Trilussa, storia d’amore e di poesia: il riassunto della prima puntata

By on marzo 12, 2013
foto serie tv trilussa storia d'amore e i poesia

TRILUSSA, STORIA D’AMORE E DI POESIA – E’ cominciata ieri sera la fiction di Rai Uno diretta da Lodovico Gasparini e prodotta da Titanus in collaborazione con Rai Fiction incentrata sulla vita del poeta romano alla fine degli anni Trenta, durante il Fascismo. La prima puntata ha raccolto 6.616.000 telespettatori e il 23,66% di share.

Nel cast di TRILUSSA, STORIA D’AMORE E DI POESIA Michele Placido (Trilussa)Monica Guerritore (Rosa), Valentina Corti (Giselda)Emanuele Bosi (Arturo)Pietro De Silva (Nestore),Alfredo Pea (Gabriele D’Annunzio)Renato Scarpa (Pio XI)Rodolfo Laganà (Rapiselli)Giorgio Colangeli (Mastro Sergio), Armando De Razza (Osvaldo Della Rocca)Fabio Camilli (Longarini)Nini Bruschetta (direttore Malgesi)Angela Antonini (Marisa Mars), Claudio Spadaro (Benito Mussolini)Giuseppe Loconsole (Carlacci)Davide Gagliardi (Mario)Riccardo Sinibaldi (Guido), Silvia Luzzi (zia Esterina)Francesco Mura (Romoletto)Ashai Lombardo (Nouma)Federica Vincenti (Gigolette), Fernando Pannullo  (Accademico)Davide Lorino (giovane sacerdote), Diego Verdegiglio (Cinematografo), Riccardo Angelini (regista), Riccardo Zinna (Ivano), Angelica Sepe (Madame Georgette), Stelvio Cipriani (Marcello), Jinny Steffan (Odette), Carmen Giardina (moglie Carlacci), Antonello Liegi (Fioraio), Marco Guadagno (Nappa scultore), Uberto Kovacevich (Uomo in marsina), Fabrizio Sabatucci (Poetastro), Alberto Buccolini (piccoletto ubriaco), Vincenzo De Michele (Capo Guardie carcere) e  Stefano Parente (Adolfo).

Ecco il riassunto del primo episodio:

Siamo a Roma nel 1937 e Trilussa è ormai un uomo di mezza età, conosciuto a Roma per la sua poesia. Donnaiolo e sfacciato, vive in una casa che è anche studio nel ghetto ebraico della Capitale assieme alla fedele governante Rosa. Padrone di casa è il conte Osvaldo Della Rocca, amico ed estimatore di Trilussa, che è spesso costretto a fare credito al poeta per via dei ritardi nei pagamenti dell’affitto. L’uomo vive proprio di fronte alla casa di Trilussa assieme alla piccola stella del cinema e del teatro Marisa Mars. In occasione di un ricevimento organizzato dal conte dopo lo spettacolo teatrale di Gabriele D’Annunzio con tutta la nobiltà romana, Trilussa, con la sua solita verve, sbeffeggia Marisa, sostenendo davanti a tutte di essersi fatta strada grazie ai numerosi uomini che si è portata a letto. La donna, arrabbiatissima, vorrebbe le scuse del poeta, del quale, dice, non avrebbe certo bisogno per diventare una diva. A questo punto interviene Della Rocca, proponendo al suo amico una scommessa: riuscire a trasformare in tre mesi una giovane ragazza, Giselda, in una diva dello spettacolo. In cambio lui gli regalerà la casa dove vive in affitto e dovrà chiedere pubblicamente scusa a Marisa.

Trilussa accetta, ma la zia di Giselda non sembra intenzionata a esporre sua nipote al mondo dello spettacolo. Il giorno successivo, dopo l’avviso di sfratto, Trilussa riceve a casa Giselda, scappata dalla zia con la speranza di poter diventare una diva.  Il poeta diventa quindi il suo tutor, insegnandole canto, postura e recitazione. Nel frattempo la ragazza dovrà occuparsi delle faccende in casa del conte. Dopo poco tempo Giselda si innamora di Trilussa, ma una notte aiuta il giovane Arturo figlio di un sarto ebreo a fuggire dai fascisti e si prende una cotta per lui. Il ragazzo non conosce la vera statura sociale della giovane, che diventa la preda del fascista Carlacci. Trilussa lo prende sotto la sua ala protettiva, scrivendo per lui dei versi d’amore per Giselda, pur non sapendo che si tratta proprio della sua protetta. Mentre Carlacci e Longarini sono sulle sue tracce, Arturo dichiara il suo amore a Giselda e i due si confidano finalmente le proprie identità. Il ragazzo viene picchiato dai fascisti e Trilussa, disgustato, decide di rinunciare alla scommessa con il conte, cacciando via Giselda. Quella stessa notte compone un sonetto contro i fascisti. La mattina successiva viene preso dagli uomini di Mussolini, rischiando ora di essere esiliato o addirittura ucciso.

TRILUSSA, STORIA D’AMORE E DI POESIA – La seconda puntata sarà in onda questa sera alle 21,10 su Rai Uno.

About Luca Mastroianni

E' nato a Roma ed è un giornalista pubblicista. Ha lavorato presso Legambiente e il Ministero dell'Ambiente, collaborando con agenzie e uffici stampa e occupandosi di attualità, diritti e corsi di giornalismo. Oltre alla scrittura ha grande passione per il calcio, il tennis e la musica. Della televisione ama soprattutto le serie tv degli anni Ottanta e Novanta: da Twin Peaks a La Tata, da C.S.I. a Friends, da I Griffin a Sex & the city.

One Comment

  1. Rossella

    marzo 12, 2013 at 14:16

    Il ruolo di Monica Guerritore toglie molta retorica dalla figura del poeta. Soprattutto nel caso di Trilussa c’era il rischio di scivolare in qualcosa di stereotipato! Mi sembra una scelta narrativa molto coerente; inquadra il mondo intellettuale da una prospettiva inedita che evidentemente non è quella dei salotti.
    Anche Montale ne “La donna barbuta” – in Farfalla di Dinard – o “Quel che resta (se resta)” celebra una figura simile, depositaria di una saggezza ancestrale: della vita non sapendone nulla ne sapeva più di noi!
    Dalle fiction arrivano sempre molti input: questa per me è televisione impegnata!
    Mi sembra un invito a non omologarsi e ha credere in se stessi perché se è vero che attraversiamo un periodo di recessione è altrettanto vero che dentro di noi c’è qualcosa di creativo che può aprirci nuove strade. Invece se ci lasciamo intimidire dai modelli o dagli stereotipi è chiaro che non saremo mai competitivi perché vivremo come dei figuranti. Forse al giorno d’oggi non abbiamo un buon rapporto con la nostra ignoranza e confrontarci con i poeti aiuta. Ad esempio Montale scriveva:
    “Un giovane legge per farsi una cultura, conquistata la quale sogna di creare a sua volta. Legge e legge: più libri divora e più gliene restano a leggere. Un giorno stanco guarda il calendario e si accorge di aver compiuto i sessanta anni, e di essere un uomo fallito!”

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *