Bianca Nappi in Esclusiva a Lanostratv.it: “Onorata di aver interpretato una donna pugliese”

By on marzo 1, 2013

text-align: center”>Bianca Nappi

BIANCA NAPPI IN ESCLUSIVA A LANOSTRATV.IT : “ONORATA DI AVER INTERPRETATO UNA DONNA PUGLIESE”. Bella, solare ed elegante, Bianca Nappi ha esordito in televisione nel 2001 recitando nella miniserie In Love and War di John Kent Harrison. Due anni dopo è approdata nella fiction Distretto di Polizia alla quale sono seguite Giovanni Paolo II, R.I.S.-Delitti imperfetti, Al di là del lago, Medicina generale, Il clan dei Casalesi e tante altre. Protagonista anche del grande schermo, nella sua carriera cinematografica spiccano film quali La Repubblica di San Gennaro, Un giorno perfetto, Mine vaganti, Magnifica presenza e non solo. Ha recitato negli anni anche in numerosi spettacoli teatrali tra i quali Tutti al macello, Alice nel paese delle meraviglie, Orlando in love, Le vere facce delle donne e molti altri, prima di tornare sul piccolo schermo con la fortunata fiction Tutta la musica del cuore, con Francesca Cavallin, Johannes Brandrup e Lucrezia Lante Della Rovere, trasmessa su Raiuno per sei settimane, nella quale ha interpretato il ruolo di Antonia, una donna di Montorso, moglie di un pescatore e mamma del piccolo Vito, allievo del Conservatorio. Intervistata in Esclusiva per Lanostratv.it, Bianca Nappi si è raccontata ai nostri microfoni ripercorrendo la sua carriera, facendoci conoscere meglio il suo personaggio e parlandoci del rapporto con la sua terra d’origine: la Puglia (l’intervista, dopo il salto).

Di seguito un video tratto dalla 1^ puntata della fiction Tutta la musica del cuore dove Bianca interpreta il ruolo di Antonia. Segue l’intervista

Bianca Nappi, meglio nota al grande pubblico con il nome di Antonia, protagonista della fiction “Tutta la musica del cuore”: moglie di Domenico, pescatore, e mamma di Vito, un ragazzino che coltiva in segreto la passione per la musica. Ti è piaciuto interpretare questo ruolo? Parlaci un po’ del tuo personaggio…

“Innanzitutto ciao a tutti quelli che seguono il blog! Antonia, il mio personaggio in “Tutta la musica del cuore” è una donna tradizionale che cerca di difendere i sogni di suo figlio rispetto ad una realtà che sembra non voler incoraggiare il talento. É stato interessante per me interpretarlo, innanzitutto perché, da pugliese, amo interpretare i ruoli che appartengono in qualche modo alla nostra cultura tradizionale. E poi ho avuto degli splendidi colleghi, con cui mi sono molto divertita”.

Pugliese nella fiction ma anche nella realtà: sei infatti originaria di Trani. Com’è stato lavorare nella tua terra e interpretare una donna del luogo, con tanto di accento pugliese?

“Amo moltissimo la “pugliesità”, che finalmente sta diventando nota anche al grande pubblico. Mi piace molto poi usare il dialetto, che permette di andare più all’essenza dei personaggi e di dare ai dialoghi una verità maggiore”.

La Puglia è realmente come l’abbiamo vista nella fiction? Coste incantate, paesaggi spettacolari, ma anche violenza, criminalità e illegalità?

“La Puglia é una regione meravigliosa, ricca di natura, arte e bellezza. Ma é pur sempre una regione italiana e del Meridione, zona da sempre a rischio criminalità. So che qualcuno è rimasto male perchè si è parlato di mafia in questa fiction, ma invece secondo me ogni occasione è quella giusta per affrontare i temi della legalità e della giustizia”.

Negli anni sei stata protagonista di diverse fiction di successo quali “Distretto di Polizia”, “Giovanni Paolo II”, “Al di là del lago”, “Medicina generale” e molte altre. C’è un personaggio che ti è rimasto nel cuore in modo particolare?

“Come attrice mi appassiono ad ogni personaggio che interpreto. Uno dei ruoli televisivi che ricordo con maggior piacere è quello della moglie di un boss della Camorra che ho da poco interpretato nella fiction “Il clan dei camorristi”. Ancora una volta un ruolo e una storia che hanno molto a che fare con la criminalità e con il bisogno di giustizia. Mi piace quando un ruolo ti da anche l’opportunità di raccontare qualcosa di utile da un punto di vista sociale e il ruolo di questa donna mi ha offerto questa bella occasione”.

Se potessi scegliere, che tipo di ruolo ti piacerebbe interpretare? Come immagini il tuo personaggio ideale?

“Dal punto di vista recitativo mi sento “onnivora”. Mi piace spaziare, andare dal comico al drammatico, investigare ruoli distanti da me. Probabilmente però sento la commedia piú vicina alle mie corde. Ora per esempio sto preparando due monologhi per il teatro scritti da Neil La Bute, che è uno dei più importanti drammaturghi in circolazione. Lo spettacolo debutterà a Roma a fine Aprile e in questo caso interpreterò due donne sempre in bilico fra dramma e ironia. Una bella sfida, di quelle che mi stimolano”.

Sei invece potessi “ripescare” un personaggio dei grandi film del passato, quale vorresti aver interpretato?

“Non ho dubbi: quello della fioraia interpretato in modo sublime da Monica Vitti nel film “Il dramma della gelosia”. Un ruolo ricco di sfumature, di ironia e di pathos. Stupendo”.

Tre grandi nomi, tre grandi donne: Sophia Loren, Gina Lollobrigida e Silvana Pampanini. Quale delle tre attrici incoroneresti regina della televisione e del cinema italiano? 

“Ho da sempre un debole per la grandissima Sophia Loren, forse perchè la mia famiglia è napoletana, proprio come lei. E’ stata e rimarrà per me una grandissima artista, di televisione e cinema”.

Ti va di lasciare un messaggio per i nostri lettori?

“Cari amici del blog, continuate a seguirmi, venite a teatro e che i vostri desideri possano trasformarsi presto in realtà! Bianca”

About Emanuele Fiocca

Nato a Soveria Mannelli (Catanzaro) il 7 Luglio 1987, è un calabrese doc. Attratto dalla televisione fin da bambino, ha maturato negli anni esperienze in diversi programmi della RAI come UnoMattina in Famiglia, Mezzogiorno in Famiglia, Alle Falde del Kilimangiaro, L'Arena e Domenica In. Caporedattore de LaNostraTv dal 2014 al 2017, è il Responsabile Editoriale e Supervisore del sito.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *