Rai, stop ai doppi incarichi: la Berlinguer ancora in video, Roberto Giacobbo aggrappato a Voyager

By on marzo 15, 2013
foto-bianca-berlinguer

text-align: center”>Doppi incarichi: Bianca Berlinguer ancora in video

La Rai dice stop ai doppi incarichi: il direttore generale Luigi Gubitosi ha emesso ormai due mesi fa la circolare 005, che impone a chi ricopre ruoli dirigenziali, ad esempio, di rinunciare ad altri impegni come la conduzione tv. In sostanza, o si è “mezzibusti” del Tg o si ricoprono ruoli da dirigente, o si è direttori di rete o si conducono trasmissioni tv. L’imperativo è scegliere. E scegliere in fretta. Perchè a Viale Mazzini è necessario tagliare gli sprechi. In Rai sono tanti i casi di doppio incarico e anche dopo la diffusione della circolare di Gubitosi qualcuno ha presentato richiesta di deroghe per continuare a mantenere più poltrone, come racconta il quotidiano Repubblica.

Lo stop ai doppi incarichi ha sortito l’effetto desiderato al Tg1 (già nella bufera per l’inchiesta sugli “stipendi gonfiati”), dove ognuno ha fatto la sua scelta: il direttore Mario Orfeo ha limitato fortemente le sue apparizioni, mentre Susanna Petruni ha dolorosamente abbandonato la conduzione del giornale per mantenere il ruolo di vicedirettrice. Ha fatto il contrario invece Francesco Giorgino, che ha rinunciato al ruolo di Capo degli interni pur di continuare a condurre il Tg. Promosso alla direzione di Rai3, Andrea Vianello ha lasciato la conduzione di Agorà, passata a Gerardo Greco, mentre Gianluigi Paragone ha rinunciato senza ombra di dubbio al ruolo di vicedirettore di Rai2 per continuare a condurre la sua trasmissione L’ultima parola, in onda ogni venerdì in seconda serata su Rai2: “Io preferisco fare il giornalista, raccontare le storie. All’azienda ho risposto in 48 ore” ha commentato perentorio. Non si può dire lo stesso di Roberto Giacobbo, che non ha intenzione di affidare ad altri il suo Voyager, soprattutto nel decimo anniversario del programma. Certo il dramma, in caso di rinuncia alla conduzione, non sarebbe solo quello di Giacobbo, ma anche quello di Maurizio Crozza, che sull’imitazione del direttore-divilgatore ha costruito la sua efficacissima parodia Cazzenger. Tra gli irriducibili del video, c’è anche Bianca Berlinguer, che da due mesi continua ad andare in onda nonostante la circolare di Gubitosi…

Lo stop ai doppi incarichi consente delle deroghe per casi specifici e la direttrice del Tg3 sembra intenzionata ad utilizzarle per continuare a condurre il suo giornale. Per questo si è attirata anche i rimproveri dell’Usigrai, il sindacato dei giornalisti Rai, che ha fatto notare come le regole siano uguali per tutti e debbano essere rispettate alla stessa maniera. Perchè la Berlinguer dovrebbe fare eccezione? La giornalista ha spiegato di non aver violato la circolare aziendale, ma di aver agito nel rispetto delle regole chiedendo la deroga per andare in video dato il delicatissimo momento politico istituzionale che sta vivendo il Paese negli ultimi mesi, tra le elezioni, la nomina del Pontefice e le inevitabili conseguenze. La Berlinguer non conduce più Linea Notte, ma continua ad apparire in video con il Tg3 e gli Speciali, come quello dedicato all’elezione dei Presidenti di Camera e Senato. E giustifica la scelta spiegando che la sua presenza in video “non comporta aggravi economici per l’azienda. Non costituisce un blocco della mobilità interna: con la mia direzione sono entrati molti volti nuovi“. Non è chiaro però se il meccanismo delle deroghe sia ripetibile all’infinito. Quel che è certo è che tutti (o quasi) si sono adeguati al nuovo corso in casa Rai.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *