Il clan dei camorristi, riassunto ultima puntata: la fine del Malese ma il bene ha veramente trionfato?

By on marzo 23, 2013
Il Clan Dei Camorristi Riassunto Ultima Puntata

trong>Il Clan Dei Camorristi Riassunto Ultima Puntata

IL CLAN DEI CAMORRISTI, RIASSUNTO ULTIMA PUNTATA – È appena terminata l’ultima puntata della fiction Il clan dei camorristi. Nessun preambolo iniziale, cominciamo subito col vedere insieme quello che è accaduto in questo emozionante capitolo finale. Beppe D’Angelo, sotto richiesta di Francesco Russo (Giuseppe Zeno), fa visita a Quartano, il picciotto di Ciccio Capuano (Francesco Di Leva): senza troppi convenevoli, il ragazzo lo costringe a costituirsi. Lo fa senza battere ciglio, portando con sé, però, una pistola che crea panico in questura: tutti pensano che voglia ammazzare Andrea Esposito (Stefano Accorsi), ma per fortuna le cose vanno diversamente: il mafioso vuole svuotare il sacco: dice (ovviamente perché costretto da Beppe) che il mandante che gli ha ordinato di uccidere Don Palma è stato Ciccio e non O’ Malese. Questa confessione lascia senza parole il magistrato, che ha creduto, prima di quel momento, a tutte le parole che gli aveva detto O’ Scuro, rivelatesi, poi, una marea di frottole. D’Angelo, successivamente, ha una nuova missione da portare a termine: far fuori Capuano. Intanto Il Malese cerca di ammazzare Andrea facendo esplodere una bomba: la polizia viene avvertita giusto in tempo da Beppe, e Esposito, per un soffio, non perde la vita.

LA FINE DEL MALESE – Gennaro e Beppe (vecchi amici di infanzia che hanno deciso di prendere due strade diversissime)  hanno una chiacchierata: il camorrista mette con le spalle al muro il giovane agente della polizia: “O uccidi Capuano o muore tua sorella”. Gennaro cerca di ammazzare nel sonno Capuano, ma il suo collega arresta il suo gesto scellerato; poi, fuori di testa, si reca nella casa di Beppe con l’intento di ucciderlo, ma non lo trova e viene così evitato un tragico scontro a fuoco. Intanto Notarangelo scopre il nascondiglio del Malese: quest’ultimo fugge con un furgoncino. Inizia l’inseguimento. Bloccano la vettura, ma di Russo non c’è traccia. Dopo pochi secondi scoprono il reale covo del boss: un numero impressionante di poliziotti circonda l’area, pronti a far esplodere un ordigno per abbattere la porta d’ingresso. Francesco è in trappola. Russo perde per un attimo il senno, impugna la mitragliatrice intenzionato a far fuori tutti i poliziotti. Sua moglie, per fortuna, gli fa cambiare idea. O’ Malese si arrende. Andrea Esposito è uscito vincente. O’ Malese, invece, tradito dai suoi uomini, viene fatto fuori all’interno delle mura del carcere.

IL BENE HA TRIONFATO VERAMENTE SUL MALE? – La serie Il clan dei camorristi, nonostante le critiche che le sono ruotate intorno, ha avuto un successo sorprendente, e fortunatamente si è conclusa nel migliore dei modi, non deludendo le aspettative del telespettatori, e dando un insegnamento importante (quell’insegnamento che Accorsi ha tenuto sempre a precisare): dopo lotte difficili e molto sofferte, il bene ha trionfato sul male, ma non completamente… A voi è piaciuta questa fiction? E il finale, ve lo aspettavate più drammatico?

About Pascal Ciuffreda

Classe 1992, un ragazzo come tanti, ma con un’ingovernabile voglia di comunicare scrivendo. Studente di filosofia con diverse passioni: divorare libri senza pregiudizi, seguire qualsiasi tipo di programma televisivo (da quelli incentrati sulla cultura a quelli più trash), ascoltare tanta musica, e scrivere articoli sui più svariati argomenti. Puzza sotto al naso, mai; entusiasta sempre di sperimentare e sperimentarsi. Il suo motto? Vivere militare est.

One Comment

  1. andrea

    aprile 14, 2013 at 15:00

    non doveva finire cosi’ ma con il malese che sfuggiva alla cattura .se è vero che è la vicenda dei casalesi allora un solo grido forza sandokan

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *