Sanremo 2013: la terza puntata registra 11.497.000 spett. (42,08%) nella 1°parte, 6.354.000 (46,91%) nella seconda

By on febbraio 15, 2013
Logo di Sanremo 2013 terza serata

text-align: justify”>Logo di Sanremo 2013 terza serata

La terza serata della 63° edizione del Festival di Sanremo ha registrato un leggero calo rispetto alla seconda serata: 11.497.000 spettatori per il 42,08% si share nella prima parte e 6.354.000 spettatori con il 46,91% nella seconda. Un succeso, però, confermato nonostante la terza serata non sia riuscita a superare quella dell’edizione  targata Morandi, Rocco Papaleo e Ivana Mrazova dell’anno scorso. Quest’ultimo, infatti, nella terza puntata raggiunse 12.770.000 spettatori nella prima parte con il 45.62% e 6.533.000 telespettatori nella seconda con uno share del 57.16% nella  La media della terza serata fu di 10.540.000 telespettatori con il 47.76% di share. Rispetto alla terza puntata della scorsa edizione, quindi, Sanremo 2013 perde oltre 1milione e 200mila spettatori  nella 1° parte (-3,5% di share). e 200mila spettatori nella 2° parte (-10 % di share).

Una terza serata che ha visto l’esibizione dei 14 Big in gara con i brani scelti nelle prime due serata dal pubblico e sala stampa e soprattutto c’è stata la prima classifica provvisoria, che peserà il 25% nella finale di sabato. Una classifica che ha lasciato tutti a bocca aperta per la 12° posizione di Malika Ayane e tanta delusione anche per Cristicchi, 11°, e Max Gazzè, 10°. Sorpresa, invece, per Maria Nazionale che si classifica al 7° posto, mentre i talent battono tutti, almeno per ora: Mengoni 1°, 3° Annalisa, 4° Chiara mentre i Modà occupano la 2° posizione. Una serata che ha visto, anche, il quadro completo dei Giovani che hanno conquistato la finale: Ilaria Porceddu, Renzo Rubino, Antonio Maggio e i Blastema.

Tra i momenti più emozionanti e graditi c’è stato sicuramente l’arrivo di Albano che è stato premiato da Laura Chiatti e con Fazio e la Littizzetto hanno dato via all’interpretazione di Felicità.

Emozionante anche il flash mob di Luciana Littizzetto che ha ospitato 200 donne sul palco e ha dato vita a un monologo sull’amore ma contro il femminicidio che emozionato tutti e si è guadagnata gli applausi dell’Ariston

About Federico Ranauro

Nato e residente in provincia di Salerno ma da cinque anni vive a Parma. Ha conseguito la laurea triennale in Scienze della Comunicazione e la specializzazione in Giornalismo e cultura editoriale presso l’Università di Parma. Ha la passione per la scrittura e lavora come giornalista da circa tre anni, in particolare nel settore sportivo e televisivo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *