Matteo Renzi ad Amici per riaprire la campagna elettorale: il genio mediatico “di sinistra” affila le armi

By on marzo 29, 2013
Matteo Renzi foto camper

text-align: center”>Matteo Renzi foto camper

Chissà come sarebbe andata a finire se al posto dell’incompreso Pierluigi Bersani (il cui volto contrito all’uscita dalle consultazioni con il Capo dello Stato fa quasi tenerezza) le Primarie del Centrosinistra le avesse vinte Matteo Renzi: difficile stabilirlo con precisione. Chissà quanti voti dell’elettorato tradizionalmente democratico avrebbe perso per strada e quanti invece ne avrebbe intercettati dall’area moderata, anche da quella tipicamente “berlusconiana” delusa dai recenti terremoti politici, sottraendoli poi al guru dell’antipolitica italiana, Beppe Grillo. Chissà con quanta e quale forza mediatica, tutta quella di cui dispone naturalmente -la spavalderia del nuovo che avanza ma l’abilità di un politico consumato concentrate in un uomo che la leadership ce l’ha nel sangue– avrebbe portato a termine la sua personalissima campagna elettorale. Chissà quale altra storia staremmo a raccontare oggi.

E invece alla fine lo sappiamo tutti com’è andata a finire: è andata a finire che un governo non ce l’abbiamo, se non si considera la pallida ombra di un governo tecnico che ha chiuso questa travagliata legislatura come peggio non poteva; è andata a finire che Bersani non è riuscito a vincere neppure questa volta (sembrava impossibile eppure c’è riuscito davvero), che Berlusconi è resuscitato per l’ennesima volta, che il suo partito sembra essere nuovamente tornato il primo partito d’Italia stando agli ultimi sondaggi politici e che Beppe Grillo ha avuto ragione. La possibilità di nuove elezioni è sempre meno remota: ma nel frattempo Bersani avrà abbandonato la Segreteria del Pd e quel genio mediatico di Matteo Renzi avrà affilato le sue armi e si sarà preparato a vincere le nuove Primarie. Che poi, “di sinistra” è un parolone.

Renzi sa bene di stare antipatico ai “dinosauri” del suo partito, che in lui dicono di sentire poco “profumo di sinistra” (probabilmente vero, ma da che pulpito!). Sta antipatico pure ad una consistente parte dell’elettorato democratico, che nel nuovo che avanza in realtà scorgono le sembianze dell’erede naturale di quel Silvio Berlusconi che tanto criticano nei modi e nelle manie “superomistiche” (vero pure questo). Ma piace -e pure tanto- agli elettori “di centro”, allo zoccolo dei Berlusconiani irriducibili e soprattutto a quei giovani che in massa se ne sono andati con Grillo. Mesi e mesi di silenzio mediatico e continue dichiarazioni di fedeltà al suo Segretario non possono essere gratuiti: ecco perché immaginiamo che da Amici, dove sarà ospite la prima puntata, partirà il suo nuovo tour elettorale. Un tour che lo porterà dritto dritto a vincere le prossime Primarie del Centrosinistra (che dovranno essere aperte, questa volta) e che verrà portato avanti in perfetto “Silvio-Style“, ovvero in maniera mediaticamente perfetta.

Dopotutto è proprio in questo che Bersani ha fallito: andare ad Amici per parlare di “buona politica” significa parlare alla consistente porzione di elettorato (non necessariamente giovane) che per anni ha votato per Berlusconi e che in parte ora ha dato fiducia al Movimento 5 Stelle. Un bacino potenzialmente sconfinato cui probabilmente nessuno più del Sindaco di Firenze a Sinistra saprebbe come rivolgersi. Ma d’altro canto, se questo serve ad evitare ulteriori derive populiste o lo spauracchio di un Berlusconi V

About Matteo

Nato e residente in provincia di Lecce, è il più giovane tra i Redattori de LaNostraTv.it. Frequenta il Liceo Linguistico e adora il calcio (ma solo quello in Tv), la lettura (in particolare la saga di 'Harry Potter' e la magica penna di J.K. Rowling), il mondo dell'Interior Design, la Filosofia, la musica e naturalmente la televisione . La passione per la scrittura e per il giornalismo ha sempre accompagnato il suo percorso scolastico e non. Per il futuro ha molti sogni e parecchie ambizioni, ma anche tanta confusione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *