Gad Lerner annuncia la cessione di La7 su Twitter a mercati aperti: la Consob apre un’inchiesta

By on

=”text-align: justify”>La7 a Cairo: il tweet di Gad Lerner

Gad Lerner non ha resistito all’impulso di dare la notizia della cessione di La7 deliberata dal consiglio di amministrazione della società: ieri, a mercati ancora aperti, il giornalista ha annunciato la conclusione dell’accordo tra T.I. Media e Urbano Cairo con un messaggio su Twitter. Una frase apparentemente innocente (“E’ fatta, Telecom cede La7 a Urbano Cairo“) che però ha scatenato la reazione immediata dei mercati, con il ribasso del titolo della controllata Telecom che ha chiuso la seduta con una perdita del 6,4%. E’ notizia di oggi che la Consob, l’organo di controllo sulle operazioni in Borsa, ha avviato verifiche sulla fuga di notizie relativa alla vendita di La7.

Oggetto dell’inchiesta della Consob è proprio il tweet di Lerner, che ha dato la notizia due ore prima che la società emettesse il comunicato ufficiale: i controlli dovranno appurare se la fonte che ha trasmesso la notizia al conduttore di Zeta lo ha fatto per motivi che esulano dall’attività professionale del giornalista. Spettano alla Consob anche le verifiche per ricostruire l’iter di formazione della notizia sull’avvenuta cessione di La7, nonchè la correttezza dei tempi e delle modalità di divulgazione della notizia. Tutto ciò si aggiunge alla consueta attività di monitoraggio che la Commissione ha avviato sugli scambi avvenuti sul titolo Ti Media per verificare acquirenti e venditori dopo la diffusione delle indiscrezioni. Nessun commento da parte di Lerner, che nè sul suo profilo Twitter nè sul suo blog commenta l’inchiesta della Consob.

Intanto emergono i dettagli della cessione de La7, illustrati dal presidente esecutivo di Ti Media Severino Salvemini durante la conference call per la comunicazione alla comunità finanziaria dei risultati 2012 e del Piano di sviluppo 2013-2015 del gruppo. A Cairo va la totalità di La7 e La7D, esclusi Mtv e i mux di trasmissione, su cui c’è comunque un accordo per l’utlizzo delle frequenze. Il contratto tra T. I. Media e Cairo prevede il riconoscimento alla società di un corrispettivo pari a 1 milione di euro. Come richiesto da Urbano Cairo, prima della cessione, T.I Media provvederà ad una ricapitalizzazione di La7 per un importo tale da garantire un attivo di 88 milioni di euro. Nell’accordo è previsto l’impegno di Cairo a non rivendere l’emittente per un periodo di almeno 24 mesi.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.
Articolo aggiornato il

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *