Domenica Live, Sgarbi scatenato contro Grillo: “Ignorante come una capra”

By on marzo 19, 2013
Sgarbi attacca il M5S

text-align: justify”>Sgarbi attacca il M5SEnnesimo show anti-Grillo di Vittorio Sgarbi, questa volta durante Domenica Live davanti ad un divertito parterre “bipartisan”. Durante il talk show domenicale di Canale 5, il vulcanico critico d’arte ferrarese si è prodotto in una escalation di attacchi nei confronti del portavoce e dei parlamentari del M5S, sul banco degli imputati per le scelte radicali in tema di alleanze e di impegni programmatici solennemente ribaditi dopo lo sbarco in Parlamento. Tra un’accusa di dispotismo ed una stoccata sul piano personale, il “mattatore” della trasmissione condotta dalla D’Urso ha ancora una volta sciolto le briglie dell’invettiva, attingendo a piene mani all’ormai celebre lessico da fustigatore dell’avversario di turno: Beppe Grillo è ignorante come una capra, confonderebbe Tiziano con Tiziano Ferro ed ha proposto addirittura una persona come Antonio Di Pietro per la carica di Presidente della Repubblica. Non ha mai visto un quadro né un concerto in vita sua”, ha aggiunto l’ex primo cittadino di Salemi, prendendo spunto dalle ultime vicende parlamentari per riversare abbondanti dosi di ironia sul “fenomeno” dei 5 Stelle.

Ospiti della puntata di Domenica Live del 17 Marzo, oltre a Vittorio Sgarbi, erano il direttore editoriale di New Media/Mediaset Paolo Liguori, la co-fondatrice (insieme a Guido Crosetto, anch’egli di provenienza pidiellina) del partito Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, l’esponente del Pdl Laura Ravetto, la giornalista e opinionista televisiva (nonchè moglie di Francesco Rutelli) Barbara Palombelli. Palpabile e pressochè unanime la soddisfazione in studio per le durissime parole rivolte dallo scatenato oratore ad uno degli uomini più amati/odiati dell’attuale panorama politico, anche perché l’avversione per la cosiddetta “antipolitica” di Beppe Grillo e dei “grillini” rappresenta al momento l’unico forte collante che unisce gran parte della stampa e dell’arco costituzionale italiano.

La “guerra fredda” tra tv e giornali (più o meno vicini a questa o quella area politica ed ai principali partiti di centro-destra o di centro-sinistra) da un lato e la folta pattuglia di neoeletti deputati e senatori del M5S dall’altro continua ad interrogare e a dividere profondamente l’opinione pubblica nazionale. Al di là delle ormai consuete schermaglie e dei vivaci “botta e risposta” a mezzo stampa con protagonisti l’uno o l’altro dei “marziani” approdati da pochi giorni a Montecitorio e Palazzo Madama ed i giornalisti resta un dato di fatto innegabile: dalle mosse di Beppe Grillo e dei numerosi rappresentanti del MoVimento 5 Stelle nei due rami del Parlamento dipenderà la durata della legislatura appena cominciata ed il “colore” politico del prossimo governo.

About Marco Franco

Il giornalismo come "cane da guardia" della democrazia, scrivere per diffondere idee e creare coscienza: queste sono le stelle polari che lo guidano. Studi classici, laurea in Giurisprudenza in arrivo, Marco non ha mai smesso di coltivare i suoi interessi, primo tra tutti la lettura. Libri, riviste e tanti quotidiani sempre al suo fianco, in una continua ricerca delle "verità scomode". Idealista, spesso "controcorrente" e attivo nel volontariato, ama la politica e l'informazione di antica scuola. Riccardo Iacona e Milena Gabanelli i punti di riferimento, per coraggio e professionalità dimostrati sul campo. Esperienza come web writer su diverse piattaforme e come redattore in bollettini d'informazione politica locale. Natura, sport e la musica rock le altre passioni, anzi il carburante per andare avanti!

4 Comments

  1. lorenzo ciccarone

    marzo 19, 2013 at 02:54

    Sgarbi ….con quel parterr poi…mancava la Santanchè.Sei di cultura ma l’attrezzo a te ideale sarebbe ,con tutto rispetto,la zappa.

  2. rossella

    marzo 19, 2013 at 11:12

    Io non riesco a seguire questi dibattiti perche’ alle volte manca entusiasmo e non si arriva mai ad una conclusione. Al Processo di Biscardi si respira l’aria del vecchio talk e capisco ancora un volta perche il calcio continua a rimanere uno degli interessi principali insieme al gossip!
    Ieri sera e’ stata un puntatona del Processo…in chiusura il grande Aldo ha lanciato un grandissimo scoop su Papa Francesco.
    E’ un giornalista straordinario perche’ ancora si entusiasma quando porta a termine un’inchiesta.
    Niente di meno si e’ ricordato di un noto giornalista sportivo che si chiamava Bergoglio e se non ho capito male,dopo aver consultato la cara vecchia enciclopedia e’ riuscito a dargli un identita’ piu’ definita…si dovrebbe trattare del fondatore di Tutto sport… da quello che ho capito ci dovrebbe ritornare Vespa su questo argomento.
    Comunque e’ un grande e cerca sempre di trovare nuovi punti di vista: ieri sera ha ospitato Dieghito…un ragazzo eccezionale che con la sua sensibilita’ ha ispirato nella gente il valore di una squadra di calcio in una citta’ che e’ vissuta nel mito di Maradona.
    Spesso si sottovaluta la bellezza delle tifoserie e si svilisce la figura del calciatore.
    Il calciatore e la velina in alcuni ambienti sono visti come eroi negativi…invece il calcio e lo spettacolo hanno molte affinita’ e incarnano un ideale di giustizia sociale…in questi ambiti il campione non sara’ mai il piu’ scaltro ma quello che ha i piedi di Maradona e il cuore della Carra’!
    Infatti loro non tramonteranno mai!
    E la politica?

  3. Marco

    marzo 19, 2013 at 14:23

    Grazie a Rossella e a Lorenzo per i commenti! Aggiungo solo qualche considerazione: in certi talk show il vero problema è che si ruota sempre attorno a temi “preconfezionati” con ospiti troppo spesso fissi, senza adeguato spazio per interventi esterni dal pubblico o inchieste e servizi sul “paese reale”. Quanto a Sgarbi, i suoi eccessi sono qualcosa di molto simile ad un “format” di (relativo) successo…

  4. Alberto S.

    marzo 19, 2013 at 14:42

    Dato il periodo storico-pilitico che stiamo vivendo, penso sia giusto riportare in Tv il mitico show Sgarbi Quotidiani.

    Vittorio Sgarbi è spesso ospite nei diversi talk-show, ma parla troppo poco per quello che potrebbe e dovrebbe dire. Dalla Ventura domenica scorsa è stato semplicemente strepitoso ma dopo un po’ mi è sembrato annoiato, con i giusti stimoli polemici diventa un vero animale da palcoscenico.

    Altro grande ritorno in Tv ieri sera per Orlando Portento a Quinta Colonna, sono certo che dopo il successo di ascolti lo ritroviamo dalla D’Urso domenica, spero lo facciano parlare senza interromperlo!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *