Matteo Renzi “star” ad Amici, tra battute e slogan: “I politici non cancellino il talento”

By on marzo 31, 2013
Matteo Renzi su Canale 5

text-align: justify”>Matteo Renzi su Canale 5

La scelta di Matteo Renzi come “special guest” di Amici, nella prima puntata della dodicesima edizione del serale, è stata fortemente voluta da Maria De Filippi, intenzionata ad arricchire il menu del suo talent show con interventi mirati di personaggi popolari compatibili con lo spirito del programma. Chi meglio del primo cittadino di Firenze, ispiratore della “rottamazione” dei partiti e picconatore delle vecchie generazioni a favore di un nuovo protagonismo giovanile, per un monologo a cavallo tra spettacolo ed approfondimento (lato sensu) politico? Il risultato dell’esperimento, stando alle anticipazioni apparse sui principali siti nazionali, non si è discostato sostanzialmente dalle previsioni, essendo l’esponente democratico particolarmente tagliato per mainstream televisivo, grazie anche alla diretta frequentazione-collaborazione con lo spin doctor di scuola Mediaset (da molti visto come una sorta di “ghost writer” del politico fiorentino) Giorgio Gori.

Parlando ai concorrenti di Amici ed ai telespettatori a casa, Matteo Renzi ha rispolverato uno stile kennediano caratterizzato da slogan, metafore ed immagini ad effetto: “Sarà un gran bel momento quando il nostro splendido Paese sarà fatto da persone che vanno avanti soltanto con le proprie forze e col proprio sudore, se del caso sbattendo contro qualche porta. Il talento è anche fatica e mettersi in gioco, non solo avere una possibilità” ha argomentato con la solita passione il trentottenne sindaco di Firenze, perfettamente a suo agio tra i giovani protagonisti della trasmissione della De Filippi. Giusto il tempo per una fugace stoccata contro “quei politici che chiedono come sia possibile per un collega partecipare ai talent e mettono in piedi inutili polemiche, ma soprattutto contro “coloro che vorrebbero cancellare il talento”, poi il fiume in piena Renzi è tornato a gigioneggiare con battute ed incitamenti ai ragazzi chiamati a “dimostrare che credendo e insistendo nei propri sogni uno ce la può fare”.

Non poteva di certo mancare un piccolo assaggio di campanilismo toscano, con la digressione sul Brunelleschi “personaggio strano considerato dai fiorentini mezzo matto perché coltivava il desiderio profondo di costruire una cupola come nessuno l’aveva mai fatta, ma bravo ad insistere e a crederci nonostante tutto”, nella narrazione renziana scandita a ritmi regolari da parole-chiave di sicuro impatto sul pubblico di riferimento del seguitissimo show di Canale 5 (“merito”, “talento” e “sogno” le più gettonate nello specifico). La puntata in questione, registrata il 30 Marzo negli studi Elios di via Tiburtina a Roma, verrà trasmessa in tv sabato prossimo 6 Aprile in prima serata.

About Marco Franco

Il giornalismo come "cane da guardia" della democrazia, scrivere per diffondere idee e creare coscienza: queste sono le stelle polari che lo guidano. Studi classici, laurea in Giurisprudenza in arrivo, Marco non ha mai smesso di coltivare i suoi interessi, primo tra tutti la lettura. Libri, riviste e tanti quotidiani sempre al suo fianco, in una continua ricerca delle "verità scomode". Idealista, spesso "controcorrente" e attivo nel volontariato, ama la politica e l'informazione di antica scuola. Riccardo Iacona e Milena Gabanelli i punti di riferimento, per coraggio e professionalità dimostrati sul campo. Esperienza come web writer su diverse piattaforme e come redattore in bollettini d'informazione politica locale. Natura, sport e la musica rock le altre passioni, anzi il carburante per andare avanti!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *