Grasso-Travaglio, il duello infiamma La7. Santoro: “Confronto solo da noi”. Lerner: “Vezzi da star”

By on marzo 23, 2013
marco-travaglio-pietro-grasso

text-align: center”>La7: Grasso contro Travaglio

Il “duello” Grasso-Travaglio sta infiammando La7: il guanto di sfida lanciato dal presidente del Senato al giornalista di Servizio pubblico, con l’invito a confrontarsi “carte alla mano” sulle questioni sollevate durante la trasmissione di Santoro, ha messo in subbuglio le redazioni dell’emittente. Tutti pronti ad ospitare il faccia a faccia tra i due, ma l’accordo non c’è e porbabilmente non si troverà. All’invito di Piazzapulita Grasso ha risposto positivamente, mentre Travaglio ha annunciato in tono perentorio la sua indisponibilità: “Sarebbe come se un giornale scrivesse una cosa e la rettifica uscisse da un’altra parte” ha scritto sul suo profilo Facebook.

A nulla è valso il tweet di Corrado Formigli che invitava il collega a ripensarci e sulla questione è intervenuto anche Michele Santoro: la bagarre è scoppiata in casa sua ed ora il presidente del Senato, che non vuole aspettare una settimana prima di replicare alle “accuse infamanti” di Travaglio, vorrebbe risolvere la questione in un altro programma. Impossibile, spiega Santoro in una nota, perchè il fatto violerebbe le regole del buon giornalismo:

“Il Presidente Grasso potrà esprimersi come vuole a Piazzapulita e Marco Travaglio potrà continuare a farlo su Servizio Pubblico ma, anche nel rispetto delle norme sul diritto di rettifica, un confronto tra il Presidente Grasso e Marco Travaglio potrà avvenire solo nella nostra trasmissione o in uno speciale creato per l’occasione con la nostra collaborazione

Anche la redazione di Servizio pubblico, con un messaggio sulla pagina Facebook del programma, fa sapere che spostare altrove il confronto suonerebbe quantomeno “strano” e ricorda che per una situazione simile Roberto Maroni, all’epoca in cui era ancora Ministro dell’Interno, decise di partecipare alla trasmissione Vieni Via con me per difendersi dalle critiche che Roberto Saviano gli aveva mosso in quello stesso contesto:

E’ come se un giornalista del Corriere della Sera fosse chiamato a rettificare un suo articolo su la Repubblica… Non sarebbe strano?

Vista la fretta di Grasso e il rifiuto di Travaglio a confrontarsi altrove, l’unica alternativa poteva essere quella di attrezzare un faccia a faccia speciale cui avrebbe collaborato la redazione di Servizio pubblico, come chiesto da Santoro, ma anche questa strada risulta impercorribile. L’azienda infatti fa sapere che sono a disposizione gli spazi informativi già previsti dal palinsesto, ma che non ci saranno variazioni speciali per la messa in onda del confronto:

La7 precisa di aver dato immediata disponibilità ad ospitare tale dibattito all’interno dei programmi di informazione in onda sulla Rete. Avendo il Presidente del Senato accettato stamattina l’invito a partecipare al programma Piazzapulita, in onda il lunedì, La7 conferma che il palinsesto del week end non subirà nessuna variazione

Dunque è probabile che il botta e risposta Grasso-Travaglio continui a distanza, con il neopresidente del Senato che risponderà alle critiche dal salotto di Piazzapulita e il giornalista che replicherà dallo studio di Servizio pubblico, il che potrebbe profilare un tira e molla ad oltranza. Intanto la questione divide anche gli stessi giornalisti di La7. Se Enrico Mentana ha messo a disposizione gli spazi del suo Tg per Grasso e Travaglio, auspicando però che “non ce ne sia bisogno” e che si trovi una soluzione comune, Gad Lerner ha commentato caustico su Twitter le posizioni di Santoro e del vicedirettore del Fatto:

Travaglio e Santoro coniano il loro Comandamento: ‘Non avrai altra televisione all’infuori di me’. Vezzi da star in una rete senza censura

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *