Kaspar Capparoni ancora contro la Rai: “Siete dei bugiardi”

By on marzo 10, 2013

text-align: center”>

KASPAR CAPPARONI ANCORA CONTRO LA RAI: “SIETE DEI BUGIARDI” – L’attore torna alla carica. Non ci sta a passare per ingenuo e non vuole a mettere a tacere assolutamente le polemiche relative alla mancata messa in onda dei primi due episodi di Rex 4 che vedevano l’uscita di scena del suo personaggio, il commissario Fabbri. Qualche giorno fa, l’attore si era scagliato contro la Rai per la scelta incomprensibile di tagliare i due episodi con la sua dipartita. Oggi Capparoni torna a parlare di questa scelta perché, evidentemente, la Rai a suo dire continua a mentire circa le motivazioni che hanno visto la soppressione dei primi due episodi di Rex, mandando in onda subito quelli con l’introduzione del personaggio di Davide Rivera, interpretato da Ettore Bassi.

Capparoni dice che la scelta della Rai ha portato a bruciare 800 mila euro di contribuenti visto  che questo è il prezzo per una puntata di Rex e urla “Vergogna” dalla sua pagina Facebook. 

Dunque, proprio come lo sfogo di qualche giorno fa, il social network viene usato ancora per veicolare un messaggio di protesta contro i vertici Rai. Ciò che Capparoni non ha proprio digerito è stato il fatto che Raidue si è giustificata dicendo che quegli episodi erano gli ultimi due della terza serie, non i primi della quarta. Questa giustificazione lascia comunque abbastanza perplessi. Perché allora non sono stati trasmessi alla fine della terza serie su Raiuno? Quindi, come lecito, l’attore di altre fiction di successo come Le tre rose di Eva ha fatto capire che le motivazioni sono delle nuove menzogne. Ecco cosa si legge in un altro post: “Siete dei bugiardi, dovete vergognarvi” e poi ha continuato raccontando come sarebbero andate le cose. “Io alla fine della terza serie ho detto ai produttori di avere intenzione di chiudere lì la mia collaborazione con la fiction. Dopo molte meditazioni si è deciso che l’uscita di scena del mio personaggio sarebbe avvenuta all’inizio della quarta stagione per fare da apripista al nuovo protagonista”.

Capparoni ha anche affermato che esisterebbe un contratto in cui si certifica questa scelta della produzione e, tra le righe, fa capire che lo userà per dimostrare le sue ragioni e incita chi di dovere ad assumersi le proprie responsabilità nei confronti dei telespettatori. L’attore ha anche scritto che gli sono arrivate delle minacce. A cercare di abbassare i toni ci ha pensato Bassi che ha scritto sempre attraverso Facebook che le colpe sono da più parti. Si è sbagliato a non introdurre Rivera già nella puntata della morte di Fabbri, in questo modo il pubblico avrebbe conosciuto il nuovo personaggio e si sarebbe giustificata così la grande promozione che è stata fatta utilizzando l’attore (Domenica scorsa era a Quelli che…). La Rai tornerà a farsi sentire?

About Dario Ghezzi

Dario Ghezzi nasce il 28 Giugno 1988. Fin da bambino matura la passione per la scrittura e il mondo dell’arte. Dopo il Liceo Classico si iscrive alla facoltà di Letteratura musica e spettacolo dell’Università la Sapienza di Roma laureandosi nel 2011. Nel 2012 si iscrive alla magistrale di Cinema Televisione e Produzione Multimediale dell’università Roma 3 e nello stesso anno ha frequentato una scuola di recitazione. E’ autore di tre romanzi usciti con ilmiolibro.it

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *