Lite Annunziata-Alfano a In mezz’ora: “Siete impresentabili”. “Come si permette?”

By on marzo 17, 2013

text-align: center”>In mezz'ora: lite Alfano-Annunziata

A In mezz’ora va in onda la lite tra il segretario del Pdl Angelino Alfano e la giornalista Lucia Annunziata. Il terreno di scontro è il Quirinale: ad accendere la miccia è una frase della conduttrice che stronca le possibilità del partito di Berlusconi di far eleggere un proprio candidato alla Presidenza della Repubblica (magari il Cavaliere stesso). Parole dure che non piacciono all’ex Ministro della Giustizia Alfano, che rivendica per il centrodestra la possibilità di avere un Capo dello Stato che sia espressione della propria parte politica.

In mezz’ora diventa teatro dello scontro tutto personale tra Alfano e la Annunziata. Le scintille sono scoccate quando la giornalista ha bocciato il tentativo del Pdl di eleggere un candidato di centrodestra al Colle con un lapidario “siete impresentabili“. Angelino Alfano ha bloccato sul nascere il discorso della Annunziata opponendo il risultato elettorale delle politiche:Come si permette di definirci impresentabili? Lei dice una cosa pesante ma soprattutto ingiusta. Da quale cattedra etica può venire un giudizio di impresentabilità a chi prende i voti di milioni di cittadini italiani da vent’anni? Voi avete disprezzo per il popolo“. La conduttrice ha commentato duramente la manifestazione anti-giudici inscenata dal partito lunedì scorso al Tribunale di Milano in difesa di Silvio Berlusconi: “La cosa che mi ha scandalizzato di Milano è che questo corteo è andato davanti alla porta di un giudice. Ma se dei manifestanti venissero davanti alla sua porta lei non chiamerebbe la polizia? Io mi sentirei minacciata“. E Alfano ha replicato a stretto giro: “Manifestare contro la persecuzione contro Silvio Berlusconi intonando l’inno d’Italia non è assolutamente un qualcosa fuori dalla regole“.

Lucia Annunziata ci è abituata, non è certo la prima volta che polemizza con i suoi ospiti. La più recente è la querelle con Francesco Rutelli, il precedente storico è certamente quello con Berlusconi, che culminò nella rinuncia del Cavaliere a proseguire l’intervista perchè, a suo dire, impossibilitato a parlare per le domande senza sosta della conduttrice. Stavolta la Annunziata si è lasciata scappare una valutazione politica molto forte. Se n’è resa conto e si è scusata con il segretario del Pdl per il “giudizio molto franco“, pur confermando la sua opinione in merito: “E io confermo che avete disprezzo per il popolo italiano – le ha risposto Alfano – Insultando chi li rappresenta avete insultato milioni di italiani“.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

7 Comments

  1. Jolly57

    marzo 17, 2013 at 19:44

    Beh, detto da una giornalaia imprensentabile, Alfano non se l’abbia a male!

    • Ciro

      marzo 17, 2013 at 20:25

      L’Annunziata è impresentabile sia come giornalista che come giornalaia.

  2. Anna Rosa

    marzo 17, 2013 at 20:40

    Lucy con questa uscita hai dimostrato una volta per tuttte di essere più bella che intelligente…

  3. maria beatrice onnis

    marzo 17, 2013 at 21:49

    Concordo pienamente con l’Annunziata : sono veramente IMPRESENTABILI!!! Brava Lucia, finalmente un po di coraggio!!!!

  4. Francesco

    marzo 18, 2013 at 15:59

    Evviva, uno su quattro. Siamo in media: il 25% degli italiani che ragiona senza pregiudizi di carattere estetico e senza indottrinamento televisivo.
    Coraggio Maria Beatrice, vediamo come si può aumentare questa percentuale.

  5. maria beatrice onnis

    marzo 19, 2013 at 23:56

    Caro Francesco, sopratutto senza ipocrisia!
    Penso che siano in tanti a pensare che una destra di questo tipo dovrebbe proprio scomparire, perché incapace di rinnovarsi avvitata com’è al cordone ombelicale dell’individuo più corrotto e indagato della terra!

  6. UMBERTO

    marzo 20, 2013 at 11:29

    Ma quanto siete settari voi nostalgicomunisti, televisivamente indottrinati da SantoroTravaglio&Co!!!! Ridicoli e fuori da ogni tempo!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *