Tutta La Musica Del Cuore: Anticipazioni prima puntata del 3 febbraio. Angela arriva a Montorso, e scopre una realtà che non si aspetta…

By on febbraio 3, 2013

text-align: center”>angela braschi tutta la musica del cuore

TUTTA LA MUSICA DEL CUORE, LE ANTICIPAZIONI DELLA PRIMA PUNTATA – Debutta questa sera alle ore 21.30, su Rai 1, la nuova fiction made in Rai ambientata tra gli ulivi della Puglia, con protagonista Francesca Cavallin, già conosciuta nelle vesti di Bianca in Un Medico in Famiglia. Il territorio del tacco d’Italia, diventato ormai famoso in tutto il mondo per le sue bellezze artistiche e naturali e per le peculiarità gastronomiche che possiede, evoca nella mente della protagonista un’ immagine mostruosa, quasi da incubo. Il motivo, in realtà, è nascosto nel suo passato, un passato fatto di musica, ma molto lontano da quello che è invece il suo presente. Angela Braschi (Francesca Cavallin) è ora una giovane ispettrice del ministero dell’università e della ricerca, persecutrice dell’onestà e della correttezza, alla quale viene dato l’incarico di recarsi in un conservatorio pugliese per effettuare delle verifiche a seguito di alcuni esposti. La notizia la destabilizza non poco, ma al suo arrivo nel piccolo conservatorio di Montorso cerca di concentrarsi al meglio per andare a fondo della questione. Di quale questione si tratta? Scopriamolo ora nei dettagli.

TUTTA LA MUSICA DEL CUORE, ANGELA ARRIVA AL CONSERVATORIO – Angela Braschi, dopo aver accusato come un colpo al cuore la notizia del trasferimento per il nuovo incarico, arriva a Montorso. Qui fa la conoscenza di Mattia (Johannes Brandrup), eccentrico professore di esercitazioni orchestrali, che ha sommerso di esposti il ministero al fine di salvaguardare il conservatorio dalle ambigue azioni del direttore Marra (Antonio Stornaiolo). Angela fa la conoscenza anche di Marina (Laura Galvan), figlia del professore, cresciuta da lui in solitaria dopo che la madre ha deciso di andare via con un altro uomo, e conosce Bianca (Lucrezia Lante Della Rovere), insegnate di canto e apparentemente intima con Mattia. Conosce poi i ragazzi, centro pulsante della scuola, e la loro musica, un faro spento che Angela ha il grande timore di riaccendere…

TUTTA LA MUSICA DEL CUORE, TANO RISVEGLIA RICORDI NELLA MENTE DI ANGELA  – Tra le tante personalità con la quale viene a contatto, ce ne sarà una in particolare che risveglierà, con le sue sonate al violino, struggenti ricordi sopiti nella mente di Angela. Tano (Giordano Franchetti), questo il nome del ragazzo, è un appassionato violinista che si sfoga nel suo strumento e che vive una vita in continua contraddizione. Tano, fidanzato con Marina, è anche grande amico di Francesco Santopirro (Fabrizio Traversa), figlio Rocco Santopirro (Francesco Foti), affiliato alla malavita mafiosa. Libero (Manrico Gammarota), il padre di Tano, è assolutamente contrario a questa sua amicizia con Francesco, ma il figlio non ha alcuna intenzione di rinunciare alla sua amicizia, nata fin dall’età dell’infanzia.

TUTTA LA MUSICA DEL CUORE, ANGELA SCOPRE LA SUBDOLA REALTÀ DI MONTORSO – Oltre a Tano, ci sarà un altro ragazzo che catturerà l’attenzione di Angela. I padroni della casa nella quale è momentaneamente ubicata, hanno un figlio dodicenne, Vito (Matteo Basso), che il padre vorrebbe vedere realizzato come meccanico, ma che invece ha una profonda passione per il clarinetto che suona di nascosto, sognando di entrare in conservatorio. Addentrandosi nella realtà del comune, la protagonista scopre realtà che vanno ben oltre l’apparenza, venendo a conoscenza di un fitto giro di clientelismo sotto il potere Rocco Santopirro, che svela una realtà più dura e drammatica di quella che appare ad una prima occhiata. Scopre anche che le accuse di Mattia verso il direttore Marra sono pienamente fondate, e decide di prolungare la sua permanenza a Montorso pur di salvare a tutti i costi quella scuola.

Cosa avrà da nascondere Marra? Per scoprirlo, sintonizziamoci questa sera, ore 21.30, su Rai 1 per la prima di Tutta La Musica Del Cuore.

About Vito Tricarico

Nato nel cuore del sud nel 1993, diplomato da non molto come Tecnico della Gestione Aziendale. Curioso osservatore con la voglia di costruirsi ogni cosa con le proprie mani, dedica il proprio tempo a dilettarsi nella scrittura, nel disegno e dare seconda vita ad oggetti comuni.

2 Comments

  1. Eli

    febbraio 3, 2013 at 23:34

    Vito suona l’ oboe, non il clarinetto.

    • Vito Tricarico

      febbraio 4, 2013 at 12:44

      sul sito ufficiale risulta il clarinetto, ma effettivamente nel film suona l’oboe 😉

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *