Grasso sceglie Piazzapulita per il confronto con Travaglio. Il giornalista: “Solo a Servizio pubblico”

By on marzo 22, 2013
servizio-pubblico

text-align: justify”>

La bomba è esplosa a Servizio pubblico, ma i cocci si ricomporranno (forse) altrove. Corrado Formigli ha provato a scippare al maestro di un tempo Michele Santoro il caso della settimana: la lite in diretta tv tra Grasso e Travaglio. Durante la telefonata a Servizio pubblico per rispondere alle critiche del giornalista sulla sua nomina a Procuratore Nazionale Antimafia, il presidente del Senato ha chiesto un confronto televisivo “carte alla mano” per rispondere punto su punto alle “accuse infamanti” del vicedirettore del Fatto. Santoro, subito disponibile ad ospitare il presidente del Senato, si è visto gelare in diretta: “Non posso aspettare una settimana per replicare” ha dichiarato Grasso.

Corrado Formigli ha subito fiutato l’affare invitando via Twitter sia Grasso che Travaglio ad un “confronto leale” nel suo programma, subito accettato dal presidente del Senato che ha risposto positivamente sul social network. A non acconsentire che il duello vada in onda a Piazzapulita è invece Marco Travaglio. E non perchè tema il confronto con l’ex procuratore:

Pare che finalmente potrò confrontarmi con Piero Grasso. Sono anni che aspetto, da quando raccontai le sue gesta palermitane nel libro “Intoccabili” scritto con Saverio Lodato. Gesta che ieri sera da Santoro ho potuto soltanto accennare per assaggi

Marco Travaglio precisa che il confronto non ci sarà a Piazzapulita. Vuoi per lealtà nei confronti di Santoro, vuoi perchè il giornalista ha in serbo altri assi nella manica, Corrado Formigli dovrà rinunciare al colpaccio. Era stato lo stesso Santoro in diretta ieri sera a notare che su Twitter si era scatenata una corsa ad accaparrarsi il duello Grasso-Travaglio riferendosi proprio all’invito a Piazzapulita, non senza una punta di fastidio per l’occasione persa. Il vice-direttore del Fatto, però, scrive sulla sua pagina Facebook che non sarebbe affatto giusto risolvere la querelle in un’altra trasmissione. O a Servizio pubblico o in un contesto diverso, ma non certo a Piazzapulita:

Appena lo saprò, vi comunicherò data e ora del “duello”. Che naturalmente non potrà essere in un altro talk diverso da Servizio Pubblico (tipo Piazza Pulita che si è subito proposta). Sarebbe come se un giornale scrivesse una cosa e la rettifica uscisse da un’altra parte. L’ideale sarebbe un format con un vero faccia a faccia, come ha chiesto Grasso, senza inutili disturbi né pollai. Oppure un duello allargato a qualche testimone dei fatti. Alla Procura di Palermo c’è la fila dei pm che non vedono l’ora di raccontare le imprese del loro ex capo

Lo stesso Travaglio dopo la telefonata di Grasso aveva proposto un confronto alla webtv del Fatto Quotidiano, mentre Santoro si era detto certo che Enrico Mentana avrebbe messo in piedi uno dei suoi speciali in tempi record. Che sia una di queste la soluzione?

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *