Barabba: a Pasqua su Rai1 la fiction italo-americana con Cristiana Capotondi, Anna Valle e Matteo Branciamore

By on marzo 12, 2013

text-align: center”>

Barabba: la fiction con Capotondi e Branciamore a Pasque su Rai1

Quest’anno la Pasqua di Rai1 sarà all’insegna della fiction. Dopo oltre cinquant’anni dal film di Richard Fleischer, la rete ammiraglia Rai propone la miniserie Barabba, basata sul romanzo di Par Lagerkvist, premiato col Nobel nel 1951 e da cui fu tratta la pellicola con protagonista Anthony Quinn. Presentata in anteprima al Roma Fiction Fest lo scorso ottobre, la fiction in due puntate sarà trasmessa lunedì 1 e martedì 2 aprile su Rai1. Diretta da Roger Young, Barabba è frutto di una coproduzione internazionale che ha visto impegnate la nostra RaiFiction, lo statunitense ReelzChannel e Compagnia Leone Cinematografica.

Barabba sarà interpretato da Billy Zane (già noto per aver interpretato l’antagonista di Leonardo Di Caprio nel Titanic di James Cameron), mentre tanti sono gli attori italiani che fanno parte del cast. Da Filippo Nigro, che interpreta Ponzio Pilato, a Cristiana Capotondi, nei panni di Ester, la donna amata da Barabba che vive facendo l’inserviente in un lupanare di Gerusalemme ma si avvicina all’insegnamento di Cristo, da Matteo Branciamore nei panni di Giuda ad Anna Valle che sarà Claudia, la moglie di Pilato. Ma perchè nel week-end pasquale Rai1 sceglie di trasmettere una fiction sul percorso di redenzione del criminale salvato da Pilato al posto di Gesù?

Secondo il regista di Barabba, Roger Young, la sua è la storia esemplare per raccontare un percorso verso la fede, la parabola di un delinquente che cerca disperatamente le prove dell’esistenza di Dio e le trova nell’ultimo istante della sua vita. Il prigioniero liberato finisce infatti per morire come Gesù, crocifisso dopo essersi offerto per salvare la vita del giovane Marco, il futuro evangelista. Per Rai1 certamente una scelta atipica, che il direttore di Rai Fiction Eleonora Andreatta spiega con la volontà di porre delle domande che appartengono all’animo umano:

È una maniera non convenzionale per descrivere il mistero della fede, perché la storia che Lagerkvist racconta è quella di un grande punto interrogativo, che si pone lo stesso protagonista proprio nel momento in cui viene graziato al posto di Gesù. Il suo destino gli appare legato a qualcosa di inspiegabile e solo in seguito comprenderà che gli era stata salvata la vita perché venissero adempiute le Scritture

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *