X-Factor trionfa a Sanremo 2013

By on febbraio 19, 2013
foto di marco mengoni e antonio maggio

text-align: justify”>foto di marco mengoni e antonio maggioL’anno scorso a trionfare in quel di Sanremo furono per la categoria dei big Emma Marrone, mentre per quella dei giovani Alessandro Casillo. Entrambi vincitori di due talent Mediaset: la prima di Amici, il secondo di Io canto; si gridò subito allo scandalo, parlando di accordi segreti tra Rai e Mediaset e del Festival quale ostaggio dei talent. Con l’approdo di Fazio alla kermesse canora si sperava che le cose cambiassero. In un primo momento si erano diffuse delle voci secondo le quali Fazio non avrebbe ammesso tra i big cantanti provenienti da queste trasmissioni, poi così non è stato. La scelta della giuria di qualità per non lasciare completamente nelle mani dei televotanti il vincitore, aveva fatto pensare ad una svolta alla 63esima edizione della manifestazione. Le polemiche ci sono ugualmente state, ma nella realtà, a conti fatti, questo tanto voluto e atteso cambiamento non ci è stato. Se si vanno a passare in rassegna le classifiche della categoria dei giovani e dei big del Sanremo appena concluso, si capisce che vi è stato un trionfo di X-Factor, quando ancora il talent era prodotto in Rai, con grande soddisfazione di Simona Ventura che nella scorsa puntata di Cielo che gol gongolava per i buoni risultati raggiunti. Nella categoria dei giovani al primo posto figura Antonio Maggio, ex componente degli Aram Quartet, che vinsero la prima edizione di X- Factor, ora solista. Mentre al secondo posto Ilaria Porceddu, partecipò alla stessa edizione del talent, arrivando in semifinale.

Per la categoria dei big primo è Marco Mengoni, vincitore della terza edizione di X-Factor, secondi classificati gli Elio e le storie tese, il cui leader (Elio appunto), appartiene alla grande famiglia del talent, in quanto è stato uno dei quattro giudici nelle ultime tre edizioni. Se si va ad analizzare la classifica del solo televoto, nei primi quattro posti figurano esclusivamente personaggi dei talent o comunque molto vicini ad un pubblico giovane: 1 Marco Mengoni, 2 i Modà, 3 Annalisa e 4 Chiara. Scelta differente quella della giuria di qualità che ha premiato il cantautorato e il carisma dei big, posizionando gli Elio e le storie tese primi, 2 Malika Ayane, 3 Raphael Gualazzi e 4 Daniele Silvestri. Il tanto atteso cambio di rotta, auspicato un po’ da tutti e voluto dallo stesso Fazio, non c’è stato. L’unico cambio che possiamo segnalare è quello di trasmissioni televisive; e così mentre nello scorso anno ha trionfato Mediaset (Amici e Io canto), quest’anno a vincere è stato X-Factor targato Rai. Perché a parità di trasmissioni di provenienza, fino allo scorso anno si è gridato allo scandalo in quanto i personaggi da talent regnavano incontrastati, mentre quest’anno le polemiche sono state più tiepide? Misteri di Sanremo.

About Salvatore Petrillo

Avellino gli ha dato i natali, sotto il segno del Toro. La sua passione per la conduzione televisiva e tutto quanto fa spettacolo è nata con lui e fin da piccolo partecipa a feste, recite e saggi. All’età di 8 anni comincia lo studio del pianoforte frequentando poi il Conservatorio “D.Cimarosa” di Avellino. Laureatosi prima in Scienze della Comunicazione presso l’Università degli studi di Salerno e poi in Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo presso l’Università La Sapienza di Roma con il massimo dei voti, continua ad approfondire e conoscere meglio tutte le varie sfaccettature del mondo televisivo. Collabora con il quotidiano a tiratura regionale Corriere dell’Irpinia scrivendo di attualità, cronaca, spettacolo e con l’agenzia di organizzazione eventi ADVS di Roma. Dopo una parentesi di un anno e mezzo a Londra, dove ha cercato di rubare i trucchi del giornalismo anglosassone, torna in Italia per frequentare un corso di dizione e uso della voce e uno di conduzione televisiva presso l’Accademia 09 di Milano. In futuro sogna di farsi strada nel mondo della conduzione televisiva e dello spettacolo.

One Comment

  1. Candy

    febbraio 20, 2013 at 15:19

    Tu stai veramente paragonando ALESSANDRO CASILLO con Antonio Maggio e NON E’ L’INFERNO con L’essenziale?

    Le canzoni che ti ho appena citato sono le più vendute di Sanremo tra i big ( addirittura Mengoni è PLATINO in una settimana) e tra i giovani (Maggio ha raggiunto quasi l’oro).

    Casillo fu un FLOP e non riuscì ad entrare nemmeno in top20 nonostante un’espozione MOSTRUOSA come la vittoria di Sanremo, mentre Non è l’inferno venne letteralmente SURCLASSATA da “La Notte” di Arisa, canzone (attenzione, non sanremese ma generale) più venduta del 2012!

    Per questo non ci sono polemiche: perché han vinto due canzone effettivamente VALIDE e che stanno vendendo benissimo.

    Perché non ci informiamo prima di scrivere articoli del genere? Articoli che vogliono insinuare cosa, poi? Quanto sia vittima Mediaset e quanto siano tutti invidiosi? Ma sei serio?

    Carta, Scanu e Non è l’inferno di Emma hanno incontrato polemiche e le canzoni non sono state le più vendute di sanremo (il primo venne surclassato da Sincerità e da Dolcenera, Scanu da Credimi ancora di Mengoni, da Noemi e da Irene Grandi e Emma l’ho detto prima) quindi sì, quando vince una canzone e nessuno se la fila allora la polemica ha motivo di esistere, specialmente se si vince col “televoto” (ma allora perché la gente non si compra la canzone? Misteri di Mediaset!)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *