Troupe di Ballarò cacciata dall’assemblea del Movimento 5 Stelle. Floris: “Pagina tristissima”

By on marzo 10, 2013
Ballaro

text-align: center”>M5S: troupe Ballarò cacciata da incontro a Napoli

Una troupe di Ballarò cacciata dall’assemblea del Movimento 5 Stelle: ancora una volta tensioni tra giornalisti e grillini, un film già visto molte volte. Stavolta lo scenario è il centro culturale “La città del sole” di Napoli, dove si è tenuta l’assemblea degli eletti del Movimento 5 Stelle sul territorio campano: un incontro con gli attivisti e i simpatizzanti per discutere delle tematiche principali che saranno portate all’attenzione del Parlamento, dalla restituzione immediata dei rimborsi elettorali alla scelta dei collaboratori, dalla battaglia contro Equitalia al reddito di cittadinanza. All’assemblea però, i cronisti non sono graditi.

Sono in particolare i giornalisti di Ballarò a non essere ammessi all’incontro: la loro presenza è stata notata dopo un’ora di riunione ed immediatamente contestata da alcuni neoparlamentari ed attivisti del Movimento. Tanto da chiedere di mettere ai voti l’autorizzazione per la troupe a rimanere in sala. Secondo i presenti i giornalisti avrebbero dovuto “presentarsi all’ufficio stampa, cosa che non hanno fatto” prima di cominciare le riprese. Ma il problema principale sembra essere proprio il fatto che a riprendere l’evento fossero i cronisti di Ballarò, il talk politico per eccellenza, quello che i grillini hanno sempre criticato e che fu motivo di espulsione per la malcapitata Federica Salsi quando decise di parteciparvi. Pare che molti attivisti in sala contestassero “il taglia e cuci” delle riprese, il montaggio di alcuni servizi di Ballarò, probabilmente in riferimento all’intervista al parlamentare appena eletto del Movimento 5 Stelle Paolo Bernini, in cui il ragazzo parlava dimicrochip nel corpo umano per registrare, per mettere i soldi, per il controllo della popolazione” da parte dello stato americano. Risultato, dopo un po’ la troupe di Ballarò ha lasciato l’assemblea. E la motivazione dei grillini non è piaciuta per niente a Giovanni Floris

La troupe di Ballarò è stata invitata ad uscire in quanto il programma non è gradito al Movimento, a differenza di altri. Perchè le telecamere di Sky, invece, sono rimaste all’interno della sala senza alcun problema. Questa la motivazione addotta dagli attivisti:

Niente contro di voi personalmente, ma non ci piace il vostro format, siete un talk show“.

Non è certo il primo episodio di questo genere: nella manifestazione di piazza San Giovanni a Roma che ha chiuso trionfalmente la campagna elettorale del Movimento, i giornalisti italiani sono stati ammessi sul palco solo dopo l’intervento degli agenti di sicurezza, mentre i cronisti della stampa estera erano stati accolti senza problemi. Pochi giorni prima, in un comizio in Val di Susa, Grillo aveva chiesto ad un inviato del Tg3 di scendere dal palco e continuare le riprese da terra. La ritrosia dei 5 Stelle per la tv è nota ed episodi come quello che negli ultimi giorni ha visto protagonista Barbara D’Urso non fanno altro che acuirla. L’ennesimo episodio ha amareggiato non poco Giovanni Floris, che ha commentato così l’allontanamento dei suoi giornalisti:

I politici che si scelgono i giornalisti: una pagina tristissima. Il nostro cronista allontanato solo perché faceva il suo lavoro: un fatto gravissimo, che apre molto male questa legislatura“.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *