Volare – La grande storia di Domenico Modugno, il riassunto della seconda e ultima puntata

By on febbraio 20, 2013
foto fiction volare la grande storia di domenico modugno

text-align: center;”>foto fiction volare la grande storia di domenico modugno

 

VOLARE: LA GRANDE STORIA DI DOMENICO MODUGNO – Dopo il grande successo della prima puntata (qui il riassunto), ieri sera è andata in onda su Rai Uno la seconda e ultima parte della fiction diretta da Riccardo Milani che ha incrementato ulteriormente l’auditel raccogliendo 11.385.000 telespettatori e uno share del 38,98%. Nel cast Beppe Fiorello (Domenico Modugno)Kasia Smutniak (Franca Gandolfi)Alessandro Tiberi (Franco Migliacci)Antonio D’Ausilio (Riccardo Pazzaglia)Diego D’Elia (Antonio Cifariello),  Federica De Cola (Giulia Lazzarini)Massimiliano Gallo (Giuseppe Gramitto)Gabriele Cirilli (Claudio Villa)Alberto Resti (Johnny Dorelli)Armando De Razza (Cucaracho)Pierluigi Misasi (Fulvio Palmieri)Antonio Stornaiolo (padre di Domenico), Michele Placido (Vittorio De Sica) e Roberto De Francesco (Don Antonio).

Ecco il riassunto della seconda e ultima puntata:

VOLARE – LA GRANDE STORIA DI DOMENICO MODUGNO – Domenico torna in Italia dopo il viaggio in Canada e subito entra a far parte di uno spettacolo con Walter Chiari. Subito dopo ottiene un contratto con la RCA che gli pubblica il suo primo 45 giri, La donna riccia. Ma questa bella notizia che Domenico da’ a Franca viene rovinata da un’altra molto triste: il principe Raimondo Lanza di Trabia, suo amico ed estimatore, si suicida. Il tragico evento lo ispira per uno dei suoi capolavori, Vecchio frac. Proprio mentre sta trovando le rime giuste con Franca in strada si ferma Anna Magnani, la quale gli porge i complimenti per il pezzo.

Nel frattempo Domenico vuole comprare una casa, e con l’aiuto del padre di Franca riescono faticosamente a fare l’acquisto. La coppia decide anche di sposarsi e successivamente parte per Parigi, dove Domenico deve esibirsi in francese non senza difficoltà con la lingua. Ma l’entusiasmo iniziale si spegne poco dopo, perchè incombono le difficoltà economiche, amplificate dal ritardo dei pagamenti da parte della casa discografica. I due infatti sono costretti a mangiare a credito e farsi prestare i soldi qui e là. Ma Franca si mostra totalmente contraria, e non mancano litigi e malumori. Stanca della vita parigina Franca decide di tornare in Italia, causando così una grossa crisi nel loro rapporto. Tornato a Roma Domenico è nervoso perchè non c’è una vera svolta nella sua vita e perchè mancano i soldi. Durante un litigio Franca gli dice di andare via di casa, accusandolo di essere diventato egoista, stupido e cattivo. Domenico si trasferisce da Riccardo. Poi incontra Franco, che non se la passa affatto bene e non ha neanche i soldi per comprare un cappotto. Generoso com’è, da amico fraterno decide di comprargli alcuni vestiti. Intanto Franca finisce sulle copertine dei giornali, suscitando la gelosia di Domenico. I guai non sono finiti: la RCA decide di non rinnovargli il contratto, proprio mentre per la prima volta deve partecipare al Festival di Sanremo. Ma la canzone viene affidata a un altro.

Intanto Franca, tornata al suo paese, ascolta le canzoni di Domenico alla radio e resta particolarmente colpita quando in un negozio di dischi sente Resta cu’ mme. I due poi riescono finalmente a parlare al telefono, e Domenico raggiunge Franca a sorpresa, i due si abbracciano e si riconciliano fra le lacrime. Franco, intanto, ancora senza lavoro, viene aiutato da Domenico, il quale lo spinge a scrivere una canzone per lui. Improvvisamente, ispirato da alcuni disegni, il giovane compone le parole della canzone Nel blu dipinto di bluDomenico la propone per il Festival di Sanremo, tra i dubbi del suo impresario Gramitto e della commissione stessa del Festival che non è convinta dal titolo e dalla troppa modernità del testo. La casa discografica Fonit, tra l’altro, gli propone un contratto nel caso la canzone vinca alla manifestazione. Gramitto decide che a cantarla a Sanremo sarà proprio Domenico (e Johnny Dorelli). Intanto Franca resta incinta. E’ il 1958, e Modugno si trova in un Festival pieno di stelle della musica. Le speranze di vittoria sono esigue. Ma è un trionfo, la canzone vince conquistando tutti gli italiani. Le radio annunciano il miracolo, parlando di un vento nuovo che si è abbattuto sulla musica italiana. Domenico restituisce i soldi prestatigli dal cugino tanti anni prima quando venne a Roma, e poi parte per l’America. Le radio statunitensi trasmettono a raffica la sua canzone, che ha venduto 22 milioni di copie nel mondo

About Luca Mastroianni

E' nato a Roma ed è un giornalista pubblicista. Ha lavorato presso Legambiente e il Ministero dell'Ambiente, collaborando con agenzie e uffici stampa e occupandosi di attualità, diritti e corsi di giornalismo. Oltre alla scrittura ha grande passione per il calcio, il tennis e la musica. Della televisione ama soprattutto le serie tv degli anni Ottanta e Novanta: da Twin Peaks a La Tata, da C.S.I. a Friends, da I Griffin a Sex & the city.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *