Tiziana Stefanelli ha vinto MasterChef Italia 2! Secondo Maurizio, terzo Andrea

By on
Vincitore di MasterChef

text-align: center”>Vincitore di MasterChef

Alla fine ce l’ha fatta: Tiziana Stefanelli, quarantunenne avvocato di Roma, ha vinto la seconda edizione di MasterChef Italia. Si porta a casa, oltre al titolo di secondo MasterChef italiano, un ricco premio da centomila euro e la possibilità di pubblicare il proprio libro di ricette. Nulla da fare, dunque, per Maurizio, classificatosi soltanto secondo nonostante tutti i pronostici favorevoli, e per Andrea, che ha abbandonato i fornelli del talent culinario ad un passo dal sogno della finale. Ecco la scheda di Tiziana, mentre dopo il salto ripercorreremo la serata finale di MasterChef Italia 2.

Tiziana Stefanelli, avvocato di Roma, definisce la cucina “passione prepotente e inarrestabile“. Il suo amore per i fornelli è nato guardando cucinare nonna Nella, e già da adolescente era lei lo “chef ufficiale” per le cene di famiglia. Si è formata sui testi degli chef più famosi e ha sperimentato nuove tecniche e materie conosciute durante i tanti viaggi nell’intento diricercare un suo stile. Il film che più la rappresenta è il lungometraggio d’animazione Ratatouille, il suo piatto del cuore gli spaghetti ai ricchi di mare con uovo di quaglia, punte di asparagi e mandorle.  L’ingrediente che non può mai mancare nella sua cucina? L’allegria!

Nel primo episodio, i tre concorrenti hanno affrontato la loro ultima Mistery Box, il cui contenuto era il foie gras: chi avrebbe vinto la prova avrebbe avuto direttamente accesso alla finale. Il piatto migliore è stato quello di Maurizio, ovvero foie gras in doppia crosta con pistacchi, mandorle tostate e cialda di zucca: il primo finalista è dunque corso ad abbracciare gli ex concorrenti presenti che lo sostenevano. Andrea e Tiziana, invece, hanno dovuto affrontare una sfida tutta nuova, l’Invention Race: tre differenti postazioni, tre step, tre piatti da presentare. L’ingrediente era a sorpresa: tre cloches per ogni postazione indicavano soltanto la tipologia dell’ingrediente base ma non l’ingrediente stesso. Per ogni sfida, chi avrebbe preparato il piatto migliore avrebbe guadagnato un punto: il primo a raggiungere i due punti avrebbe potuto giocarsi la finale contro Maurizio. Dopo l’ennesimo testa a testa, Tiziana ha avuto la meglio grazie ad un semplice tiramisù (ad Andrea era riuscito male l’impiattamento del suo dolce).

Nella finale vera e propria, in due ore di tempo Maurizio e Tiziana, supportati anche dai propri parenti, avrebbero dovuto creare un Menu completo, capace di rispecchiare la loro personalità e il loro modo di intendere la cucina. I piatti preparati dai due finalisti sono stati molto ambiziosi: Bruno Barbieri, Carlo Cracco e Joe Bastianich, tutti in costume nero per l’occasione, hanno assaggiato le portate nel ristorante di Masterchef. Tanta creatività nei piatti di Maurizio che però ha commesso qualche errore di troppo: il guazzetto di pesce del primo era “rotto”, il secondo troppo salato e comunque piuttosto banale, il dolce era fondamentalmente una grande idea ma non era ben equilibrato nelle sue componenti. Anche Tiziana ha commesso delle imprecisioni (brutto l’impiattamento del primo, fuori luogo le cime di rapa nel secondo e poco elaborato il dolce), ma alla fine Cracco –con immensa gioia, supponiamo– ha urlato “Il vincitore di MasterChef sei tu, avvocato!“. Grande la delusione del web, dove la maggior parte degli utenti avrebbe preferito la vittoria di uno tra Andrea e Maurizio. Che però, possono trovare conforto entrambi nelle parole di Cracco: il loro futuro è nella grande ristorazione. E se lo dice Chef Cracco!

About Matteo

Nato e residente in provincia di Lecce, è il più giovane tra i Redattori de LaNostraTv.it. Frequenta il Liceo Linguistico e adora il calcio (ma solo quello in Tv), la lettura (in particolare la saga di 'Harry Potter' e la magica penna di J.K. Rowling), il mondo dell'Interior Design, la Filosofia, la musica e naturalmente la televisione . La passione per la scrittura e per il giornalismo ha sempre accompagnato il suo percorso scolastico e non. Per il futuro ha molti sogni e parecchie ambizioni, ma anche tanta confusione.
Articolo aggiornato il

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *