Don Matteo 9 tra le polemiche: la fiction si sposta a Spoleto e Gubbio insorge

By on marzo 21, 2013
foto serie tv don matteo 9

text-align: center;”>foto serie tv don matteo 9

DON MATTEO 9 – C’è tanta attesa per la nuova stagione di una delle fiction più riuscite e amate della nostra televisione. Le riprese della produzione firmata Lux Vide, diventata ormai un punto fermo del palinsesto di Rai Uno, cominceranno il prossimo 25 marzo ma con una novità. Se l’ambientazione era quella di Gubbio, questa nona stagione sarà girata a Spoleto, così come ha confermato la stessa casa di produzione alcune ore fa. Le tredici puntate previste, dunque, avranno uno scenario nuovo, anche se la distanza tra le due cittadine è davvero irrisoria, perchè è di circa 80 chilometri. Se Spoleto esulta, Gubbio non ha preso per nulla bene la notizia, mobilitandosi subito per protestare contro questa scelta.

DON MATTEO 9 si sposterà per delle ragioni ben precise che Matilde e Luca Bernabei hanno così spiegato: “Il comportato audiovisivo, così come tutta l’economia italiana, è stato duramente colpito dalla crisi internazionale. La scelta di cambiare location è in linea con le necessità del momento. E’ stato fatto uno sforzo in queste settimane dalla municipalità di Gubbio per permettere alla serie di rimanere sul territorio, ma i tempi per la preparazione di una fiction sono assai lunghi e a pochi giorni dall’avvio delle riprese la decisione era già stata presa”.

DON MATTEO 9 però è finito in mezzo a una polemica che al momento è senza risoluzione. Il Comune di Gubbio ha promosso una campagna per riportare la serie in città, sostenendo di essere stato in attesa di una convocazione ufficiale per presentare la propria offerta, incontro che non c’è stato perchè la Lux Vide aveva già optato per Spoleto. Persino il sindaco della cittadina umbra Diego Guerrini e il vescovo Mario Ceccobelli hanno scritto ai produttori della saga con protagonista Terence Hill, dicendosi totalmente stupiti e sconcertati dalla comunicazione con la quale la casa di produzione mette fine al rapporto con la città dopo oltre dieci anni. La città di Gubbio – si legge nella missiva – ha sempre contato sulle relazioni intercorse con la fiction Don Matteo ed è riuscita in tre settimane a proporre un’offerta tecnico-economica a dir poco stupefacente e di certo non inferiore a quella fatta dal Comune di Spoleto”. 

Dal canto suo la Lux Vide avrebbe incontrato delle difficoltà con Gubbio perchè è difficilmente raggiungibile: nella lettera si legge infatti che il Comune sarebbe stato pronto a individuare mezzi da mettere a disposizione della produzione per i transfert con la vicina stazione di Fossato Di Vico”, sapendo che il sistema viario per raggiungere la cittadina non è dei migliori. A questo punto non resta che aspettare una ulteriore risposta della Lux Vide.

About Luca Mastroianni

E' nato a Roma ed è un giornalista pubblicista. Ha lavorato presso Legambiente e il Ministero dell'Ambiente, collaborando con agenzie e uffici stampa e occupandosi di attualità, diritti e corsi di giornalismo. Oltre alla scrittura ha grande passione per il calcio, il tennis e la musica. Della televisione ama soprattutto le serie tv degli anni Ottanta e Novanta: da Twin Peaks a La Tata, da C.S.I. a Friends, da I Griffin a Sex & the city.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *