Marco Travaglio contro Corrado Formigli: “Mai a Piazzapulita. Meglio Gruber o Mentana”

By on marzo 25, 2013

text-align: center”>La7: Formigli contro Travaglio per il duello con Grasso

Marco Travaglio non sarà ospite di Piazzapulita. Lo ribadisce dopo il duro scontro con Corrado Formigli, che fino all’ultimo ha provato ad accaparrarsi il duello tra il giornalista e il presidente del Senato nel suo programma in onda lunedì 25 marzo in prima serata su La7. Grasso ci sarà, Travaglio ha commentato perentorio: “non metterò mai piede a Piazzapulita“. Il motivo è presto detto: Formigli si è avventato come uno sciacallo sul caso Grasso e ha fatto di tutto per soffiare a Santoro lo scontro tra il vicedirettore del Fatto e il presidente del Senato. le ricostruzioni sui fatti post-puntata si rincorrono a vicenda, con Travaglio che sostiene di essersi accordato con il direttore di rete per un faccia a faccia da realizzare a Servizio pubblico, nel weekend successivo, prima che Formigli si introducesse nel discorso:

Formigli si è intromesso eccome, e molto scorrettamente, fra Servizio Pubblico e La7, il cui direttore Paolo Ruffini, chiamato da Santoro e dal suo staff intorno a mezzanotte di giovedì sera, aveva dato ampia disponibilità a modificare i palinsesti per consentire a Grasso di ottenere il faccia a faccia con me prima di giovedì prossimo. A questi accordi ero rimasto, illudendomi che Ruffini avesse una parola sola (…)“.

Ma al di là degli accordi presi e poi saltati che Travaglio denuncia nel suo post sul Fatto, il motivo del diniego a Formigli è soprattutto un altro: il giornalista non ha gradito l’arrivismo del giovane inviato di Annozero che, all’epoca della trattativa di Santoro con La7, due anni fa, mentre il gruppo di lavoro cercava di ottenere un contratto che garantisse la massima libertà editoriale, ha giocato sporco proponendosi per condurre un talk show il giovedì sera al posto di Santoro. Una proposta simile fu fatta anche a Travaglio, ricorda il giornalista, ma ovviamente fu rifiutata. Formigli invece approdò in prima serata su La7 mentre Santoro, Travaglio e tutto il gruppo si inventavano da zero Servizio pubblico rischiando con la creazione di un network di reti tv e web che trasmettesse in multipiattaforma. Servizio Pubblico non solo si rivelò un successo, ma Travaglio ricorda che “anche dall’iperuranio era più visto di Piazzapulita“. Cose che non si dimenticano, come le dichiarazioni di Formigli che a Libero spiegava di non voler dare i “10 euro a Santoro” per la realizzazione del suo progetto. Nel botta e risposta frenetico tra i due è arrivata anche la controreplica di Formigli, che sfida Travaglio a dimostrare quel che dice davanti ad un gran Giurì e sostiene di aver avviato il suo rapporto con La7 solo dopo che la trattativa con Santoro era naufragata. Fatto sta che Travaglio non ha intenzione di far fare a Formigli il botto di ascolto presentandosi in studio a duellare con Grasso e rivolge a quest’ultimo il suo invito a vedersi altrove, ma sempre su La7

Marco Travaglio non si sottrae certo al confronto, si dice pronto a dimostrare con documenti e testimonianze la fondatezza delle sue critiche a Grasso, solo chiede che avvenga in un luogo diverso da Piazzapulita. A Servizio pubblico, cioè nella sua sede naturale come previsto dal primo accordo telefonico con Ruffini e con cui Travaglio ha un contratto in esclusiva, o nella webtv del Fatto quotidiano. O ancora, in alternativa, in uno degli spazi informativi messi a disposizione dalla rete.

Lo farò volentieri giovedì sera a Servizio Pubblico, se Grasso accetterà il nostro invito. Se non lo farà, e spiegherà convincentemente perchè il programma più visto di La7 non può ospitare il confronto su una polemica nata proprio lì, sarò lieto di incontrarlo – se otterrò una deroga alla mia esclusiva – in altre trasmissioni di La7 da lui proposte (da Lilli Gruber, da Mentana, da Lerner), purchè siano garantiti un minimo di agibilità, di equilibrio e di decenza. Possibilmente senza che il conduttore si accordi con Grasso alle mie spalle e poi mi chiami a cose fatte

Insomma, Travaglio va volentieri da tutti meno che da Formigli. Enrico Mentana si era già detto disponibile ad aprire le porte degli studi del TgLa7, ma ormai la presenza di Grasso a Piazzapulita è stata ufficializzata e sembra quasi impossibile pervenire in extremis ad una soluzione che convinca tutti. Travaglio ci prova lo stesso:

Per la data e l’orario non ho problemi né veti: giovedì Grasso aveva una gran fretta, salvo poi dirsi impegnato fino alle 21.15 di lunedì. Ma, se riesce a liberarsi un’ora prima, ci possiamo vedere anche domani sera al Tg de La7 o a Otto e Mezzo. Mentana e Gruber permettendo“.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *