erano simili a quel ciuffo – tremendo – con il quale si è presentato sul palco ieri sera. Bocciato: era decisamente più elegante alla sua prima uscita all’Ariston. L’uomo più elegante si riconferma, come ormai ogni sera, il maestro Beppe Vessicchio.

Migliora il look di Malika Ayane che, nonostante non abbia seguito il nostro consiglio e si è quindi ripresentata con quei capelli biondi che fanno a pugni con il suo incarnato, ha indossato un abito nero con un fiocco sul collo. Non sappiamo ancora se ci è piaciuto o meno, di certo non ci è piaciuto nemmeno ieri l’outfit di Annalisa Scarrone, che continua ad indossare gli abiti della collezione “Blumarine per La casa nella prateria“. Si è fatta notare tra i giovani Ilaria Porceddu, con un abito con gonna lunga ampia e rigida a righe larghe trasversale nei toni del bianco e del nero. Lei si che ci è piaciuta: ha osato e si è distinta dagli altri. Ha osato, invece, un pò di meno Maria Nazionale: dopo lo shock del vestito della prima serata, la cantante napoletana ha optato per un pantalone black con bustier bianco con decori neri con maniche nere trasparenti. Decisamente più adatto alla sua età.

Anche Chiara Galiazzo dovrebbe indossare abiti più adatti a lei: ci sembra troppo “adulta” nei suoi completi. Ce la ricordiamo ancora con il suo look deciso quando ad X Factor ha cantato “I was made for lovin you” dei KISS. Chiara: osa un pò di più!

Stasera invece sarà la volta dei duetti in scena: riusciranno gli ospiti a vestirsi all’altezza del Festival o faranno dei disastri come i loro colleghi in gara? Lo scopriremo domani mattina su LaNostraTv!

About Marinella Aiello

Nasce nel 1986 a Praia a Mare in provincia di Cosenza. Dopo essersi laureata in scienze della comunicazione decide di proseguire i suoi studi diventando dottoressa magistrale in Informazione, Editoria e Giornalismo presso l’Uniroma3. La televisione è una delle sue passioni più grandi, insieme ai social network e alle serie tv americane. È diplomata in danza moderna e si occupa di organizzazioine di eventi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *