Le Iene e l’ignoranza dei politici. Pizzarotti (M5S): “Kabul? In Iraq. Medvedev? Alla Commissione europea”

By on marzo 25, 2013

text-align: justify”>

Le Iene sono tornate a saggiare la cultura generale dei nostri parlamentari e politici. Così, tra Montecitorio e Palazzo Madama, la fustigatrice Sabrina Nobile ha nuovamente interrogato i nostri rappresentanti su argomenti di attualità. La scorsa settimana c’era stato il primo round, dove era spiccata la scarsa conoscenza in materia di banche ed Europa da parte di Gessica Rostellato del Movimento 5 Stelle. Ma anche nella puntata in onda domenica 24 marzo ce n’è per tutti, da destra a sinistra, e il risultato finale è sempre sconfortante.

Sabrina Nobile parte con una interrogazione facilissima a Massimo Donadi, ex Idv ora deputato di Centro Democratico, che non comprende bene una domanda su Papa Francesco e non riesce a dire a chi si sia ispirato il Pontefice nella scelta del nome. L’onorevole del Pdl Gustavo Selva, invece, risponde con convinzione ad una domanda sull’identità del primo ministro israeliano, Benjamin Netanyahu: “E’ un leader militare iracheno e musulmano – dichiara ai microfoni de Le Ieneha partecipato ad imprese riguardanti l’uso delle armi terroriste“. Anche nel Pd la confusione regna sovrana, per non parlare di vera e propria ignoranza: Tiziano Arlotti, neodeputato Pd, casca sulla geografia, collocando Seul in Corea del Nord invece che in quella del Sud e sempre per il Pd il collega Gian Mario Fragomeli dimostra di non conoscere lo scandalo che ha colpito il Vaticano e che sarebbe tra le cause delle dimissioni di Benedetto XVI: “Vatileaks? Non voglio commentare cose che non conosco così bene, li conosco solo da un punto di vista giornalistico. E comunque non oggi“. Ma anche i novellini del Movimento 5 Stelle non sono da meno. Il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, ne ha sparate di veramente grosse…

La Iena Sabrina Nobile ha interrogato il sindaco grillino sulla politica estera e lo ha colto decisamente impreparato. Pizzarotti è convinto che Kabul si trovi in Iraq e non in Afghanistan e che Medvedev sia un esponente della Commissione Europea, forse di nazionalità russa, “ma adesso il ruolo preciso non ve lo devo dire io“, commenta. Figuracce sulla politica internnazionale anche da parte dei deputati democratici Matteo Biffoni e Teresa Piccione. Se uno è convinto che Assad sia il presidente del Libano, l’altra non ha idea di chi sia il presidente egiziano Mohamed Morsi. Il servizio de Le Iene si conclude con l’esilarante performance dell’onorevole del Pdl Amato Berardi. Per lui Morsi e Hamas sono questioni complesse, che in qualche modo riguardano la nostra penisola: “E’ un po’ complicato… la politica italiana… il sistema Italia, non so chi sia Morsi…non capisco bene cosa sia Hamas, ma qui in Italia bisogna riformare tutto il sistema giudiziario, finanziario, l’intero il sistema Paese. Buon lavoro, grazie“.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *