A un passo dal possibile: i giovani e le loro domande nel nuovo programma di Rai Educational

By on marzo 17, 2013

text-align: center”>A un passo dal possibile, Rai Scuola

A un passo dal possibile è il nuovo programma in sette puntate di Rai Educational realizzato in HD. Un viaggio alla ricerca della felicità possibile tra domande, scelte, sensazioni e pensieri: un percorso di riflessione in cui i protagonisti sono i giovani, accompagnati puntata dopo puntata da testimonial d’eccezione. Quaranta studenti del liceo classico Pilo Albertelli di Roma, guidati dal professore di religione Andrea Monda, si interrogheranno su grandi temi come la paura e la gioia, la morte e la fede. Il programma, nato da  un’idea di Stefano Ribaldi, è in onda da domenica 17 marzo, alle  12.30 su Rai Scuola, canale 146 del Digitale Terrestre e da martedì 19 marzo, alle  01.00 su Rai3.

A un passo dal possibile invita a riflettere sulle grandi dicotomie a partire dal punto di vista dei ragazzi, sviscerando le loro perplessità sul senso della vita. Una ricerca in sé stessi e un confronto con gli altri alla scoperta del percorso che porta alla felicità, attraverso domande a personaggi noti e l’ambientazione in location suggestive come i Mercati traianei di Roma o la Fabbrica del Vapore a Milano. L’ospite della prima puntata è Annalisa Minetti, cantante e atleta paralimpica, che racconterà la sua esperienza di vita per parlare di “Paura e riscatto“. Testimonial dell’ultima puntata, invece, il cantautore Francesco De Gregoriosu “Le scelte e il cammino“.

A un passo dal possibile non è un programma sui giovani, ma un programma fatto da giovani. Tra i tanti protagonisti chiamati ad interlocuire con i liceali romani ci sono Fanco Battiato, Alessio Boni, Alessandro D’Avenia, Davide Rondoni e Damiano Tommasi. Ma saranno anche gli stessi ragazzi a raccontare esperienze di vita vissuta, paure e momenti di riscatto, in un’ideale cammino alla ricerca della felicità, come ha spiegato Silvia Calandrelli, direttore di Rai Educational:

E’ una sfida difficile ed importante. Abbiamo cercato di capire quale fosse la strada giusta per un programma sulla felicità tra fede e ricerca interiore. Abbiamo fatto un’operazione vicina a quella della rete ed è il viaggio stesso, la ricerca stessa il senso del programma. E’ stato un azzardo“.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *