Rosy Dilettuso si racconta a “LaNostraTv”: “Quante critiche per l’intervista a “Le Iene”, ma quello che pensa la gente non mi interessa”

By on marzo 18, 2013
rosy dilettuso alle iene

ttp://www.lanostratv.it/interviste-rubriche/rosy-dilettuso-si-racconta-a-lanostratv-quante-critiche-per-lintervista-a-le-iene-ma-quello-che-pensa-la-gente-non-mi-interessa/attachment/rosy-dilettuso-a-le-iene/” rel=”attachment wp-att-162444″>rosy dilettuso alle iene

 

ROSY DILETTUSO IN ESCLUSIVA A LANOSTRA.TV. Sono passati sette anni ma per tutti è ancora “la pupa” e che pupa! Rosy Dilettuso dopo la vittoria della prima edizione del reality di Italia1 “La Pupa e il Secchione” ha avuto grande visibilità, tante copertine, e un amore importante. Qualche settimane fa la bella soubrette nata a Caracas è stata protagonista del servizio realizzato dalla iena tra le iene Enrico Lucci dal titolo “La crisi e i vip” e noi de LaNostraTv l’abbiamo contattata per approfondire tutti i retroscena di dell’intervista che tanto ha fatto parlare.

Nel 2006 hai partecipato alla prima edizione del reality “La Pupa e il Secchione“, peraltro vincendolo in coppia con Alessandro Sala: come è cambiata la tua vita da quel momento?

Sono passati tanti anni, ma è come fosse ieri. “La Pupa e il Secchione” è stata una bella esperienza che mi ha dato maggiore notorietà e mi ha aperto un pò di strade dal punto di vista lavorativo. E’ stato la classica ondata che ti arriva tutta di colpo. Nonostante sia stato da alcuni malvisto, tornassi indietro lo rifarei, altrimenti oggi farei ancora la ballerina in qualche programma.

Come hai iniziato a lavorare in tv?

All’età di sei anni  ho fatto la mia prima sfilata per bambini, poi ho iniziato a fare la modella. Da lì sono arrivati i vari concorsi tra cui “Un volto per il Cinema” che ho vinto. Ho anche partecipato a “Miss Italia” poi però mi sono ritirata perchè non mi sentivo totalmente italiana. Con gli anni ho iniziato a studiar danza, ho fatto “Sei un Mito” con Teo Teocoli, “Ciak si canta” come co-conduttrice accanto a Francesco Facchinetti, e la prima ballerina a “I Raccomandati“, però alla fine non mi sento una showgirl completa perchè non ho raggiunto veramente i miei obiettivi. Chissà se poi li raggiungerò: alcuni sogni si realizzano altri magari rimangono nel cassetto…

Terminato il reality hai iniziato a riempire pagine e copertine dei settimanali di gossip. Credi nel detto “Nel bene o nel male purchè se ne parli” o in certi casi ne avresti fatto a meno?

Non cerco il fotografo per mettermi un topless, però recentemente mi sono ritrovata fidanzata a Malindi: eravamo un gruppo di dieci persone e io e l’altra persona l’abbiamo scoperto tramite internet. Purtroppo è così. Pensa che la prima volta che ho messo un due pezzi hanno scritto “Costume hot per Rosy Dilettuso“, non parliamo poi di quando per sbaglio ho versato un bicchiere di champagne sui pantaloni del rapper  Coolio subito a scrivere “Rosy Dilettuso palpa i gioielli di famiglia a Coolio“, e quando Cartier, il mio cane, la prima volta al parco mi ha fatto la pipì addosso e mi sono levata la maglietta per farla asciugare al sole il giorno dopo sui giornali hanno riportato “Rosy Dilettuso prende il sole al parco“. Che ci vuoi fare?  Fa parte del gossip!

Quindi il tuo accompagnatore in Kenya Marco Grifoni non è il tuo attuale fidanzato?

No. E’ un mio caro amico a cui voglio molto bene.

Possiamo dire che sei single?

Più o meno.

Evidentemente non ti hanno ancora paparazzata.

Se uno non si vuole far beccare, non si fa beccare. Non so ancora se son single o impegnata, devo ancora decidere. Amo me stessa. Ho sempre desiderato due uomini nelle mia vita ed effettivamente ho due cagnolini che adoro e loro adorano me.

Qualche settimana fa è andata in onda la tua intervista a “Le Iene“, un’intervista che ha fatto molto discutere.

Mi hanno puntato tutti il dito dicendomi che non avrei dovuto rilasciare quell’intervista, che non dovevo raccontare i fatti miei pubblicamente, ma a me non interessa quello che pensa la gente. La verità è che siamo tutti più o meno sulla stessa barca solo che in quanto personaggi pubblici dobbiamo mentire: c’è chi dice che sta benissimo, chi dice che lavora all’estero, ma in realtà non si fa niente. Basta vivere nell’ipocrisia per il terrore di essere giudicati! La vita è come un’altalena: oggi sei su, domani sei giù, ciò che conta è non mollare. Ho detto cose vere, cose che succedono alle volte quando ti ritrovi a percorrere un sogno, quando investi su di te spendendo anche dei soldi, quando magari non sei salita sulla barca giusta o magari sei stata mal gestita. Non voglio dare colpe a nessuno, ho detto solo la verità. Sono un libro aperto e nell’intervista a “Le Iene” ho detto esattamente quello che stavo attraversando in quel momento.

Quando è stato registrato quel servizio?

Quel servizio è stato fatto a settembre subito dopo aver chiuso una relazione importante con una persona, un periodo in cui non stavo bene e sono scappata tre mesi a Formentera perchè volevo staccare dall’Italia e avevo i miei buoni motivi . Ci sono storie che finiscono bene e storie che finiscono male, e quando ci sono di mezzo i figli dei potenti non puoi toccarli. Quando son tornata a casa mi sono trovata in difficoltà visto che non lavoravo. Sai la gente poteva pensare che il mio ex compagno mi mantenesse, invece no, non mi manteneva nessuno. Ma va bene così, da ogni storia si impara sempre qualcosa.

Da settembre ad oggi cosa è cambiato?

Non è cambiato molto. Non si fanno più le serate di un tempo: siamo in tante e rimanere sulla cresta dell’onda è difficilissimo. Io vivo, sopravvivo e continuo a sorridere, pazienza. Cerco di fare qualsiasi cosa pur di portare il pane a casa.

Quindi cosa fai adesso?

Faccio servizi fotografici, la testimonial, la vocalist, quello che capita, ma sono pochissimi i lavori. Ogni tanto vado in qualche locale a servire ai tavoli e non me ne vergogno. Non posso raccontare tutte le cose che faccio nè tanto meno chiamare i fotografi per immortalarmi mentre lavoro nei locali perchè non ho solo una vita televisiva, ho anche una vita privata. E se la tv non mi da da mangiare, devo fare altro per potermi mantenere. Comunque se non dovessi riuscire ad arrivare a fine mese, come ho detto nel servizio, prendo e vado.

Non riesci a trovare un lavoro “comune”?

Me lo chiedono in molti: ma cosa so fare? Non ho mai lavorato, non ho mai fatto nulla e lo ammetto. Perchè dovrebbero prendere me quando magari c’è un diplomato o un laureato che cerca lavoro come me? Se un domani decidessi di chiudere definitivamente i ponti con l’Italia vado all’estero e ricomincio da capo.

Pensi che andare a lavorare all’estero sarebbe più facile perchè qualora andassi a fare un lavoro “normale” non ti conoscerebbe nessuno? Per questo?

Ho provato a lavorare qui negli showroom, ma mi dicono le stesse frasi: “Ma noi non possiamo darti i soldi che sei abituata a guadagnare!“, oppure “Metteresti a disagio i clienti!“.

Quindi la popolarità al posto di avvantaggiarti in un certo senso ti penalizza. Eppure sei giovane, bella, parli lo spagnolo…

Tu pensi che la mattina mi alzi a mezzogiorno e stia a grattarmi la pancia?

Certo che no! Però mi piacerebbe sapere la tua giornata tipo.

Se ti sentissero le mie amiche ti direbbero che sono sempre in movimento. Credimi, mi do da fare su tutto e chi mi conosce lo sa.

Cosa sogni a livello professionale?

A livello professionale non mi faccio più illusioni, ben venga quello che arriva. Sogno piuttosto di far famiglia: vorrei tanto diventare mamma, il problema è la materia prima.

About Taty Rossi

Nata a Milano sotto il segno dei Pesci, ha origini eritree, una pelle color cannella e si definisce "un'amante della parola". Ha studiato recitazione e conduzione televisiva presso il Centro Teatro Attivo di Milano poiché teatro, cinema e televisione sono le sue più grandi passioni. Oggi cura i servizi esterni del programma "Live In Style" in onda ogni venerdì alle 18.15 su 7Gold.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *