Piazzapulita, Grasso si difende: “Sporcato il mio ruolo”. Controreplica di Travaglio a Servizio pubblico

By on marzo 26, 2013
pietro-grasso-piazzapulita

text-align: center”>La7: Grasso contro Travaglio a Piazzapulita

Pietro Grasso, comunque la si pensi, su una cosa ha certamente ragione: “Sentendo le parole di Travaglio ho capito che quello era l’inizio di qualcosa che sarebbe continuato“. Il presidente del Senato ha scelto il salotto di Piazzapulita per difendersi dalle critiche che il vicedirettore del Fatto quotidiano gli ha rivolto nell’ultima puntata di Servizio pubblico: la tv come tribunale in cui si rincorrono requisitorie ed arringhe personali, senza che però si arrivi mai ad un giudizio finale. Perchè Grasso ha ripercorso tutti i punti cruciali della sua carriera di magistrato, ma la cronaca giudiziara, si sa, è materia delicata da trattare in tv. E se Travaglio è abituato a raccontare i fatti e metterli in connessione con precisione chirurgica, Grasso si infascia in ricostruzioni che, al di là della correttezza sul piano storico, risultano confezionate nel più tipicodello stile politichese.

Dall’arrivo alla Procura di Palermo al processo Andreotti, dal caso Giuffrè alla trattativa Stato-mafia, fino alla questione della nomina alla Procura Nazionale Antimafia dopo che tre leggi anticostituzionali del centrodestra che avevano fatto fuori il candidato più accreditato, ma sgradito per le sue inchieste su politici e mafia (il processo ad Andreotti in primis), Giancarlo Caselli. Grasso ha una sua versione dei fatti per tutto. Formigli non è un esperto cronista giudiziario (per fare le sue domande cita i libri di Travaglio e Lodato) ed è chiaro che sarebbe stato meglio un confronto a due, tra il giornalista che di Grasso si è occupato per anni e lo stesso presidente del Senato. Che peraltro usa parole durissime per descrivere le critiche ricevute, paragonandole agli avvertimenti mafiosi.

Decisamente fuoriluogo il paragone di Grasso, un esercizio di vittimismo in piena regola, ma nessuno in studio lo fa notare:

Tornando a casa ho visto mia moglie preoccupata come lo era stata solo quando subivamo minacce per il maxiprocesso, quando al citofono le dicevano ‘i figli si sa quando escono e non si sa quando tornano’. Per questo ho voluto intervenire (…) E’ stato sporcato il mio ruolo istituzionale

Intanto Marco Travaglio fa sapere con un’Ansa che sta seguendo la trasmissione  e che replicherà alle parole di Grasso smontando le sue tesi punto su punto. Lo farà giovedì prossimo a Servizio pubblico (dove per il giornalista aveebbe dovuto aver luogo il confronto), visto che a Piazzapulita, come ha dichiarato a Radio2, non metterebbe mai piede per “motivi igienici“. Dunque la querelle continua, ma la sensazione è che lo scontro a distanza non si risolva in una comprensione, perchè continua a produrre due letture dei fatti diverse, rendendo difficile anche per i telespettatori farsi un’idea.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

One Comment

  1. Vincenzo Licordari

    marzo 26, 2013 at 11:35

    Travaglio come Grillo a entrambi piace vincere facile potrebbero fare la pubblicità ai gratta e vinci

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *