Quarto Grado anticipazioni 1 marzo, i casi irrisolti di Sarah Scazzi e Denise Pipitone

By on marzo 1, 2013
Anticipazioni Quarto Grado 1 marzo

text-align: center”>Anticipazioni Quarto Grado 1 marzo

ANTICIPAZIONI DELLA PUNTATA DEL 1 MARZO DI QUARTO GRADO. Il caso di Sarah Scazzi e gli ultimi risvolti del processo sulla sua morte, sono gli argomenti principali della prossima puntata di Quarto Grado, in onda stasera 1 marzo 2013 in prima serata su ReteQuattro, in diretta dal centro Palatino di Roma. La puntata, condotta come sempre dal giornalista Salvo Sottile insieme a Sabrina Scampini (qui la sua intervista in esclusiva per Lanostratv.it) . Quarto Grado ripropone la vicenda della piccola Sarah Scazzi, assassinata per motivi ancora misteriosi nell’agosto del 2010 ad Avetrana. Al processo verrà analizzata l’ultima ricostruzione del delitto ad opera del pubblico ministero Mariano Buccoliero. Secondo questa versione Sarah sarebbe uscita di casa alle 13,45/13,50 del 26 agosto 2010, la vittima avrebbe raggiunto la casa degli zii alle ore 14 e sarebbe stata uccisa all’intero dell’abitazione, prima dell’arrivo di Mariangela, amica di Sabrina, la quale incontrerà in strada la cugina di Sarah particolarmente agitata. La procura di Taranto sembra aver intrapreso una nuova pista, Michele Misseri ricopre un ruolo sempre più marginale all’interno della vicenda.

La puntata volgerà poi l’attenzione verso il caso di Denise Pipitone, la bambina di quattro anni sparita da Mazzaro del Vallo il 1° settembre 2004. Due intercettazioni shock, risalenti a circa tre mesi dopo la scomparsa di Denise, incastrerebbero la sorellastra Jessica Pulizzi. “Vai a prendere Denise” e l’interlocutore replica “Dove la devo portare?”, queste due frasi, depositate in tribunale pochi giorni fa, aprono nuovi risvolti sul caso della piccola siciliana scomparsa. Un nuovo passo verso la verità, un aggiornamento in grado di accendere un barlume di speranza nel cuore di Piera Maggio, la madre di Denise. Infine Quarto Grado aggiornerà i propri telespettatori sugli ultimi risvolti dei casi di Roberta Ragusa, la donna scomparsa dalla sua abitazione di Gello (Pisa) a gennaio 2012, e Yara Gambirasio, la ginnasta 12enne scomparsa a Brembate di Sopra e trovata morta tre mesi dopo, il 26 novembre 2010.

About SimonaBerterame

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *